Salta i links e vai al contenuto

Musulmani

Vi segnalo una ragazza che dall’8 gennaio 2003 ogni settimana aggiorna il suo blog con notizie dall’Iraq martoriato: link.

Questo e’ invece un Palestinese che racconta cosa succede, alla sua maniera. Ogni tanto scrive anche racconti che aiutano la comprensione: link.

poi:
Inviare le truppe ONU nel Darfur non è affatto una soluzione
Il problema del Darfur: una rivoluzione strategica dietro l’intervento internazionale in Sudan?
La risoluzione africana e la salvezza del cittadino sudanese
Gli elementi principali della crisi del Darfur: link.

SCRITTORI ISLAMICI: link.

**

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

- Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Mondo

22 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Yoel -

    E io ti segnalo questo articolo… “Proteggersi dal ritorno del Medioevo”
    http://www.rael.org/press/italian/pages/press_releases/080206.html

  2. 2
    filippo -

    se la contro-citazione di Yoel mira a mostrare che l’occidente è superiore, allora faccio presente che gli occidentali (europa e sue ex-colonie) pensano che siano sufficienti 6 ave maria e 4 pater noster per far obliare millenni di abusi, ancora attuali, ai danni degli altri e per mettersi sul pulpito a fare prediche.
    sorvolando sulle devastazioni fisiche e morali che l’occidente ha “esportato” e ancora esporta ovunque, mi limito a dire solo che mi faccio una pessima opinione di chiunque meni vanto di civiltà dopo aver calpestato, fra le altre cose, la culla della civiltà occidentale e dopo averla sfruttata e avervi installato briganti politici per motivi di basso tornaconto.
    queste ipocrisie sono state senza dubbio alcuno apprese dai preti e sono considerate tanto utili e comode che i pessimi soggetti le usano pure quando si dichiarano atei.
    per accusare gli Arabi di nefandezze e far loro le prediche bisogna prima di tutto mondarsi dei propri peccati contro l’orbe terracqueo, cosa che non mi pare stia accadendo .. anzi!, poi bisogna uscire da casa loro perché non è casa nostra e non ci hanno invitato e infine ascoltare le eventuali grida di dolore che dall’Arabia si levano verso il consesso delle Nazioni impetrando soccorso contro l’Arabo cattivo e prepotente.
    che poi l’Arabo cattivo e prepotente ricatti l’occidente per il petrolio, questo non viene dall’Arabo in generale, il quale il petrolio l’usava per far luce finché l’occidente gli insegnò che serviva anche ad affumicare in modo industriale.
    e poi, meglio non considerare questi Arabi tutti eguali .. no?!, perché allora cosa vieta loro di considerare noi tutti eguali a berlusconi e a bush, agli industriali sfruttatori, o a Ruini o ai centri sociali o a Fiamma tricolore?!
    un mondo pieno di figuracce!!
    ritorno al medioevo?!
    quando mai è finito il medioevo, se stiamo ancora vivendo pestilenze, morte, guerre e carestie?!
    bastano forse un poco di lustrini e la solita tranquillizzante pubblicità di regime per mutare la pelle del mondo?!

  3. 3
    Yoel -

    Caro Filippo,
    Non è una questione di superiorità ne di scontro di civiltà…. Ti suggerisco di andare a leggere l’articolo che ho inviato il 09/02/2006 Israele vuole la democrazia araba?, o quello sulla Libertà d’espressione poi leggere anche il mio commento del 09/03/06 sul articolo di Claudio : L’iniziativa dei musulmani moderati ha il nome di donna!” magari capirai la mia vera posizione!
    Ho vissuto più di 20 anni della mia vita con i musulmani, e ti poso confermare che nonostante tutto quello che dicono e scrivono il problema principale non è politico ma religioso! Sembra assurdo ma è proprio così.
    – Sono a favore di due stati in Palestina con unica capitale aperta Gerusalemme.
    – Tutte le colonie Ebraiche nei territori palestinesi devono essere smantellate.
    – Tutte le truppe stranieri devono uscire immediatamente dall’Iraq.
    – Non credo assolutamente “nell’esportazione” della democrazia occidentale nei paesi Musulmani e/o Arabi.
    Ma quando mi parlano di musulmani moderati, ho un qualche difficoltà di riconoscerli tali!
    Sapevi che nel sistema scolastico in tutti paesi musulmani, nel quale i libri di testo adottati svolgono per lo più una funzione di indottrinamento degli studenti alla «guerra contro gli infedeli».
    Questo come lo voi definire? Non è ritorno al medioevo?…
    Cari Saluti

    N.B. : Questi infedeli siamo io te e altri 4 miliardi di persone su questo pianeta!

  4. 4
    filippo -

    mi conto tra quelli che non sono disposti a scordare la Storia per i guasti introdotti dall’Occidente o a far da supporter di VII crociate, manco al prezzo di farmi considerare infedele da 4 arabi fondamentalisti imbecillizzati dall’occidente!
    se proprio vuoi considerare le radicalizzazioni di questi ultimi decenni come il testo sacro per eccellenza di sicuro è affar tuo, ma questa è solo minima parte della realtà storica e ammetterai che i musulmani non li frequenti solo tu.
    quanto al medioevo, continua a valere ciò che ho detto nel precedente commento, con una piccola chiosa: lo sapevi che negli Stati Uniti in questi giorni il Ku Klux Klan sta acuendo la caccia all’Ebreo, considerato colpevole di aver scatenato le guerre in Medio Oriente, così come era stato considerato colpevole il Mossad di aver attuato l’attacco alle Twin Towers? in quei giorni i nazifascisti antisemiti americani dissero che la prova stava nel fatto che nessun ebreo era perito nelle torri, cosa ovviamente non vera! che cosa moderna quest’Occidente eh?!
    ciò detto, tornando alle cose pratiche, vorrei capire a cosa alludi quando dici “ti posso confermare che nonostante tutto quello che dicono e scrivono il problema principale non è politico ma religioso”.

  5. 5
    Yoel -

    Caro Filippo,
    Hai tirato in ballo troppe cose che centrano poco con l’argomento in discussione.
    In ogni caso a mio avviso la radice dei problemi con il mondo Islamico non è politica ma religiosa, lo poi trovare nel 5° “emendamento” della religione Islamica…
    I fondamenti dell’Islam sono basati su 5 punti principali :

    1. la preghiera, che si ripete 5 volte al giorno volgendo il viso verso la mecca.
    2. l’elemosina legale dovuta allo Stato, il quale si assume il dovere di tutti
    3. il digiuno dall’alba al tramonto, che viene osservato per tutto il mese sacro del ramadan
    4. il pellegrinaggio alla Mecca, da compiersi almeno una volta nella vita.
    5. la confessione di fede, cioè la lotta contro gli infedeli.

    E’ una religione che prevede la Gihad, “guerra religiosa Santa”, contro i non musulmani… …questa guerra, se non lo sai ancora è già in corso…e purtroppo andrà sempre peggio…

    p.s. : Ti allego un sito molto curioso sui “manuali” per il musulmano all’estero, pubblicato da un paese islamico così detto “moderato”, (tradotto in Italiano da Christian Rocca … un anno fa ) http://www.ilfoglio.it/uploads/camillo/esportarejihadus.html

  6. 6
    Antonio -

    Aho raga..
    abbiamo la cattiva abitudine di giustificare le nostre perversioni tirando in ballo le religioni, la religione ognuno deve tenersela nel cuore senza esibirla, non esiste alcun Dio che avvalli assassini in suo nome. Quello lo condanno a morte solo perchè si è permesso di cambiare religione, ma questi sono pazzi furiosi esattamente come i bigotti cristiani. Va rispettata la vita di tutti, perchè di cartuccia ne abbiamo solo una e nessuno si deve permettere di spararla per noi.

  7. 7
    filippo -

    – anzitutto è IL Gihad (o Jihad) e non LA Gihad. il Gihad NON è la Guerra Santa contro gli infedeli, ma la Guerra Santa contro sé stesso, i demoni personali, le passioni, per giungere al Dio (il Gihad Akbar), null’altro che l’illuminazione kabalistica o, se vuoi, lo Spirito Santo del Cristianesimo, il Nirvana etc…. il senso del Gihad è stato modificato nel tempo né più né meno che il senso del Cistianesimo originale, che da “dimostrazione” della potenza dello Spirito è stato trasformato in evangelizzazione teologica, ossia quanto di più cretino possa esistere sulla faccia della Terra, nonché violenza imperialista, laddove non può essere oggettivamente detto che l’Islam si sia fatto strada con la spada (prego di non avviare il solito elenco, al quale si deve rispondere con le solite contro-argomentazioni etc…).
    – se ti riguardi l’apertura di AldoVincent, che si potrebbe definire “invito a considerare l’alter” e la tua prima risposta vedrai che ciò che ho detto è del tutto pertinente (ho dato un’occhiata al tuo primo link e non mi è piaciuto punto; abbiamo bisogno di laicismo e non di benzina sul fuoco stile Calderoli!).
    – il tuo link http://www.ilfoglio.it/uploads/camillo/esportarejihadus.html
    non risponde; nondimeno, se è ciò che annunci, ti ricordo che il Vaticano ha un’organizzazione chiamata “Congregazione per la dottrina della Fede”, il cui Prefetto e stato J. Ratzinger, noto fondamentalista, fino a poco tempo fa. adesso il soggetto si contiene perché deve stare sulla scia più moderata di G. P. II, ma la Congregazione è sempre lì e, se si va avanti sulla scia delle Guerre Sante e delle radici cristiane dell’Europa e del ritorno al MedioEvo, non tarderà a rivelarsi ancora una volta per ciò che realmente è.
    – Antonio dice bene e il tuo elenco non ha risposto alla domanda pregnante:
    da cosa deduci che il problema è religioso e non invece politico petrolifero mafioso con mascherata religiosa pazzoide fondamentalista?!.

  8. 8
    filippo -

    nel fare il cut-n-paste si è persa la prima riga da cui si capiva che stavo rispondendo a Yoel, precisazione probabimente superflua, ma doverosa!
    inoltre s’è persa la sottolineatura della domanda finale, sottolineata perché ci terrei davvero a conoscere su che ti basi per dire ciò.

  9. 9
    Alex -

    Ho vissuto 10 anni in Arabia Saudita e devo dire che Yoel ha perfettamente ragione.

  10. 10
    filippo -

    fermo che, come è ben evidente e già detto, le radicalizzazioni di questi ultimi decenni non possono fare bibbia in generale a causa delle pressioni operate dagli interessi economici e politici dell’occidente, vorrei sapere da Alex in base a quali fatti secondo lui Yoel ha ragione, ossia su quali basi concrete Alex concorda che le motivazioni del contrasto sono autenticamente religiose e non strumentalmente religiose, ossia di “guerra contro chi non è islamico” (ossia contro cattolici, ebrei, buddisti, taoisti, scintoisti, induisti etc…) piuttosto che di “guerra di monopoli petroliferi” mascherata e amplificata da un Jihad deteriore.
    è importante chiarire questo, perché se riguarda tutti i non musulmani, allora dobbiamo prendere atto che una certa parte del mondo arabo semplicemente vuole essere estinto e noi lo possiamo aiutare senza che dal canto nostro si tirino in ballo le crociate, mentre se riguarda i governi monopolisti allora forse dovremmo operare dei distinguo alla luce di valutazioni storiche, economiche, finanziarie, di mercato, di modelli di sviluppo e cose del genere e allora potremmo appunto accorgerci che il problema sta solo in una minoranza di Arabi che stanno cavalcando la questione e usano la religione per manovrare altri Arabi o islamici in generale.
    in tal caso, dobbiamo prendere atto che il nemico è sia di qua sia di là e non solo da una parte!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili