Salta i links e vai al contenuto

Momento triste

Di seguito l’ennesimo cattivo pensiero che mi pervade la testa di sera!

Non dovrei essere pazzo se sono consapevole degli errori perpetuati negli anni, come a sottolineare una propedeuticità nella crescita… sbaglia questo per far si che le spalle si facciano grosse e si abituino a fronteggiare problemi più grandi di quelli che ora hai.
Bene… ho le spalle larghe!! ho la mia corazza che mi protegge dal mondo esterno, per meglio dire una sorta di armatura di egoismo che non permette a tutto me stesso di guardare al di là di quello che sono per le persone. Non voglio saperlo….i commenti non mi toccano, procedo lento e calmo per la mia strada sempre tenendo presente che il tempo si esaurisce velocemente da queste parti! Siamo quello che siamo, le persone non cambiano è sempre stato il mio motto, ebbene si…non cambiamo per niente; I nostri sogni, i nostri modi di essere come siamo e perchè lo siamo è una cosa che riguarda solo noi…meravigliosamente noi stessi. E allora? Perchè siamo sempre li a scegliere qualcosa che c’è o non c’è? perchè mai una certezza dai piani alti? Io dico sempre che dove non v’è spiegazione, c’è già una decisione!!!
Vi starete chiedendo il perchè di questo vaneggiamento….e in fin dei conti anche io me lo chiedo! Non capita sempre di poter scrivere in libertà da impegni e al di sopra degli sguardi.
Ve lo dico!
Mi occupo di bambini disabili! Lavoro con loro 13 ore al giorno, il più delle volte senza sosta ininterrottamente; fin qui tutto regolare, infondo è il lavoro che mi sono scelto e sapevo di questi orari e che qualcosa sarebbe cambiato.
Sono assunto in un associazione di volontariato a “progetto”, cioè percepisco 400 euro netti dall’associazione e integro il tutto con il servizio civile, quindi 833,00 euro in tutto. Anche fin qui di problemi zero. Ho un lavoro, e per di più un lavoro che mi piace tantissimo.
Nel 2009 probabilmente verrò assunto in pianta stabile dall’associazione come autista di ambulanza (si…sono anche autista d’ambulanza e ho lavorato anche a bordo delle ambulanze del 118 abruzzo soccorso, quelle con medico e infermiere)! Il problema e che, dopo 3 anni in cui ho sviluppato rapporti con assistenti sociali, famiglie, i bambini, centri scuole etc. mi sento messo da parte. Ogni giorno, settimana, mese, anno li con le liste in mano a far quadrare gli orari di tutti i bambini di modo che nessuno perda le terapie o la scuola. Ricevo una media di 5 telefonate al giorno da famiglie, istituzioni etc. per gli stessi trasporti. A volte lo stress lo sento tutto e a volte sono sull’orlo del burnout come lo chiamiamo noi (perdita dell’empatia e “sbrocco” totale)
Probabilmente se parlassi col consiglio di questo mio problema mi direbbero che sono molto più utile in sede a coprire i turni di servizio in ambulanza che a portare bambini in su e in giù per tutta la provincia di Teramo. Credo che loro, li dentro, non ci abbiano capito proprio niente!
La battaglia la perderò in partenza, è scritto già….perderò i miei bambini e sarò costretto a fare ciò che il consiglio mi dirà di fare….o questo o un altro lavoro. Di sicuro!
Il fatto e che io di lasciare i miei bimbi non ne ho intenzione….ma la battaglia si prospetta dura, e credo, che all’ultimo il risultato sarà che mi toccherà “piegarmi” al volere dell’associazione.
Io non sò se cosa ne sarà domani di quello che ho costruito, se ci sarà un altra persona in grado di continuare e magari migliorare il servizio che ho costruito su mille difficoltà…non lo sò proprio! Ma tutto questo mi lascia un amarezza profonda…lasciare tutto in balia di una x…….si di un’incognita!
ALbertino la mattina ha bisogno del suo cappuccino, rigorosamente preso al bancone del bar, e tanto per dirla tutta…cambiando sempre il bar di modo tale che veda sempre baristi nuovi! Alfonsino vuole le sue caramelle gommose la mattina. Elena prende del latte tiepido bianco! Ilaria vuole sentire i suoi cd con le canzoni che la fanno ridere; Luigi vuole cambiare le marce (ha imparato anche a ridurre basandosi solo sul rumore del motore) e vuole il suo maritozzo panna e cioccolata; Paoletto vuole portare il pulmino seduto vicino a me sul viale di casa e vuole mettere la folla appena arrivati davanti casa. Nico vuole prepotentemente sentire i Finley! Lorenzo vuole essere il coach dell’associazione durante le partite di calcio tra le varie croci. Paoletta ha sempre fretta in tutto! Metterli tutti d’accordo non è facile la mattina…..chi verrà dopo di me sarà disposto a fare tutto questo? pagherà caramelle, cappuccini e sopratutto….. li tratterà come li tratto io? Anche se facesse tutte queste cose io non sarei contento di non stare più li con loro! ma almeno il male minore sarà che perlomeno loro non avranno cambiato abitudini, e in definitiva, impareranno a voler bene a un altra persona come lo vogliono a me spero!
Prima rileggevo la lettera che ho scritto un pò di tempo fa sulla mia Kay….e come vedete, e come scopro io….i problemi sono tutt’altri che una storia d’amore a senso unico.
Che ne pensate? mi piego o lascio? vada come vada mi godo gli ultimi momenti coi miei bimbi!

LEGGERO 83

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Me Stesso

5 commenti a

Momento triste

  1. 1
    xaver -

    e’ sempre un piacere leggerti…….vorrei essere aulico ma non e’ il momento ora e’ il momento di agire.
    Azione, mi sono ripromesso dopo l’inferno che ho passato, di aiutare di dare un cosiglio a tutti quelli che piu’ o meno si sono trovati nella mia stessa situazione.
    Ho studiato mattoni di pscologia, ho assillato amici….
    E’ ho capito che essere nudo e crudo, serve, come lo fu uno su questo sito.
    Leggero, raccontaci ancora di queste belle storie, lascia perdere quella sciaquetta, e vai avanti……

  2. 2
    Gianluca -

    leggero83:
    Io ho fatto tanti sforzi (e ho letto vari libri per farlo) per poter vedere al di là di quello che sono le persone, al contrario di come fai tu. Alla fine, anche se ho ancora molta strada da fare ci sono riuscito, e ormai lo faccio senza rendermene conto: ogni volta scavo nelle persone, vado il più a fondo possibile, ma alla fine mi sono accorto che sotto tante belle apparenza uno più scava e più trova m…a!le eccezioni le posso contare sulle dita di una mano. Quindi non ti biasimo nel modo più assoluto!
    Inoltre il fatto che le persone non cambiano mi è sempre stato detto da una persona che ne sa molto più di me.
    X quanto riguarda il fatto che combatti la tua battaglia, anche se sai che forse dovrai “piegarti” al volere dell’associazione ti dico che sei una persona fuori dal comune. Pochissime persone sarebbero in grado di fare una cosa così nobile. Sul braccio del mio pugile preferito c’è un tatuaggio che dice: “non esiste sconfitta nel cuore di chi lotta”. E io credo proprio che in ogni caso tu non sarai sconfitto!
    Non ho mai visto una persona che si batte in questo modo per uno scopo così nobile.

  3. 3
    roccia -

    sono d’accordo con gianluca ,anche perchè io ho una bimba si chiama GAIA ed è disabile ,persone come te leggero83 che donano il loro amore ,mente corpo a chi a bisogno ,non c’è nè sono molte ,e se nel profondo del tuo cuor immensa è la tristezza ,trasforma questa in un arma possente per lottare ,pechè per tutti i tuoi bimbi sei la luce la speranza e la certezza di un mondo migliore sia per loro che per le loro famiglie .non arrenderti mai ti sono vicino ROCCIA

  4. 4
    leggero83 -

    Grazie ragazzi……è sempre un piacere farvi partecipi delle mie storie! Magari chissà, come dicevo, un giorno vedrò oltre quello che dò…forse!!
    in questo sito ho trovato qualcosa che fuori non c’è più…e ve ne sono grato!

    Grazie a tutti, Roccia, Xaver e Gianluca….

    alla prossima!

  5. 5
    gigino371 -

    io non ho persone disabili ,anche perchè sono solo ma ti posso dire non lasciare fai sempre quello che il tuo cuore per quei bambini dice.vai avanti e vedrai che da lassù un occhio guarda la tua persona e il tuo amore per loro.che iddio ti dia tanta forza e ti possa moltliplicare le tue forze affinchè puoi dare attenzione anche ad altri bambini .auguri di buone feste di pace amore tranquillità e in buona salute per loro auguri a tutti visto che non ne ricevo e non ne posso dare i miei tre figli non mi vogliono sentire allora voglio gridare a tutti auguri e a te per il tuo amore sei da medagliarti se si potrebbe creare una medaglia con l’amore tu la dovresti subito avere ciao e non fermarti mai.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili