Salta i links e vai al contenuto

Mi sento triste, vuota e inferiore

Lettere scritte dall'autore  

Sono qui in camera con mia sorella che dorme. Noi due abbiamo un anno e mezzo di differenza ed io sono la più grande. Sapete, entrambe studiamo all’università… stessa facoltà. Solo che lei lavora anche e tra un po’ comprerà la sua prima auto. Io non riesco a trovare lavoro e mi scoccia il fatto di dipendere ancora dai miei. Vorrei lavorare e mettere da parte qualche cosa per iniziare a togliermi qualche sfizio. Ma non riesco. Ed inoltre ci si mette il fatto che lei ha tanti amici, io sono sola… ho perso tutte le mia amicizie nel corso del tempo. Vuoi per il mio carattere antipatico (sarà questo, non so) vuoi per il fatto di essere timida… ma non riesco a crearmi una nuova compagnia. E quindi mi concentro solo sullo studio. Mi impegno tanto. Ma non è abbastanza visto che mia sorella ha dato più esami di me. Quindi mi sento inutile. La mia vita era lo studio, e mi riusciva (ancora oggi eh) abbastanza bene… ma sapere che questo adesso non basta per rendere orgogliosi i miei genitori, mi fa sentire male. Sono sempre stata io quella brava a scuola in famiglia, e adesso non mi riconosco più. Forse ho bisogno di staccare la spina, di svagarmi, anche se non so in che modo. So solo che sto deludendo tutti, e questo fa più male a me che a loro.

L'autore ha scritto 9 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

2 commenti

  1. 1
    Ste -

    Cerca, in primis, di non deludere te stessa.
    Capitano i momenti di confusione, del resto l’essere attenti all’ambiente circostante porta a farsi molte domande.
    Prova, per quanto possibile, a non usare riferimenti esterni, in questo caso secondo me ti stanno solo confondendo ulteriormente.
    Tieni duro.

  2. 2
    bet -

    Sono d’accordo con Ste sul fatto che ti devi preoccupare prima di non deludere te stessa, ma per farlo ti devi domandare anche se ciò che stai facendo e inseguendo è veramente quello che vuoi tu. Devi lanciarti nelle cose (come il cercare lavoro) e non importa se fallirai perché è normale a volte, l’importante è non demordere e non mettersi in paragone, sopratutto con tua sorella.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili