Salta i links e vai al contenuto

Mi ama ancora, ma non mi vuole più

Lettere scritte dall'autore  

Sembra un paradosso, eppure è così. Stavamo insieme da quasi tre anni prima che mi lasciasse, con una telefonata di neanche 10 minuti, voce fredda, tono cupo ma deciso. Nessuna emozione o dispiacere è trapelata.
Negli ultimi due mesi le cose non andavano più bene, discutevamo spesso e sentivamo di aver perso qualcosa, ma io ho sempre voluto continuare a combattere per la nostra storia. Non ho mai rifiutato i grandi sforzi che richiede e che sono necessari nell’affrontare una crisi. Ma ho fatto tutto da sola, ero l’unica a combattere e sforzarmi di far andare bene le cose.
Più e più volte gli ho chiesto se fosse sicuro dei suoi sentimenti nei miei confronti, perchè non mi dimostrava più nulla, a gesti, a parole, da tanto ormai. Mi ha sempre risposto che non era quello il problema, che lui era sicuro di amarmi e di ciò che provava. Ma allora io mi chiedo, come è possibile sentire di amare qualcuno e non riuscire a fare il minimo sforzo? e non riucire a far capire all’altra persona che è importante e che la ami? Non dovrebbe venire naturale?
Nonostante le tante difficoltà il mio sentimento non era cambiato, e mi veniva spontaneo saper mettere da parte la frustrazione e continuare ad avere fiducia nel nostro rapporto. Ma a lui no. Ho aspettato, per settimane, perchè mi aveva detto di aver bisogno di tempo per riuscire nuovamente a dimostrarmi ciò che provava per me, non gli ho messo nessuna pressione.
Il culmine della crisi che abbiamo attraversato è stato meno di due settimane fa, ci siamo lasciati ma dopo neanche un giorno siamo entrambi tornati indietro sui nostri passi. E da allora avevo l’impressione che le cose stessero risalendo piano piano, abbiamo trascorso queste due ultime settimane molto tranquilli, è vero, senza l’intensità di un tempo ma ero sicura che per quello ci volesse un po’ più di tempo.
Quindi casco totalmente dalle nuvole quando comincia ad essere strano, più freddo ed evitante del solito ed ecco che allora decide di farla finita. Dicendomi di amarmi ancora, sicuro di essere innamorato ma che non ce la fa più ad andare avanti così, che non crede più nella nostra storia ed è vero che lui non ha fatto sforzi, perchè questa volta non è riuscito. Mi dice che non ce la faceva più a vedere come stavamo trascinando la nostra storia, che ci stavamo solo facendo del male.
Io mi chiedo come sia possibile dire di amare sinceramente una persona e poi arrendersi così alla prima vera,grande difficoltà. Premetto che lui è una persona che tende a gettare la spugna quando si sente troppo sotto pressione, ha già rinunciato in passato a questioni importanti per lui perchè non ha saputo reggere.
Non so più cosa pensare, se sia questa sua debolezza strutturale ad averlo portato a prendere questa decisione o se in realtà non mi ami più, al contrario di quel che dice. Forse neanche lui se ne rende conto, forse neanche lui lo sa. Perchè io non so darmi un’altra spiegazione razionale al fatto che non voglia e non sia in grado di fare degli sforzi per noi. La sua freddezza mi ha scioccata, come se la sua frustrazione e tristezza fossero state tali da non lasciargli altra scelta.
Mi sono anche chiesta se non fossi io a non voler vedere le cose per quel che in verità erano diventate, e lo penso anch’io che in questi ultimi mesi di crisi le cose non fossero più come prima e che si fosse perso qualcosa, ma amandolo così tanto non ho mai creduto che fosse impossibile uscirne e riacquistare la nostra passione. Cosa devo pensare? Sarebbe tutto molto più facile se sapessi che questo inferno sta accadendo perchè non mi ama più. Sarebbe terribile, tremendo e mi ferirebbe a morte ma almeno con il tempo avrei la possibilità di farmene una ragione.
Sarò una sentimentale, ma non riesco a concepire che ci si lasci senza averci provato davvero ed essendo ancora innamorati l’una dell’altro. Non riesco proprio a concepirlo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

8 commenti

  1. 1
    colam's -

    Ho vissuto la stessa cosa quando la mia prima ragazza seria mi lasciò. Stessa freddezza da parte sua, stessa incredulità da parte mia. Anche se ad essere sincero ero “distrutto”, diciamo dispiaciuto, sopratutto per me stesso, nel senso delle energie ed il tempo sprecati per lottare per una storia che poi è fallita. Non mi mancava lei, e mi sentivo anche sollevato.

    In sostanza io stavo lottando ad oltranza, ma ero il solo a farlo. E quando è così non c’è nulla da fare, ed effettivamente devo riconoscere che non eravamo adatti l’uno per l’altro (io pensavo che lei non si voleva adattare a me, ma se uno per stare con un’altra persona deve cambiarsi, qualcosa non va).

    Non so quanto la mia storia sia simile alla tua, ma diciamo che non sei sola ! Per inciso, ora sono sposato con una ragazza molto più adatta a me, con un bel pupetto, ed è proprio vero che “chiusa una porta, si apre un portone”.

  2. 2
    medea. -

    Grazie colam’s per aver voluto condividere con me la tua esperienza… Ancora sono frastornata dal dolore e dallo stupore, non saprei dirti con lucidità e razionalità se effettivamente non eravamo fatti l’uno per l’altra.
    Se così fosse è una cosa che capirò con il tempo credo, quando riuscirò a guardare tutto questo con un po’ più di distacco. Perché per adesso riesco solo a pensare a quanto mi manchi ogni piccola cosa di lui e quanto lo amo. Volevo solo capire se fosse possibile dire di amare ancora qualcuno e contemporaneamente non saper o non voler affrontare una crisi… Io penso non mi ami più, altrimenti non vedo un’altra ragione

  3. 3
    Eve2011B -

    Ciao. Ho letto che già avevi individuato una certa debolezza di carattere, forse é questo il motivo, o forse é proprio che non ti ama più. In questo caso puoi solo lasciarlo andare. Anche, nei tuoi pensieri, intendo. Fa soffrire ma si deve fare.
    Non cercarlo, accetta il dolore e piangi se vuoi e se puoi, però fatti aiutare anche dagli amici, stai in compagnia.
    E’ certo che tu ne verrai fuori.
    Tu mi sembri una persona in cerca di cose buone, non di negatività.
    E sappi che c’é anche il rischio che sia un indeciso, te lo ritrovi tornare e poi ancora a non sapere cosa vuole. Non volerlo tu, cerca di sapere tu cosa vuoi.

  4. 4
    Rainbow -

    Ciao medea,
    semplicemente non è più innamorato di te. O c’è un’altra sotto -il 99,99999999999999% delle volte- oppure rientri in quel 0,00000000000001% dei casi in cui nessuno è mai rientrato, dunque saresti la prima al mondo.
    A parte gli scherzi-che poi mica tanto eh- è inutile che tu ti chieda se ti ama o no, quando lui già da un bel po’ non prova più nulla nei tuoi confronti. Quando c’è amore da ambedue le parti non c’è crisi che non possa essere sconfitta. Se lui ha deciso di mollare è perchè non ti ama. Chi ama lotta fino in fondo. Devi fartene una ragione, dimenticalo in fretta e volta pagina.
    Saluti

  5. 5
    Toxicity19 -

    Molto semplicemente, Medea, non c’entra l’Amore, o meglio non c’entra l’Amore che si prova x un’altra persona.
    C’entra solo Lui e, come hai scritto anche tu, la sua fragilità. Io ho compreso, a mie spese (avendo vissuto una storia similissima alla tua), che quando un uomo/una donna decide di non riuscire a valorizzare un rapporto, pur affermando di amare l’altro/a, la causa è sempre e solo la propria nolontà di impegnarsi, di assumersi la responsabilità di sè e dell’altra xsona.
    Tu non c’entri nulla, Medea.

  6. 6
    medea. -

    Grazie Toxicity19.
    Le tue parole semplici e dirette mi hanno colpita e riscaldato un po’ il cuore. Spero che tu sia riuscita a trasformare con il tempo il tuo dolore in ulteriore coraggio, da aggiungere a quello grande che abbiamo e offriamo noi nell’amare con sincerità e dedizione.

  7. 7
    Toxicity19 -

    Figurati, Medea.
    Sì, fortunatamente la grandezza della Vita è proprio la sua capacità di trasformare tutto, anche l’amarezza o il dolore più inconsolabile. Con il tempo la rabbia si è trasformata in comprensione; il dolore in dispiacere e, poi, in accettazione.
    Questo, però, è il tuo spazio, non il mio, quindi “parliamo” di Te 🙂
    In un rapporto si è sempre in due, si deve camminare insieme, anche nelle distanze. Se ciò non accade, la relazione muore e tutto ciò non è dovuto ad una mancanza di Amore per l’altro, ma ad una mancanza di Amore (e, quindi, di Forza) per se stessi: come si può lottare in una relazione con l’Altro, se non si ha il coraggio di lottare, in primo luogo, per se stessi? E’ fisiologicamente e spiritualmente impossibile.
    Per questo motivo ti ho scritto che Tu nn c’entri nulla.
    Mi permetto di consigliarti di non “leggere” i suoi comportamenti con lo stesso codice di interpretazione con cui leggi le tue azioni e i tuoi sentimenti perchè il suo modo di Amare non è il tuo, il suo modo di reagire non è il tuo.
    Quando si interiorizza tutto ciò si riesce ad osservare la Vita, le Persone con occhi diversi, con “misericordia”.
    Io ti auguro questo, Medea 😉 🙂

  8. 8
    roberto -

    ciao sono roberto anche io sono stato lasciato,ma quello che vi posso dire che la mia storia e altrettanto brutta….
    sono stato quasi5 anni i primi 2 passati alla grande amore,passione ecc… poi ce stata la famosa crisi dei 2 anni ed io dopo qualche mese piu in la o pagato le conseguenze ricevendomi un bel non TIAMO PIU, dopo qualche mese precisamente 6 avendo avuto un flert con 1 persona,si ri fa’ sentire con 1 cavolata e mi a confermato che a provato a non amarmi ma non ce riuscita,io da un emerito cretino ma innamorato pazzo ancora di lei o pensato la cosa che mi facesse stare bene in quel momento quale era….. ed era lei,torniamo insieme dopo qualche giorno siamo stati 2 anni di nuovo cn la stessa ..almeno x me passione amore ecc…. e poi di nuovo la stessa cosa mi lascia x lo stesso motivo ma qualcosa e cambiato pero’….. non si fa’ fidanzata con nessuno ma dopo 5 mesi ritorna da me e mi dice che mi vuole parlare!!! io non ci credevo ma era li di nuovo a provare di nuovo con me… quel giorno e stato l’ultima volta che ci siamo baciati e parlati gli DISSI cosi’ VALE… TI AMO E TI AMERO’ SICURAMENTE, MA CON TE NON VOGLIO RESTARE PIU INSIEME…..sono passati 2 anni e mezzo e tutto e cambiato io sno fidanzato sono molto diverso da come ero prima e non mi manca niente….. ma lei con stupore mio in questo periodo non so cosa vuole ma cerca di riprendere amicizie mie di parlare con le mie sorelle ed anche di parlare con me e a questo punto ragazzi che avete letto tutto cio…. CHE DOVREI FARE?????

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili