Salta i links e vai al contenuto

Non mi ama, mi vuole bene, mi vuole come amico

Ciao, sono Marco, 33 anni
Ho avuto un rapporto burrascoso fatto di offese e lotte per 10 anni dopo aver chiuso questo rapporto ho incontrato colei che mi ha fatto perdere la testa.
Dopo un paio d anni che ero single, conosco ad una festa lei, la contatto su FB e dopo 5 volte che le propongo di uscire alla sesta accetta (da dire che ci si incociava negli stessi locali e feste molto frequentemente)
Maggio 2010 cominciamo a frequentarci ed a uscire, un rapporto iniziato in sordina senza amici e senza gente che sapesse, io ero al settimo cielo dal momento che appena vista mi sono cotto di lei, lei lentamente si lasciava andare
Andiamo a fare week end al mare assieme alle sue amiche, ai miei amici, andiamo in montagna da sua “comare” insomma agli occhi della gente tutti quanti facevano il tifo per noi
Arriva il 24 luglio 2010, finisco di lavorare, ho un negozio di bici quindi per me l estate è fonte di grandissimo stress, prendo la macchina e la raggiungo al mare.
Quando arrivo era con i miei amici, io per un paio di cazzate, riproduco il modo di chiamare l attenzione come facevo con la mia ex…. Guerra fredda….
Per un mese non ha voluto ne vedermi ne sentirmi con la scusa che dovevo pagarla
Mi lascia e mi dice di crescere e di togliermi di dosso la rabbia causata dal mio precedente rapporto
Per mesi sono una larva, piango, ho sensi di colpa per aver rovinato qualcosa di bello….. per “consolarmi” comincio a vedermi con una ragazza di 22 anni
Il 5-12-2010 casualmente la ritrovo in un locale, la seguo al bagno e quando esce la riporto dentro il bagno e la bacio…. si ricomincia…..
Da li mesi bellissimi, io da agosto dell anno scorso mi sono messo in mano ad una persona per superare la rabbia, tutto come prima anzi meglio di prima… fino al 13-5
Esco facendogli una sorpresa, ma l accoglienza non mi era piaciuta, lei e le sue amiche non parlavano altro che del futuro viaggio in Spagna e delle disco dove andare la sera stessa e il giorno successivo… non faccio niente, mi chiudo in me stesso con i miei pensieri (e in quei giorni ne avevo tanti causati dal lavoro e da un problema famigliare) mi bevo 2 birre e vado a casa
La notte mentre torna dalla disco mi manda un mess dove apre una crisi
Un mese a “bagnomaria”, parte per la Spagna e mi manda un sms nella notte dicendomi che quando sarebbe tornata avrebbe avuto piacere chiarire e che partiva con la testa sbagliata… io rispondo con un mess inizialmente grintoso dicendole che dopo tutti i cazzi suoi aveva voglia di chiarire e che io ero stato chiaro che a 33 anni non avevo + voglia di perdere tempo in cazzate…..
risultato…. non si fa sentire per i 10 gg che era via e nemmeno la settimana dopo il suo ritorno, al che smuovo le cose e le mando un mazzo di 50 rose rosse, mi sento rispondere che sono una merda e che dovrebbe buttarle via e che non merito una come lei….
Due giorni dopo in lacrime mi chiama, si scusa e mi propone di uscire per chiarire
Usciamo, comincia a piangere e a dirmi che mi vuol bene ma non è scoccata la scintilla e che lei non può stare con una persona che fa musi perché cose esterne alla vita di coppia non girano e mi chiede di fare un altro passo in positivo buttando via tutte le tensioni, fiera di quello che nei mesi precedenti avevo ottenuto con il mio psicologo
Mi propone quindi di restare buoni amici e di starmi vicino nei momenti “difficile”…. io rifiuto
Il giorno dopo il mio dipendente, mi legge dei messaggi che lei le ha mandato raccomandandosi di starmi vicino e di aiutarmi (neanche fossi uno psicopatico da legare)
Dopo questa cosa la mia pazienza è crollata, e due giorni dopo alla festa del suo compleanno, fatta la sera della notte bianca al mio paese, sono saltato quando lei mi ha accusato di essere sempre il solito perché ero l unico a non avergli fatto gli auguri…. ho cominciato a urlargli dietro che è una cretina e che si deve vergognare per come mi ha tenuto in bilico un mese e mezzo e per come mi ha dipinto davanti alla gente
Ora venti giorni dopo io sto male perché non avrei mai e poi mai pensato che un muso avrebbe fatto saltare tutto, ma lei mi dicono stia più male di me, dal momento che credeva nel nostro rapporto
Sta di fatto che l altro giorno l ho chiamata mi son scusato per l accaduto ma mi ha silurato con un VOGLIO CANCELLARE TUTTO
Io intanto sono chiuso in casa a pensare e a smaltire la delusione, lei la vedono in giro per locali e feste e a detta di tanti sembra essere una vedova allegra
Intanto però a 33 anni continuo a piangere per una persona egoista che scherza con i sentimenti della gente

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

2 commenti

  1. 1
    rossana -

    Arge1978,
    da quanto hai scritto mi sembra di capire che la fine definitiva della storia che hai raccontato non è venuta tanto per una questione di gesti sbagliati, di musi o di tuo risentimento nei confronti delle donne (a seguito di esperienze passate negative) quanto, purtroppo, per via del fatto che per questa ragazza “non è scoccata la scintilla” nei tuoi confronti.

    quando capita così, è difficilissimo e molto deloroso rendersi conto appieno di non essere corrisposti. ci vuole tempo e ci vorrebbe anche l’aiuto, o meglio la chiarezza assoluta, da parte della persona interessata, che invece spesso tergiversa, sfruttando a suo favore il suo ascendente sul/la malcapitato/a innamorato/a.

    fatti forza e lascia perdere. te lo dice una che si trova nella tua stessa situazione, che si sta trascinando da un anno e mezzo…

    un abbraccio

  2. 2
    Iris -

    La cosa essenziale è che tu non soffra.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili