Salta i links e vai al contenuto

Mi piace la mia migliore amica

Dopo due anni di amicizia stretta e un anno passato a dirci cosa siamo?cosa sta succedendo?,un mese fa mi sono dichiarato alla mia migliore amica,gli ho dato del tempo per pensare. Due giorni fa gli rifaccio la proposta e soprattutto se ha pensato,lei mi da la sua risposta ieri sera e come temevo è stata negativa. Mi ha detto che mi dispiace e che la vera motivazione è che mi vede come un fratello ormai,e il vero problema è lei e non sono io,dicendomi che è cambiata. Io ho accettato e gli ho risposto almeno ci ho provato. Vi giuro oggi sono in palla non sto capendo più niente la penso continuamente,e so già che ci sarà un lungo periodo che non ci sentiremo. Io non voglio perderla perchè con lei ho passato i momenti più belli della mia vita,è una persona meravigliosa,e io la considera una persona unica e soprattutto diversa perchè ha delle passioni stupende,e non voglio allontanarmi per nessun motivo,l’unico fatto che a me piace davvero,mi piace un mondo. Io avevo pensato di chiedere e di pensare per l’ultima volta a darmi un’opportunità,una sola opportunità di dimostrargli davvero che per lei posso essere di più del suo migliore amico,che ci sarò sempre come ho sempre fatto finora,e che sono diverso da tutti gli altri che lei ha avuto,e che se tutto dovesse andare male mi prendo la responsabilità di tutto. Certo per farla cambiare idea dovrei anche fare qualcosa per convincerla e non è questo il problema per lei farei di tutto. E se non dovesse accettare cercherò almeno di salvare il salvabile quello che posso fare,perchè sto davvero male,per lei mi faccio passare questa cotta schifosa pur di non perderla,pur di continuare a starle vicino,l’unica cosa che mi può ferire è che niente tornerà come prima,ci possiamo sentire tutti i giorni ma non usciremo più insieme,non passerò più le splendide serate a ridere sotto casa sua. Oppure l’unica cosa da fare è attendere,attendere che la mia mancanza,la lontananza e il silenzio le faccia cambiare idea o almeno si fa avanti per chiedere come sto. Ora chiedo a voi utenti di Lettere al Direttore di darmi dei consigli su cosa fare o se avete avuto delle esperienze simili e dirmi cosa avete fatto. Grazie mille in anticipo 🙂

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    giulis85 -

    Ciao Giovanni, a me è capitato di essermi innamorata del mio migliore amico..posso sapere quanti anni hai? cosi per dare una giusta dimensione alle tue parole…se è un amore giovanile o un interesse maturo..

    Ho preso una cotta all’età di 15 anni del mio migliore amico e non è adata molto bene,a quell’età è tutto cosi sospeso e irrefrenabile..beh per un anno non ci siamo parlati,i rapporti cambiano e l’amicizia non è piu pura e si sente.

    poi è tornato tutto come prima.

    fino a che a 23 anni è tornato questo interesse.Però a differenza tua è stata una cosa spontanea, non chiesta. semplicemente ci siamo baciati ad una festa, forse aiutati un po da qualche cocktail (eheh) e da li è cominciata la nostra avventura..
    si perchè amicizia e amore non vanno a pari passo..ci è voluto un po per capire cosa era quell’attrazione,sentimento, non sapevamo dargli un nome..non abbiamo mai avuto il coraggio di viverla ufficialmente questa storia per paura di rovinare la’micizia..ma come è inevitabile prima o poi qualcosa vacilla..gelosia,insicurezza..e lui ha conosciuto un’altra..la nostra amicizia è in stand-by da oltre due anni.è inevitabile.anche se non ci sono piu rancori tutto si è complicato e dovrà passare del tempo.

    per quanto riguarda la tua storia (scusa mi sono fatta prendere)è stato un bel rischio esporsi cosi, soprattutto in un’amicizia dove hai tutto da perdere..certo cerca di distaccarti ma non troppo e se qualcosa deve succedere succederà.
    da donna ti dico, niente fiato sul collo se no peggiori le cose.
    per il resto di ammiro hai avuto coraggio,non tormentarti perchè ora vedi qualsiasi gesto o qualsiasi silenzio amplificato a mille,quando prima sarebbe stato normale…

    in bocca al lupo!

  2. 2
    glosstar -

    Dichiararti è stata la cosa giusta da fare anche perché il tuo sentimento era ormai ben lontano dall’essere quello di un amico. È stato un gesto coraggioso che ti ha consentito di essere vero con te stesso e con lei e questo, credimi, è un passo importante verso la conoscenza e consapevolezza dei tuoi stessi sentimenti. Il valore di quel che hai fatto, potrai comprenderlo solo tra qualche anno perché questo passo in avanti ti servirà e ti aiuterà in futuro a essere una persona emozionalmente matura. E te lo dico da adulto fatto e finito che, da come scrivi, forse potrebbe avere il doppio della tua età.

    Ci si passa tutti. A me è capitato di trovarmi a giocare entrambi i ruoli con persone differenti. E visto che nessuno ti ha scritto come si sente quello/a che riceve questo tipo d’attenzione, lo farò io. Avevo passato i trent’anni, e una carissima amica con cui da 4 o 5 anni passavo momenti intensissimi, entrambi presenti l’uno per l’altro un giorno mi confidò quel che lei stessa non si sarebbe mai aspettata. Si era innamorata di me.

    Fu un fulmine in un cielo sereno. Non sapevo come gestire questa cosa, proprio perché in lei vedevo l’amica e non l’amante. Non vedevo una storia d’amore, perché quella complicità da amici era bella così e basta. Provai a starle vicino ugualmente, ma quasi subito mi resi conto che non poteva funzionare. Percepivo che ogni mia frase, ogni sguardo o approccio a un’altra donna, tutte cose che prima non avevano alcun effetto su di lei, ora la facevano soffrire nonostante il malcelato nascondere. Questa situazione costringeva anche me a non essere più me stesso.

    Improvvisamente eravamo a un vicolo cieco, e decisi quindi di allontanarmi. Lei non accettò questa mio gesto che ritenne una manifestazione di egoismo. Qualche tempo dopo partii per l’estero ove rimasi per un lunghissimo periodo. Al mio ritorno, sebbene lei fosse guarita da quell’amore non corrisposto, le nostre non si incrociarono più. Ci vedemmo qualche volta, ma ormai eravamo lontani.

    Da anni non so più nulla di questa donna, ma questa in fondo è la vita.

    Se non vuoi entrare in un ciclo di masochistica sofferenza, devi necessariamente mettere spazio tra te e lei. Questo vuol dire lasciare che lei viva la sua vita, senza di te vicino. L’amicizia infatti è un sentimento che non sei più in grado di dare. Soffriresti ogni qualvolta lei mostra un interesse per qualcun altro impedendo inoltre a lei di poterselo vivere con serenità.

    Purtroppo potrai ritornare a vederla e frequentarla, solo quando sarai guarito da questa meravigliosa “malattia” che si chiama amore, e che nel tuo caso hai dato alla persona sbagliata.

    Forza e coraggio, G.

  3. 3
    maria -

    ciao io dico in brevi parole vai da lei chiedigli scusa e regalagli la
    tua cosa più preziosa ke hai quella ke nn daresti a nessuno al mondo
    oppure compragli qualke goiello fagli capire ke vuoi essere sua amiko
    oppure scrivigli una lettera romantika da amiko.. 1 cosa chiedergli
    SCUSA

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili