Salta i links e vai al contenuto

Non riesco a crescere

Lettere scritte dall'autore  

Non mi sento maturo, sento di non aver fatto esperienze importanti di vita e di lavoro, sono deluso ed amareggiato. Ho 27 anni ed abito con i miei, per rimettermi a studiare in un secondo corso di laurea (dopo una prima e 2 anni di lavoro) ho rinunciato di fatto alla mia indipendenza avendo un corso con molte ore/tirocini da seguire obbligatoriamente. Nel primo periodo di questo corso rifiutai una proposta di lavoro anche. Forse ora avrei avuto già un pò di carriera.
Faccio fatica e mi odio per non essere una persona più matura ed indipendente, avrei voluto scappare tante volte da questo corso ma non ho avuto il coraggio di farlo. E guardandomi dentro l’ho fatto per non deludere le aspettative degli altri nei miei confronti. Voglio fuggire da questa vita non la sopporto più. Probabilmente sembrerò il classico viziato e scontento e forse lo sono. Mi odio per la mia poca capacità di iniziativa e per quello che conterà in questo mondo iper-competitivo in tutto. Mi sento indietro mi sento immaturo, mi sento incompleto. Ho una ragazza che mi piace un sacco e vorrei diventare migliore e completo anche per lei, ho paura di perderla. Non so come fare e quindi tiro avanti su questa strada che ormai sta per finire. Ho paura e poca prospettiva e mi odio per questo. Non odio i miei genitori, ma mi comporto come se fosse così. Vorrei uscire da sta casa. Non sopporto più di vivere ancora qua mentre la gente più sveglia di me è andata a farsi dei periodi all’estero o semplicemente si è costruita un lavoro sul quale crearsi una propria indipendenza.
Non mi sopporto mi odio per le mie scelte. Chiedo consigli, ma se qualcuno vuole fare il giudice lo faccia pure.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    fab74 -

    Ciao, io non giudico ci mancherebbe, dico solo che il fatto che te ne sia accorto significa che sei ancora vivo e non stai dormendo!
    Perciò rimboccati le maniche e inizia a darti da fare che il mondo ti aspetta!

  2. 2
    Laura -

    Il fatto che tu ci stia riflettendo denota che sei stufo della situazione e ti manca poco a scoppiare 🙂
    se non dura molto finisci ciò che devi e trovati un lavoro anche part time o nel weekend.
    Stare coi genitori conviene fino ad un minimo di formazione dopo di che conviene scappare a gambe levate, a costo di stare in 6 in un appartamento di una città universitaria 😉

  3. 3
    fab74 -

    Cara Laura non è che stare con i genitori ti impedisce di crescere, è come ti poni tu verso la vita, poi ovvio che ci sono anche i genitori che ti inconsciamente ti impediscono di crescere….
    I miei per esempio mi hanno sempre insegnato l’arte dell’arrangiarsi, conosco tanta gente che è uscita di casa e si è affidata ad un’altro genitore, compagno/a amici/che club gruppo o chi per esso sia.
    Il genitore non lo intendo come genitore fisico ma come supporto psicologico, non serve essere da soli fisicamente (anche se questo aiuta) serve essere da soli psicologicamente, solo così si può raggiungere l’indipendenza.
    Nelle famiglie arcaiche delle epoche passate i figli si sposavano e rimanevano a vivere con moglie e prole nelle case coloniche/contadine assieme ai genitori ma non per questo non crescevano.
    Finiamola con il binomio uscire di casa=diventi adulto.
    Funziona sì ma non per tutti a quanto pare.
    Il tuo genitore può anche essere l’inquilino universitario che vive assieme a te.
    Saluti

  4. 4
    ghiro84 -

    Grazie intanto per le risposte, sicuramente è il lato lavorativo a scoraggiarmi di più dato il mio carattere rinunciatario e non competitivo. Non so, probabilmente ho bisogno di supporto psicologico in questo momento per chiudere con il corso che sto facendo e poi rimettermi a cercare lavoro. Sicuramente uscire di casa potrebbe aiutarmi come nuova esperienza, anche il fatto di vedere che tutto resta uguale per me ed attorno si evolve mi deprime.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili