Salta i links e vai al contenuto

Niente sogni, speranze…

Lettere scritte dall'autore  

Sono una ragazza di 30 anni e posso definirmi una fallita.
La mia vita assomiglia ad un film drammatico, infinito, al quale vorrei mettere la parola fine.
Sono ormai 6 anni che soffro di depressione; passo interi mesi tra il letto e il pc rinchiusa in casa.
Non voglio vedere nessuno, non ho la forza di affrontare la vita.
Sono ancora iscritta all’università, ma faccio in media 2 esami all’anno.
Mi restano 5 esami, ma non ho la concentrazione e la determinazione per studiare.
Faccio fatica a ricordare un momento felice della mia vita perché fin da piccolissima vivo una situazione familiare molto tormentata.
I miei non sono separati (anche se a mio parere avrebbero dovuto farlo da tempo), ma litigano in continuazione: urla, botte, improperi etc sono all’ordine del giorno.
È questo il modo di affrontare la vita dei miei genitori e io ho sempre dovuto subirlo.
Negli ultimi tempi mio padre mi caccia spesso di casa, ma io non so dove andare.
Dulcis in fundo, vivo una storia sentimentale distruttiva: tutto è incominciato a 15 anni, ho conosciuto il mio ex e siamo rimasti insieme per quasi 9 anni; 9 anni di clausura, vivendo nella sua ombra con un continuo senso di inferiorità.
Mi ha lasciato 6 anni fa e da allora non abbiamo mai troncato definitivamente i contatti; spesso ci siamo visti solo per fare l’amore, ma pian piano dall’amore si è passati al sesso.
Scusatemi, ma i pensieri affollano la mente e non mi danno la lucidità necessaria per continuare a scrivere, quindi concludo dicendo solo che vorrei morire e togliere il disturbo a tutte le persone che mi stanno attorno e che devono sopportare la mia apatia!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

10 commenti

  1. 1
    colam's -

    Ciao coetanea, credo che soffri “semplicemente” di depressione non curata.

    Dovresti aver il sussulto di energia vitale (che hai senno’ non ti sarebbe venuto in mente di scrivere qui) per ribellarti alla situazione e prendere finalmente la tua vita in mano.

    Per me dovresti espatriare e ricominciare da zero lontano da genitori e ragazzo storico.

  2. 2
    Pony -

    Carissima Fly, mi dispiace infinitamente per la situazione che stai vivendo. Spero con tutto il cuore che tu abbia troncato col tuo ex, è una delle cause che ti hanno ridotta in questo modo.
    Se non l’hai ancora fatto, il primo passo per superare la tua depressione è di mandarlo allegramente a cagare, in tutti i sensi.
    Lo so che è difficilissimo, ma per esperienza ti dico che non è impossibile.
    E si, vai a vivere lontano dai tuoi, con tutti i rischi ed insicurezze che comporta, cambia aria. La forza dentro di te per fare queste cose ce l’hai è solo che secondo me non hai voglia di provare.
    Pensaci bene per favore.
    La vita ti offre di agire, di fare qualcosa e allora vai e vivi!!
    Lo so che è poco ma se hai bisogno io sono qui tutti i giorni e sono sicura che ci saranno altre persone disposte ad aiutarti.

  3. 3
    fly79 -

    Ciao Colam’s grazie per avermi lasciato un commento, purtroppo credo che i tuoi consigli siano irrealizzabili.
    In questi anni ho provato a curare la mia depressione: sono stata in cura da uno psichiatra, ma dopo 1 anno, ho interrotto i colloqui a causa di un evento scatenante, e comunque non credo di aver risolto un granchè.
    Non posso permettermi uno psicologo privato perchè non lavoro e i miei non navigano in buone acque ( quei pochi soldi che restano della liquidazione di mio padre li stanno conservando nel caso decidessi di sposarmi).
    Ho provato infinite volte a ribellarmi , presa da un “sussulto vitale” ma non ho risolto molto.
    Mi sono trascinata avanti barcamenandomi tra tutto e tutti.
    Espatriare? ho vagliato anche questa possibilità, ma come posso vivere in un altro paese senza un lavoro o un punto di partenza? Nessuno dà lavoro ad una trentenne non laureata, pochi ti offrono lavoretti che ti sfruttano e ti pagano così poco da non permetterti un minimo di indipendenza.
    Pensi davvero che possa allontanarmi e sparire? i miei chiamerebbero i servizi segreti per scovarmi!
    Vorrei solo morire e togliere il disturbo a tutti e soprattutto a me, perchè non mi sopporto più!

  4. 4
    colam's -

    Beh forse adesso temo sia tu che ti stai ponendo dei limiti.

    Per espatriare in Inghilterra o Irlanda basta voler fare la cameriera, e sei pagata abbastanza per vivere, impari la lingua e hai tempo libero per proporti in altri lavori. Una lettera recente e’ stata scritta da Sabo che ha fatto questa esperienza, chiedi a lui come ha fatto (credo la lettera sia “non mi riconosco più e voglio muorire”).

    Potresti anche allontanarti senza sparire, cosi i tuoi non si allarmano. Pero’ il belle e’ che quando sei fuori patria, se vedi sul telefono che sono loro che ti chiamano per l’ennesima volta puoi anche non rispondere !

    Non so se l’espatrio sia la soluzione a tutto, ne’ la migliore soluzione in assoluto, ma sara’ sempre meglio che mettere fine ai tuoi giorni (quello si’ che sarebbe uno spreco) o continuare a deprimerti.

    Comunque devi cambiare qualcosa ! Se farai quello che hai sempre fatto continuerai ad ottenere quello che hai sempre ottenuto.. E che ti fa star male.

  5. 5
    fly79 -

    Caro Pony, sono sei anni che cerco di chiudere col mio ex, ma finisce sempre che ci rivediamo e si ricomincia tutto daccapo.
    Dopo circa un anno dalla separazione, credevo di aver incontrato l’uomo giusto, ma m’illudevo perché è bastata una telefonata del mio ex per far crollare ogni certezza.
    Insomma, ho cambiato cinque schede telefoniche, il numero di casa, non ho risposto per mesi alle sue telefonate e messaggi, ma non è servito a nulla: ho finito sempre per cedere o l’ho cercato prima io.
    Mi chiedi perché? é come se la mia vita senza di lui assomigliasse a una barca in mezzo all’oceano e lui è la bussola che m’indica la strada.
    Fin quando il mare è calmo, riesco a gestire le emozioni, ma appena c’è aria di tempesta sento l’indomabile bisogno di sentirlo.
    E’ stato il mio punto di riferimento da quando avevo quindici anni, proprio non riesco a immaginare la mia vita senza di lui. Il problema è che non riesco a immaginarla neanche con lui!
    Ultimamente ho sofferto anche di attacchi di ansia: incomincio a respirare affannosamente e mi sento scoppiare.
    Ora sono circa tre settimane che non lo sento e non lo vedo, perché abbiamo litigato e l’ho mandato a quel paese!E’ come se la mia vita si fosse fermata al 20 Agosto.
    Ho litigato con mia madre perché lei non voleva che tornassi tardi la notte, mi ha rinfacciato che devo lavorare, studiare, fare i servizi e uscire, tutto questo mentre sopporto i loro continui litigi.
    Mio padre mi controlla cosa mangio, quante volte mi faccio una doccia e altro ancora; mia madre critica e offende le mie amiche ed è sempre in guerra con me.
    Le ho già provate tutte: ho lavorato per pochi spiccioli (trascurando l’università) sono andata a vivere da mia nonna per un anno, ma poi sono stata costretta a tornare a casa.
    Credo che l’idea di andar via, senza una meta, senza un lavoro, senza un piccolissimo punto d’appoggio sia impossibile.
    Sono soluzioni giuste solo a chiacchiere!
    Conosco persone che l’hanno fatto, ma tutte avevano una persona con cui condividere questa scelta, o un lavoro, un amico.
    Io non so proprio da dove cominciare!
    Mi dite che devo cambiare qualcosa, ma io non ho più la forza per farlo e soprattutto non ho più sogni né stimoli!

  6. 6
    colam's -

    Eh, messa cosi’ e’ un bel problema..

    Non so, qui mi pare che i scherzi sono finiti e si fa sul serio veramente, penso che dovresti sentire l’urgenza e la gravita’ della tua situazione: si tratta della tua vita, dell’unica che hai.

    Non scherzo: forse una vocazione tipo ONG, medici senza frontiere, vita ecclesiale, insomma dono di se’ agli altri ? Perdere la propria vita per salvarla ?

  7. 7
    Pony -

    Fly cerca di recuperare la tua vita a piccoli passi. E’ normale talvolta non avere stimoli, sta a noi ritrovarli.
    Ricordati sempre che sei tu l’artefice del tuo destino, non puoi aspettare che le cose ti cadano dal cielo.
    Comunque come stai in questi giorni?

  8. 8
    fly79 -

    Grazie Pony, le tue parole mi hanno aiutato, e soprattutto le parole di una mia cara amica che ha saputo starmi vicino in questi momenti bui!
    Ho deciso di puntare su un unico obiettivo: la laurea!!
    Ce la sto mettendo tutta, ma ho paura di ricadere in depressione, ho paura di sentirmi troppo debole, ho paura di non riuscire a smettere di pensare al mio ex.
    Speriamo bene!
    Grazie a tutti, per il vostro sostegno!

  9. 9
    marta -

    mi piacerebbe mettermi in contatto con te. dove abiti?
    le mail si possono pubblicare?
    in caso a.ciao@libero.it

  10. 10
    Andrea -

    Forza! La vita fa schifo a tutti! c’è sempre qualcosa di peggio! lotta
    per il meglio!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili