Salta i links e vai al contenuto

Non riesco più a ‘vivere’ (2)

  

Salve a tutti, seguo questo sito da una vita, e ogni volta che mi deprimo, vengo a leggere le storie che sono state scritte qui, non so perchè, forse per trovare un po’ di consolazione, o forse solo perchè così mi sento solo. Già la Solitudine è il mio problema..vi spiego: ho 25 anni, studio a Milano, ho tanti amici, perchè sono una persona amichevole, una persona che ascolta molto e parla poco, la classica persona che se hai bisogno io ci sono sempre per farvi un’idea; nei miei 25 anni di vita ho avuto solo una storia, 4 anni circa, io pensavo fosse la ragazza della mia vita, lei 2 anni in meno di me, carina come piaceva me, con un carattere che mi piaceva, mai un litigio, perchè anche se c’era da litigare io facevo sempre finta di niente, perchè l’amavo, e quandi ami una persona fai di tutto per non farla stare male e creare problemi. Alla morte di sua nonna, persona più importante della sua vita, lei crolla io le sto vicino, ma lei è come se non c’è più, e insieme a lei, muoio pure io, per un anno, morto dentro. Inizio l’università a Milano, conosco un po’ di compagne di corso, con una inizio un’amicizia davvero molto bella, ma sento di essere sfruttato, cioè io la ospito, ma non facciamo mai niente; io sono un ragazzo timido, troppo, ho proprio paura ad attaccare bottone con una ragazza che non conosco, avrei paura della sua reazione; purtroppo oltre ad essere timido ho anche l’autostima sotto i piedi; sono praticamente calvo, e quindi mi vedo brutto, anche se tutti mi dicono che sto bene così; io rimpiango quando al liceo avevo i miei capelli..adesso che mi mancano pochi esami alla fine, son ricaduto nel vortice della depressione, perchè vedo tutti i miei amici e amiche che sono accasati, sono felici, io invece sono sempre solo e faccio sempre la parte del terzo incomodo, e non mi piace più; vorrei cambiare, avere più coraggio, ma non so perchè ma il mio cervello mi blocca; sono davvero troppo sensibile per essere un ragazzo; però mi piacciono le donne, e purtroppo son andato qualche volta con qualche escort, ovviamente quando tornavo a casa mi vergognavo di me stesso..ma sono un ragazzo giovane, cosa dovrei fare, purtroppo io ci provo a calmare i miei istinti ma è dura; In sintesi ho paura di restare solo a vita, perchè non riesco a cambiare, ho sempre creduto nel destino (fu la mia ex-ragazza a trovare me, come le mie amiche in generale), e quindi ho sempre pensato che aspettando, prima o poi, avrei conosciuto una ragazza adatta me, una ragazza seria. Non voglio la ragazza da una botta via, uno perchè anche se il mio corpo, il mio istinto lo vorrebbe, la mia coscienza non me lo permetterebbe, lo so sembra che sto delirando, ma vi giuro che sono davvero fato così, non vorrei rovinarmi i migliori anni della mia giovinezza. Ho paura di aver raggiunto il limite, e quando ogni giorno muori dentro e la sera le lacrime scendono dal tuo viso senza motivo, capisci che c’è qualcosa non va. Ringrazio tutti quelli che hanno letto fino a qui, e che dirvi, speriamo che prima o poi questo momento passi anche se la vedo veramente dura e non vorrei fare qualcosa di irreparabile.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

11 commenti a

Non riesco più a ‘vivere’ (2)

Pagine: 1 2

  1. 1
    paolo -

    Prima cosa: coraggio! Seconda cosa cosa: non ti abbattere! Terza cosa: pensa, c’è sempre rimedio a queste cose! Fra un pò ti laurei, cercherai lavoro, hai già esperienza…chissà quante occasioni…io ho 31 anni, devo fare la tesi di ingegneria, è morto mio papà dopo tormentata esistenza, mia sorella ha problemi, non ho mai voluto una ragazza perchè non volevo coinvolgere nessuno nella mia schifosa vita…ho tutti i capelli, ma ho paura di perderli. Che dovrei fare? Suicidio? No, non faccio vincere questa maledetta sorte, via la depressione. Ti posso dare un consiglio: non pensare troppo, agisci. Non importa se le tue amiche cercano te o tu cerchi loro, importante è stare bene insieme. Sei giovane, non avere fretta. Ricordati sempre: ognuno ha i suoi tempi!! Se la tua ex ti ha mollato solo per la morte della nonna, pensa che poteva fare se vi sposavate…io queste persone non le sopporto, scusami. Ti auguro tanta felicità, e sono sicuro che avrai la forza di trovarla, ma non la cercare negli altri, cerca dentro di te! Se hai un cuore cosi grande, prima o poi qualcuna se ne accorgerà, e quella sarà la tua donna! Altre sono solo chiacchiere)

  2. 2
    Nathan -

    La vita ha uno scopo in se stessa, se ti poni obiettivi che non raggiungi poi ti deprimi e ti senti angosciato. Si tende a vedere solo il bello nella vita degli altri quando in realtà molti matrimoni sono delle croci da portare. La vita è semplice se uno la guarda dalla prospettiva giusta. Perché ti dovresti colpevolizzare se non trovi la donna o se qualche volta vai con le escort o se hai perso i capelli. Sono cose che possono capitare nella vita. Il problema è quando ti metti allo specchio e addebiti al tuo aspetto il fatto che le cose non ti vadano come vorresti. Questa è un’illusione della mente. La differenza fra un uomo felice ed uno depresso non è nel suo aspetto o nel suo successo nella vita ma nella sua mente, o meglio nel come uno interpreta la realtà. Se una donna poi si ferma solo all’aspetto fisico non è una persona che vale la pena di conoscere, credimi..

    Auguri

  3. 3
    Mould -

    In effetti la timidezza con l’essere uomo non vanno mai troppo d’accordo, men che meno di questi tempi…alle donne piace essere conquistate, piace il tipo carismatico…Anch’io ho il tuo stesso problema: l’unica volta in cui ho avuto una “storia” è stato lui a farsi avanti ed ora anch’io ho dei bisogni che non riesco e non voglio soddisfare con uno qualunque…e per di piú è da anni ormai che non provo alcuna infatuazione.
    Comunque, hai 25 anni, ti trovi sul trampolino di lancio per una nuova fase di vita, questo dovrebbe intimorirti ma anche gasarti, e dovresti anche aver raggiunto una certa conoscenza e consapevolezza di te stesso…hai il mondo in mano…non dovrebbero fermarti fisime come l’essere pelato – aspetto che molte ragazze trovano affascinante.

    La felicità va conquistata, secondo me devi realizzare questo; tu la vuoi e il fatto di possedere ancora delle voglie sessuali ti aiuta – c’è chi non conserva più nemmeno quelle a sostenerlo…La paura di rimanere da soli non ci deve fermare, non deve immobilizzarci, deve darci lo slancio…ogni prospettiva, anche fare cilecca con una ragazza, è migliore della spiacevole eventualità di andare avanti da soli, non credi?
    Per me l’idea di invecchiare ancora un anno da sola è abominevole e hai fatto bene tu a frequentare certe compagnie…è il mio piano C.
    Ciao

  4. 4
    Deimos -

    Intanto ringrazio tutti per aver risposto, le vostre risposte mi danno davvero un po’ di conforto che non fa mai male..:)

    xpaolo: mi dispiace per la tua situazione e quello che hai provato, deve essere stato terribile; hai ragione quando dici che penso troppo, e che bisogna agire di più, ci proverò senz’altro. Ti auguro tanta felicità 🙂

    xnathan: hai ragionissima, sta tutto nella nostra mente, purtroppo una volta all’anno ho sti sbalzi di umore diciamo, però poi per fortuna il mio raziocinio è abbastanza buono dai, e quindi riesco a rimettermi in carreggiata e a non sbandare più!

    xmould: è vero che la timidezza e l’uomo non vanno pari passo, ma purtroppo io sono così, e non voglio ne posso cambiare, cioè ci ho provato, ma è proprio senza senso.. clamorosamente preferisco pagare per avere un rapporto sessuale piuttosto che provarci con una ragazza, forse non riesco ad accettare il rifiuto, nel senso che mi farebbe un male cane, purtroppo non avendo fatto abbastanza esperienza quando ero adoloscente, adesso mi ritrovo come un libro bianco, cioè non so come affrontare le donne! cioè mi affeziono subito caspita! Spero tanto che anche tu possa trovare la serenità. è vero ho 25 anni, ma dentro mi sento terribilmente vecchio a confronto con queste ultime generazioni davvero disdicevoli,, un abraccio!

  5. 5
    BabalonPhoenix -

    CARO AMICO… che dire… leggo per caso questo messaggio, e non potevo fare altro che risponderti! ti chiederai il perchè?beh… anche io sono di milano, son tuo coetaneo, vado all’università, e sì caspità… ho il tuo stesso problema! mi affezziono presto alle pseudo ragazze, ma poi quando vedo che sono soltanto gusci senz’anima, mi allontano, tornando alla solitudine; poi quando peso di aver trovato la ragazza giusta… bam! subentra la paura… ed allora come tè, mi son rifugiato anche io nel cosidetto sesso facile, purtroppo gli istinti se non calmati possono far molto male… in sintesi abbiamo lo stesso problema ergo, magari ci possiamo aiutare a vicenda usciamo na sera e vediamo di farci da spalla per qualche conquista!
    se ci stai contattami pure!

  6. 6
    Mould -

    Ciao…
    Lo so che in molti aspetti è difficile cambiare, non si può proprio, sono caratteri indelebili…però esiste il coraggio. La timidezza non deve diventare una scusa, non deve essere codardia…Il sesso facile è una scusa per non affrontare quello che ti trovi davanti nell’immediato…perché mai non dovresti piacere ad una ragazza? Perché mai dovresti essere rifiutato?
    Quando dici di non aver fatto esperienza da adolescente ti capisco benissimo, perché nemmeno io l’ho fatta, non ho mai ricevuto il primo bacio a 14 anni, se non prima, come molte mie coetanee, ma in un certo senso lo siamo ancora, numericamente parlando 20 anni sono pochissimi…è la società, l’ambiente in cui vivi che ti obbliga a certi ritmi, ma non devi sottostarci per forza. Almeno, questo è quello di cui io cerco di convincermi ogni giorno…
    Comunque non dovresti parlare di “generazione disdicevole”, è davvero triste sentirlo dire da un ragazzo giovane; nel senso, capisco troppo bene i motivi per cui tu ti senti più vecchio degli altri, quasi allibito di fronte a certi modi di vivere, pensare, atteggiarsi.. ma la tua mi sembra una distinzione troppo netta, metti troppa distanza fra te e loro…fra te e una potenziale qualcuna…

    @Babalon: le “pseudo” ragazze, come le chiami tu, sono, secondo me, molto ben distinguibili da quelle che non lo sono. Secondo me, e non lo dico per polemizzare, molto spesso voi ragazzi vi lasciate incantare dalla superficie…scavare vi stanca.

  7. 7
    Deimos -

    @BabalonPhoenix: ciao! che dire, mi dispiace che anche tu stia vivendo una situazione come la mia, certo che mi farebbe piacere, magari davanti ad una birra, parlerei volentieri, sfogarsi fa sempre bene 🙂 ti lascio la mia mail: belfagor_666@libero.it (non prenderti male per il 666, ero un ragazzino quando ho fatto questa email xD)

    @Mould: con il sesso facile ho chiuso, perchè ho capito che non ha senso, e dopo averci buttato anche un po’ di soldi, capisci doppiamente quanto sei stato stupido, ma vabbè, la prendo cmq come una esperienza di vita; ho paura di essere rifiutato, perchè ti giuro, io ho conosciuto davvero tante ragazze nella mia vita universitaria, e tutte ma dico tutte sembrano fatte con lo stampo, ragazze fidanzate che se la facevano con uno solo perchè ne avevano voglia, io rimasi schifato; quando sono stato fidanzato, io non l’ho tradita manco con il pensiero, sarò un pirla, ma io ero e sono fatto così,ho iniziato a covare non un odio, ma proprio uno ‘schifo’ per certe ragazze. Io sogno ancora nella ragazza seria, seria non vuol dire per forza casa e chiesa, ma che abbia un minimo di dignità,e su questo sito quando leggo certe lettere di ragazze che stanno da 8 anni con il loro ragazzo e lo tradiscono senza pensarci manco 35 secondi, ti fa capire che viviamo in una società disdicevole,, fosse per me nelle scuole sin da piccoli, bisognerebbe fare un’educazione sentimentale, perchè ci troviamo adesso con un branco di ragazze scatenate che non sanno davvero cosa vogliono dire i sentimenti, le parti sembrano che si siano invertite, poi ovvio le mele marce stanno da tutti e 2 gli schieramenti;
    Scusa per il sermone! Comunque si, è vero, l’esperienza mi ha reso diffidente dalle donne, al massimo, anche per questo forse faccio davvero fatica a socializzare con le appartenenti del sesso femminile,, è tutta una questione di testa, aggiungerei purtroppo. Un abbraccio 🙂

  8. 8
    Mould -

    Sai…nell’unica lettera che ho inviato al sito anch’io parlavo come te di quanto avessi perso la speranza nel genere maschile per via di quello che ho patito, e un ragazzo, iscritto qui, continuava a rispondermi che non avrei dovuto essere così categorica…perché non tutti sono così. E aveva ragione. Vedere con il para occhi è sbagliato.
    Anch’io spesso ho le tue stesse impressioni sulle ragazze, nonostante sia una di loro: tu vivi a Milano…devi capire che le ragazze di lì crescono in certo ambiente…è una fatica rimanere normali, integre, intoccabili a Milano…sei continuamente bombardato da input, richieste, aspettative, pretese.
    Tu parli di dignità, che cerchi dignità nella donna, io ti chiedo: dov’è stata la vostra di dignità fino all’altro giorno? Il comportamento delle ragazza di oggi viene dal tentativo di imitare la libertà che voi uomini vi siete presi da secoli…essere sfrenati, farsi chi vi pare, tradire…seguire più l’istinto che il cuore. Se voi siete così perché non dovremmo esserlo anche noi? é questo che la maggior parte delle ragazze si chiede…
    Non voglio fare la femminista, ti sto solo esponendo l’altro lato della medaglia e non sto nemmeno negando quanto detto da te… molte ragazze sono così. Ma proprio perché lo sono, e tu lo sai, il sentirti rifiutato da questo genere di persone non dovrebbe farti soffrire di meno? é importante saper dare alle diverse persone che incontri il giusto peso…

    Hai fatto economia per caso?

  9. 9
    Deimos -

    Hai ragionissima nel dire che guardare con i para occhi e’ sbagliato, e non nego che anche gli uomini siano dei gran bastardi eh! Solo che io posso parlare solo per la societa’nella quale vivo adesso, dove una ragazza ha più’ possibilita’ di fare quello che vuole piuttosto che un ragazzo. Che sia la vostra rivincita? Non ho fatto economia, studio qualcosa di molto più’ interessante 🙂 cmq ti rispetto Mould, perche’ fidati, e’ davvero raro trovare persone che riescono a capire certe dinamiche, e solo chi ha sofferto davvero per amore, chi ha visto il proprio cuore strappato e gettato per terra, puo’ dire di aver vissuto davvero

  10. 10
    Mould -

    In che ambiente strano vivi? Comunque sì, può essere una rivincita…anche se io davvero non capisco cosa ci sia da vincere. Sempre più i sentimeni diventano optional, la gente si chiede perché provarli! Appena cerco di farli valere faccio la parte della suora…quando non lo sarei per niente.
    E che cosa studi? Visto che per me quasi qualsiasi cosa è più interessante di economia mi è davvero difficile indovinare. Ho pensato a economia perché di solito quell’ambiente è un cicinin più snob e costruito degli altri…
    Avrei vissuto davvero meglio senza, credimi…comunque mi fa piacere riuscire a interpretare in maniera giusta…quando mi addentro in questi discorsi mi sembra di dire cose senza senso…sono argomenti così soggettivi e astratti che a volte scambiarsi opinioni mi sembra non porti a nulla!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili