Salta i links e vai al contenuto

Mio padre se ne frega

  

Mio padre ha tradito mia madre circa 9 anni fa. Era un periodo in cui le cose tra loro non andavano bene, lei cercava di fare il possibile per mia nonna che stava morendo, lui cercava conforto a causa di brutte storie al lavoro.

Compiuti 18 anni mio padre prese me e mia sorella da parte e ce ne parlò. Ci disse che da questo tradimento è nata una bambina, che lei non sa chi è suo padre, non ha un padre..

Cercò di spiegarci come stavano le cose, pensando che non ne sapessimo nulla, ma si sbagliava.

Non sa che alle medie una compagna di classe mi disse ciò che lui mi ha detto circa 6 anni dopo. “Ne parlavano dal parrucchiere, tuo padre ha avuto una figlia con **** ” mi disse lei.

Il mio paese è molto piccolo, ci conosciamo tutti e le voci corrono. Per 6 anni io e mia sorella siamo state le uniche persone in paese a non saper nulla di questa faccenda. Tutti sapevano, tutti tranne noi.

Mi è crollato il mondo addosso.

Da quel momento lui non è mio padre. Non riesco più a vederlo con gli occhi di prima. L’unica cosa che provo quando lo guardo è dolore. Non ha pensato al fatto che una notizia del genere possa avere effetti negativi sulla psiche di una persona, infatti non si è mai preoccupato di chiederci cosa ne pensiamo.

Mia mamma l’ha perdonato, lo ha fatto per noi, perché io e mia sorella potessimo crescere con un padre.

Mia sorella, la sera stessa che ci parlò, venne in camera mia e scoppiò a piangere sul mio letto. “Non gli bastiamo, non ci vuole bene” disse. La strinsi a me e piansi con lei.

Mi tengo tutto dentro da anni, lo sa solo il mio ragazzo. Da quando gliene ho parlato non vuole più avere rapporti con lui, anzi, vuole che stia il più lontano possibile da me.

Non penso che il rapporto con mio padre tornerà come prima, ma non so come comportarmi. Parlare con lui è impossibile, vuole avere sempre ragione e non ascolta l’opinione di un altro quando è discordante dalla sua. L’unico modo è litigare, ma non riuscirei a esternare tutto quello che ho da dirgli. Intanto lui fa come se non fosse successo nulla, e la cosa mi fa impazzire perché vuol dire che la cosa non gli pesa minimamente.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

4 commenti a

Mio padre se ne frega

  1. 1
    Anika -

    Ciao mi dispiace molto per la tua situazione. Se non riesci a parlare con tuo padre puoi sempre scrivergli una lettere aprendogli il tuo cuore. Vorrei però che tu non ti soffermassi solo a pensare al tuo di dolore ma capissi che da qualche parte hai una sorella, una bambina che cresce senza il papà e che forse non sa di avere delle sorelle. Forse allacciando un rapporto con lei (se ti è possibile) lenirai un po’ il dolore che provi, perché capirai che c’è tanta sofferenza anche dall’altra parte e chissà magari vi sosterrete a vicenda un giorno. Un abbraccio.

  2. 2
    Esther -

    Non è degno di nulla: è un traditore infedele, merita di perdere ciò che ha trascurato e buttato via con la sua superficialità. Se tua sorella ti cercasse, accoglila, se non ti cerca, pace: pensasse lui a riparare al danno che ha fatto. Un uomo del genere non merita alcuna stima.

  3. 3
    gabriele -

    Ciao, innanzitutto mi presento. Sono Gabriele, ed ho 25 anni. ho letto la tua lettera, e non sono riuscito a fare a meno di scrivere un commento. Secondo me invece dovresti litigare se è quello che ci vuole, poiché questa sorella vi accompagnerà in tutta la vostra vita, con problemi e benefici annessi.
    I miei genitori si sono separati che io avevo un anno e mezzo, non li ho mai visti insieme. La mia famiglia è il risultato di tre divorzi: siamo in sei fratelli, ognuno dei quale sa di poter contare sull’altro; con alucni ho entrambi i genitori in comuni, con altri solo il padre, altri ancora sono acquisiti, ma in seguito a varie vicende viviamo tutti con nostro padre, oltre che con mia madre. La differenza tra la mia e la tua situazione è che mio padre si è sempre fatto carico dei suoi sbagli, ammettendo le proprie responsabilità e soprattutto non nascondendo nessun evento nelle nostre vite, che fosse bello e brutto. Io personalmente non potrei mai rinunciare ad uno dei miei fratelli…

  4. 4
    gabriele -

    … o sorelle. Non sono mai stato messo nelle condizioni di “non Sapere” e che soprattutto un aspetto così importante della mia vita, diventasse argomento di pettegolezzo dal parrucchiere. La differenza è qui: rendere partecipe. Adesso tu ti ritrovi a dover gestire una situazione che è più grande di te, a cercare di giustificare agli altri, il RIBALTAMENTO che hai subito. Sarebbe da sbellicarsi, se adesso che lo ha detto si aspettasse, magari di favi conoscere questa sorella. Lo trovo ingiusto.

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili