Salta i links e vai al contenuto

Non arrivano i figli e muoio di invidia

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti, scrissi tempo fa per un consiglio, mi dovevo sposare e avevo dei dubbi dovuti al caratere di mio marito, egoista e con poca voglia di lavorare. Alla fine lo sposato ma le cose sono peggiorate, lo amo molto, ma mi accorgo della sua ignoranza su molte cose che lo rende ottuso, e al suo poco capire le donne. In casa non fa niente. Lui lavorava al tempo che scrissi, poco, e ancora e’ così, si campava del mio stipendio, fino a che questa crisi ha fatto perdere il lavoro anche a me. Quello che però mi distrugge di più e che quando lo sposai sapevo di un suo problema, e cioe’ che aveva poca motilità e poco liquido spermatico, per cui le probabilità di rimanere incinta erano poche. Il pensiero mi logorava ma mi promise che dopo sposati avrebbe fatto una cura per rinforzare lo sperma. Bhe’ alla fine della cura non l’ha fatta, solo il signore sà cosa mi e’ costato fargli prendere delle fialette. Voi non avete idea di come mi sono sentita ingannata, mi ha sposato promettendomi mari e monti invece…. dopo la cura lo spermiogramma ha dato lo stesso esito, sono molto deboli. Io soffro tantissimo, in più da poco suo fratello ha avuto un bambino con una ragazzina dopo 1 anno che si frequentano. Io sto morendo dall’invidia e mi sento terribilmente sporca e cattiva. So’ che e’ normale e umano, ma la cosa che mi rattrista di più e il fatto che mio marito non mi ha mai detto che si sente in un certo qual modo colpevole perché il problema e’ suo. Vive tranquillo, anzi e’ contro altre cure e sentire un andrologo (perché le fialette glie le diede il medico di base). Rimanere così sperando in un miracolo e’ atroce, e in più sapere che un medico del suo campo avrebbe magari trovato una cura mirata se’ lui andasse. Mi trovo logorata e disperata, non riesco a perdonare mio marito. E avvolte ho dei dubbi, che lui e’ innamorato di me però a modo suo, io dovrei lavorare e badare alla casa e lui fa le sue poche ore e si sdraia in poltrona, avvolte penso che prima quando avevo un bel posto e portavo il bel stipendio era sempre gentile. Ora con la scusa che non c’e’ lavoro si culla.
Invidio gli altri e penso perché a me?
Scusate lo sfogo….
A presto.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook Non arrivano i figli e muoio di invidia

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Salute

9 commenti

  1. 1
    cyber81 -

    Scusa la franchezza ma… chi te l’ha fatto fare di sposarlo? Lo sapevi a cosa andavi incontro.

  2. 2
    Nathan -

    Le premesse di un matrimonio sono amore e fedeltà, se arrivano i figli bene altrimenti pazienza. Conoscevi i problemi di quell’uomo prima di sposarlo dunque ? pensavi che un medico schioccando le dita gli avrebbe tolto tutti i problemi ? Non funziona così sfortunatamente. Possono esserci delle cure delle terapie che aiutano. Può esserci una inseminazione artificiale ma anche la scienza ha i suoi limiti. E’ triste il fatto che stai li a roderti ed invidiare altri. Quando ci sono migliaia di bambini abbandonati negli orfanotrofi..

  3. 3
    remo -

    Ma perchè voi donne siete cosi autolesioniste? Pensate che ergendovi a crocerossine un giorno riuscirete a cambiare certi uomini! Ora l’hai sposato sapendo di che pasta era fatto che consigli pensi di poter ottenere da questo sito! La domanda che devi porti è una sola continuare o voltar pagina con un salto nel vuoto?

  4. 4
    Mau -

    Ciao Reve,
    rileggendo la tua prima lettera mi viene il dubbio che il fatto di avere 37 e passa anni ti abbia in qualche maniera condizionato nella scelta di sposarti, pensando che poi in fondo tutto si potesse aggiustare con un po’ di buona volontà.
    In sostanza il matrimonio, vista l’età, lo hai forse considerato come prevalente rispetto ad altri problemi, considerato anche il fallimento della precedente esperienza di convivenza. Ora, spero di no…ma mi sembra di capire che si prospettano anche difficoltà economiche, e quindi in una situazione di disagio anche le piccole cose diventano grandi problemi, fonti certamente di eventuali discussioni.
    Non mi piace però il fatto che tu ‘colpevolizzi’ tuo marito per questo suo problema fisico. Non è una colpa, si è fatti così. Del resto lo sapevi, no?
    Come sapevi quale carattere avesse. Caso mai è una colpa non provare a curarsi, come promesso.
    Non so, ma credo che tu abbia molte responsabilità qualora il tuo matrimonio giungesse a rapida conclusione. Sii sincera con te stessa, non hai ben valutato molte cose. Si certo…c’è l’amore….Beh anche qui permettimi una domanda…lo ami veramente? E prima che a me rispondi a te stessa…
    Se rispondi si, un si convinto, straconvinto, beh…c’è poco da dire…voler stare con qualcuno, qualunque cosa succeda, perchè lo si ama al di sopra di tutto e tutti…. è già risposta definitiva a qualsiasi obiezione. E’ una pietra tombale su tutte le chiacchiere.
    E proprio per questo si sopporta tutto, e anche di più.
    Se rispondi ‘ni’, cioè un significato in bilico….beh che tipo di suggerimento pensi ti si possa dare? Anche in questo caso ti sei risposta da sola….
    Saluti.

  5. 5
    rob -

    Ci sono cliniche in cui prendono lo spermatozoo (anche unico) e te lo impiantano…..io ho risolto con PERSONA una macchinetta che dice quando ovuli…..la mi lei mi stordiva di spermiogrammi e dura vita sessuale
    Poi si è scoperto che ovulava un mese si e uno no a fasi alterne ed in giorni diversi…..
    importante comunque che il tuo lui non si ammazzi di segh.. nel periodo del concepimento e faccia vita sana…
    Se non risolvi cosi ricorda che lo sperma non è raro è di facile produzione ed è la sostanza che si spreca di più al mondo!!!

  6. 6
    IO -

    descrivi tuo marito come un distributore di sperma che non funziona bene.. un pò triste devo dire.
    Stai attenta perchè lo sai dove andrai a finire? che ti farai bombare da un altro e rimarrai gravida, dicendo a tuo marito che è suo, anche se sa perfettamente anche lui che non può averne
    Perchè non vi fate un viaggio all’estero per la fecondazione assistita?

  7. 7
    LAchim -

    Ciao Io, no, non è un distributore di sperma però il punto di vista di Reve posso capirlo perche’ se si è sposato e ha deciso di fare una famiglia e’ giusto che si sottoponga a qualche esame per vedere cosa c’è che non va (cosa che peraltro aveva promesso di fare).
    Questo problema, la mancanza di lavoro, sono cose che mettono a dura prova una coppia, spero tanto riusciate a risolvere tutto.
    Ottimo il consiglio di Io di fare un viaggio per la fecondazione assistita.
    Tanti auguri.

  8. 8
    Dottor -

    conosco coppie felici senza figli!!! vabbè tutto dipende da quanto ami il tuo uomo!! voglio vedere se fosse al contrario cosa succedeva!!!te lo dico io: lui non ti lascerebbe lo stesso!!! solo che per le donne nn avere figli è come una sconfitta!!secondo me potete vivere anche senza figli,l umanità non si estinguerà!! comunque informati bene sulle fecondazioni assistite qui in italia!! tanti auguri!! ciao

  9. 9
    reve -

    Ringrazio a tutti per i consigli, ho aprezzato molto il consigli di Lachim e di Mau. Non ritengo mio marito un distributore di sperma, e lo amo molto, credetemi, ha grossi difetti tra cui non aver molta voglia di lavorare ed essere egoista, e maschilista. Eppure amare è amare anche i difetti e lo faccio. Il fatto è di avermi in un certo qual modo “tradita”, forse non c’è neanche bisogno di fare la fecondazione assistita, basterebbe forse (ed è questo che chiedo), parlare con un’andrologo che è uno specialista, non affidarsi solo a cure del medico di base. Ecco tutto. Non ci sì può arrendere nel 2013 solo all’opinione del mdico di base che gli ha dato degli integratori, magari lo specialista (esistono per questo), avrebbe mirato a una cura diversa più eficace. Sè anche questo non avrebbe funzionato mi sarei rassegnata e avrei continuato a vivere tranquilla, ma capite, avere anche solo una possibilità e non sfruttarla per la tua poca voglia (che per le sue cose non è così) mi rende triste. Adesso faccio la domanda a te Lo, questo è amore o paura di affrontare o egoismo da parte di un uomo che ti promette le cose prima di portarti all’altare?
    Grazie a tutti.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili