Salta i links e vai al contenuto

Vorrei arrivare a non pensare più alla mia ex con un altro

Lettere scritte dall'autore  Tempoepazienza
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

43 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. 31
    maria grazia -

    Va bene Boh, se avrò occasione lo leggerò. Grazie per il ragguaglio.

  2. 32
    Simone Racioppa -

    Vuoi la cura per questa tua depressione causata dalla tua ex? In questo sito ci stanno un sacco di lettere (comprese le mie) di uomini che si sono rotti le scatole del comportamento delle italiane. Leggile e fatti un’idea sul mostro che celano dentro di sé le ragazze e le donne italiane. C’è anche chi le definisce “criminali” o “psicopatiche” in altri siti.

  3. 33
    Anel -

    @ Mariagrazia: scrivi bene e mi sembri abbastanza colta, però la frase “hei pupa…spara..”mi fa troppo ridere , è da persona border.
    Ecco, penso che spesso le ragazze psycho siano le più insoddisfatte . Essendo non contente di se stesse , cercano appagamento nella conferma di piacere a tanti uomini.
    Anche noi uomini abbiamo personalità narcisiste , ma le donne ancora di più.
    In un rapporto di coppia è normale che le farfalle nello stomaco, dopo un po’, svaniscano. Quello che dovrebbe rimanere e’ la stima ed il rispetto. Questo è quello che uomini e donne non vogliono più capire.
    Personalmente quando non ero innamorato di una ragazza l’ho sempre messo in chiaro sin da subito, limitando anche i miei gesti e sopratutto non illudendo , quindi rispettando sempre chi avevo davanti.
    Il problema delle donne è che, pur non essendo innamorate del vostro uomo, vi comportate da innamorate: “tesoro, amore”,messaggi e telefonate a manetta.Sembra quasi che dobbiate seguire un copione da perfetta fidanzata. E poi vi rivelate un flop nel momento in cui capite che l’uomo è innamorato.
    Noi uomini, al contrario, non recitiamo la parte del perfetto fidanzato. Se non siamo innamorati lo mostriamo sin da subito.Salvi gli insicuri/inesperti

  4. 34
    maria grazia -

    Anel, ammetto che la coppia “ideale” che ho in mente io è quella in stile “Bonnie e Clyde”, ovvero: due diabolici alleati di malefatte che sono grandi amici prima ancora che amanti e si divertono a far danni. Sopratutto tra i bacchettoni. Per quanto mi riguarda, se non c’è complicità tutto il resto perde abbastanza di valore e il sesso è anche poco appagante.

    Il rispetto c’è solo se c’è anche affinità di idee, di intenti, di carattere. Altrimenti al limite sarà solo “educazione” di facciata ma a questo punto non vedo il senso dello stare assieme se con l’ altro condividiamo solo aspetti superficiali e “rassicuranti”.

    io invece se incontro qualcuno non metto in chiaro niente. Me la vivo, e intanto “osservo”. E se capisco che non è cosa mollo semplicemente la presa. I miei pippotti filosofici non avrebbero molto senso perchè quel dato uomo non è adatto a me, ma potrebbe essere adatto a qualcun’ altra ( o a qualcun altro ).

    Tutti abbiamo qualche tratto narcisistico in qualche misura. ma in alcuni sono eccessivi e patologici, sta tutta qui la differenza.

  5. 35
    maria grazia -

    E comunque no. Non me ne frega niente di piacere al mondo intero, mi interessa unicamente il parere dell’ uomo che occupa i miei pensieri ( e non succede mai che siano più di uno alla volta ). Ma nella vita svolgo delle attività per cui il riscontro del pubblico è importante quindi sono “esibizionista” in questo senso.

    Sono abbastanza colta, lo ammetto. Ma c’è sempre da imparare.

    Saluti.

  6. 36
    Tempoepazienza -

    Sono vicino alla conferma che ci sia un altro, vedendo certi sguardi e risate penso che sia praticamente una conferma, non una paranoia. Sto male, faccio mille pensieri che mi portano al vomito. Li immagino in qualsiasi scenario e non vorrei

  7. 37
    Anel -

    @tempoepazienza:
    Mi dispiace tantissimo. Mi sento di dirti di evitare di sapere cosa Lei stia facendo. Non serve a nulla, se non a farti del male inutile.
    Pertanto, evita di chiedere in giro e/o di indagare sulla vita di lei.
    Purtroppo è una brutta faccenda e, notando la tua sensibilità, penso che avrai bisogno di molto tempo per metabolizzare. Ma alla fine dovresti uscirne. Segui il tuo percorso con lo psicologo. Imparerai a conoscerti meglio ed a scegliere meglio per il tuo futuro.
    Non sei il solo in questa situazione.
    Un mio amico è stato da poco lasciato dalla sua compagna dopo 5anni. Hanno una bimba di 4 anni.
    Lei: non lo ama più e pare abbia un altro.
    Quindi sappi che ci sono situazioni ancora più pesanti della tua.

  8. 38
    Anel -

    @marygrazia: Se non erro, BonnieeClide non durarono molto.Furono uccisi. Le malefatte sono divertenti, ma solo per un periodo di tempo limitato. Ogni relazione deve necessariamente passare dalla fase della idealizzazione e del divertimento, alla fase della realizzazione che implica affrontare i problemi reali al fine di costruire qulcosa; sempre che ci sia amore.
    A scrivere e’ un uomo di 38anni che di malefatte ne ha fatte tante, sesso (anche con due ragazze contemporaneamente), feste a non finire e che ha deciso di essere single perché non si è mai voluto accontentare.
    da ultimo mi ero innamorato di una donna,dapprima amica, che ha ceduto alle mie lusinghe.tanto carina quanto matta e mi piaceva anche per questo.
    Lei ha voluto correre troppo:gesti eclatanti di affetto e fiducia, ha voluto presentarmi alla famiglia ed ha voluto conoscere la mia.frasi ad impatto.
    Scenate di gelosia su situazioni inesistenti. Mi disse pure che sembrava che io mi comportassi come se lei non ci fosse. Ed io sempre a cercare di rassicurarla e di darle sempre di più per dimostrarle La mia serietà.
    Sai cosa mi ha detto e cosa ha raccontato in giro quando ci siamo lasciati(per volontà sua)?che mi vedeva troppo innamorato e quindi si sente in colpa

  9. 39
    Anel -

    @mariagrazia (segue)
    Oltre a critiche carie perché per lei è stato più importante uscire a testa alta non da sconfitta ma da donna tosta che lascia e che fa soffrire. La vera verità la conosco io. Era Lei che si struggeva se uscivo solo o se praticavo i miei hobby. Mi voleva tutto per se’ o se mi relazionavo con le mie amiche (vere amiche).
    Benissimo, tutta una recita, un fuoco di paglia. La incoerenza più assoluta. Credo che nei 6 mesi di relazione Lei mi abbia osservato.tanta rabbia covata per nulla ed appena ha potuto se l’è data a gambe lasciandomi sgomento.
    Quello che critico nelle donne moderne non è la emancipazione, bensì La mancanza di coerenza.
    Anche gli uomini spesso sono così:hanno bisogno di continue conferme.non a casa mi piace definirli uomini femminei, appunto perché più simili alle donne nel modo di pensare.
    Un vero uomo non è così. Ma il problema è che il vero uomo,alle “odierne emancipate”,non piace.
    Per farvi venire le farfalle nello stomaco avete bisogno di un uomo femmineo, simile a Voi,che sappia giocare bene a scacchi e via dicendo.
    Ma di questo passo, come si può andare avanti ?

  10. 40
    Anel -

    Quindi invito le donne del forum a non fare da mera osservatrice giudicante del vostro boy, quanto più essere comunicatrici .

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili