Salta i links e vai al contenuto

Mi adora ma i suoi sentimenti sono cambiati

Lettere scritte dall'autore  GLADIATORE
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

33 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 11
    GLADIATORE -

    Sai Pollon vorrei darti come tanti consigli nell’affrontare la vita senza di Lui , ma sono sincero non ce l’ho , anche io non voglio far morire la speranza di tornare dalla mia Lei continuo a vivere perchè la vita è bella ed unica quindi anche tu devi farlo avrai momenti di solitudine (tanti) e momenti di Gioia (pochi) ma per ora va bene cosi soffri non supplicarlo perchè non sarebbe giusto che torni da te solo perchè gli fai pena se deve tornare è perche vuole essere felice con te quindi lascia stare

  2. 12
    raffaella -

    purtroppo anche la mia storia è finita per la mia forte possessività e per il fatto che mi sono un pò lasciata andare fisicamente mentre lui mi chideva invano di migliorarmi ,abbiamo provato tante volte ma è sempre andata male e ora dopo 5 anni lui non nè vuole più sapere perchè è sicuro che nessuno dei due è disposto a cambiare.

  3. 13
    Rebecca -

    Copio una parte dell’intervento di Davide…
    “La verità è che se uno/a non ti vuole, bisogna avere la forza e l’amor proprio di credere in se stessi. Qulcosa non funziona più in loro, non in noi. Non sei tu ad essere sbagliata, bensì i caratteri diversi che non si incrociano.”

    Hai ragione, Davide, ma quando veniamo abbandonati è facile cadere nella “trappola” del pensare “Cos’ho che non va o non va più? Cosa mi manca?”. Io mi sono sentita dire: “Sto tanto bene con te e c’è tanta attrazione, ma…” e qui uno si chiede cosa ci sia da aggiungere! Stare bene con chi ci piace, sotto tutti i punti di vista, non è l’ideale? No, pare di no! Manca ancora qualcosa: che cosa? Eh, boh, quel “qualcosa”… A quel “ma” è seguito un “ma non mi sento innamorato”. E ti chiedi cosa cavolo ci voglia, per sentirsi innamorati, se non basta stare tanto bene con una persona, sotto tutti i punti di vista, e piacersi.
    Quante persone fanno confusione, non sanno riconoscere le cose importanti, vengono magari attratte da storielle senza importanza perché scambiano un’infatuazione con un sentimento… Ma un sentimento ha bisogno di cure, per crescere, di tempo, di impegno, non può basarsi solo su sensazioni ed emozioni, che con il passare del tempo, anzi in breve tempo, non potranno avere la potenza dei primi giorni.
    Ma tant’è: molti sembrano alla ricerca di emozioni continue, senza essere in grado di capire cosa vogliono, senza rendersi conto di quel che sciupano, senza sapere distinguere le sensazioni del momento dai sentimenti che possono durare nel tempo.
    Il problema è loro, sì… Mi è stato detto: “Non sei tu, di te non posso dire proprio niente, sono io…”.
    E’ comunque paradossale: in questo mondo si sprecano i rapporti che hanno tanti buoni ingredienti, li si butta con facilità, con incoscienza, con la stessa leggerezza con cui mettiamo da parte un abito non perché questo sia rotto e non vada più bene, ma perché ne vogliamo magari uno nuovo che sembra promettere chissà che… E’ assurdo. Una volta si scioglievano i rapporti non funzionanti, e ci si pensava bene prima di allontanare una persona con cui si sta bene e che ci piace (come se fossero cose da poco e che si trovano con facilità!). Forse è proprio la facilità con cui oggi si possono conoscere nuove persone a “dare alla testa”: locali sempre aperti, incontri virtuali, abitudini sessuali disinibite fanno sì che qualcuno possa farsi trascinare dalla prospettiva di potere trovare sempre di meglio, con tanta disponibilità tutt’attorno. E’ un’illusione, in realtà la qualità nei rapporti rimane rara, ma tanti, accecati dalla quantità, lasciano da parte addirittura persone di cui si dicono ancora innamorati… Siamo al colmo, al colmo di una società in cui i rapporti interpersonali sono gli stessi che abbiamo con i beni di consumo…

  4. 14
    pollon -

    ciao raffaella, spero che tu non soffra per uno che, tra i vari motivi, se ne va perchè “ti sei lasciata andare fisicamente”.
    che significa? se una persona ti piace e la ami veramente non esiste questo discorso.
    lui ti chiedeva invano di migliorarti?
    queste cose mi fanno imbestialire.
    forse la tua possessività era il risultato dell’insicurezza che ti metteva addosso quando ti chiedeva di migliorarti e intanto guardava le altre? una cosa simile l’ho vissuta da adolescente, ma per pochi mesi. sono convinta che certe volte le persone che amiamo tendono a distruggere la nostra fragile personalità solo perchè non ci amano veramente e combinano dei danni enormi. spero di non essere stata troppo aggressiva, insomma volevo dire che hai tutta la mia solidarietà.

  5. 15
    pollon -

    Rebecca, la frase di chiusura del tuo commento è la chiave di tutto secondo me. in effetti se uno legge tutte le esperienze riportate in quest’area giunge proprio alla tua conclusione. quella ti adora ma ti molla, quell’altra pure più o meno, poi abbiamo quello che molla l’altro pur essendone ancora innamorato perchè non lo sopporta più, poi quello che sta con una donna mentre probabilmente ne vorrebbe un’altra e alla fine la molla, e poi abbiamo uno che sta benissimo con la partner ma…….manca qualcosa. Manca sempre qualcosa, o mancano i sentimenti profondi ma c’è l’intesa o c’è l’intesa ma i sentimenti profondi non ci sono o non ci sono + o non ci sono mai stati, quindi abbiamo capito che i sentimenti da soli non bastano(vedi il mio caso) ma neppure la sintonia e il benessere bastano, e anche quando le 2 cose sono combinate insieme, dopo anni, il sentimento può venire a mancare e allora finisce tutto. questa situazione è secondo me paradigmatica della società in cui viviamo. zero spirito di sacrificio, zero pazienza, ma voglio-tutto-e-subito. se no me ne vado, tanto posso sostituire quella persona come faccio con le borsette. però mi viene in mente qualcosa, queste persone che hanno perso magari anche anni della loro vita con noi, “i mollati”, visto che è mancato loro qualcosa, in realtà non ci hanno mai voluto per davvero, volevano qualcos’altro. prendi il primo caso, lei all’improvviso si stacca perchè non c’è + l’amore? ma le cose non accadono così dall’oggi al domani, parlarne prima? anticipare? salvare l’unione? prendi il mio caso ora, il mio ex sin dall’inizio ha avuto dei problemi molto grossi a fronteggiare il mio carattere dal quale l’ho sempre messo in guardia, c’era bisogno di rovinarmi per un “capriccio”? un capriccio molto lungo a esaurirsi ma la prima volta che mi ha lasciato eravamo insieme da una settimana. e poi il tuo caso: quanto tempo bisogna rubare all’altra perona prima di accorgersi che si sta cercando una cosa che non c’è? è assurdo, immaturo, vigliacco e inconsapevole oltre che egoista come atteggiamento. consumismo, hai detto bene, con tutto ciò che ne consegue, e anche incapacità di essere consapevoli e responsabili. il lottare per le cose a cui si tiene è un ricordo lontano. adesso puoi sostituire tutto. impegnarsi per far funzionare le cose è troppo faticoso, è come rammendare un tessuto strappato, chi rammenda + oggi? oggi si compra qualcosa di nuovo, che durerà poco perchè già parte con una qualità scadente.

  6. 16
    GLADIATORE -

    Eccomi qua a dirmi che ieri sera mi ha confessato che solo nella sua testa c’è la terza persona , solo nella testa mi prende anche per il culo ma va là che prima di lasciarmi ha voluto accetytarsi , heidi81 me lo avevi detto ma purtroppo l’ amore non ti fa vedere niente. SOno deluso ma veramente deluso che non voglio piu parlarne e neanche avere rimorsi , talmente deluso che è caduto il mio mito che vorrei dimenticarmi tutto il tempo passato con lei.

  7. 17
    GLADIATORE -

    Ragazzi per me è finita l’agonia di aspettare aveva ragione heidi81 ha un altro non so da quanto mi ha detto che ankora ce l’ha solo in testa non è successo niente ne prima ne ora ma ormai sono parole superflue mi ha deluso sono senza parole

  8. 18
    Davide -

    Ciao Pollon,
    si dopo 20 giorni questa mattina mi sono svegliato con un altro spirito.
    Mi voglio un po’ più di bene. Credo che quando ti svegli ed il primissimo pensiero non è più lui e lei, abbiamo fatto un piccolo passo avanti. A me è stato il secondo….Lui o lei continua a vivere la sua vita, perchè noi non dobbiamo farlo? Porca miseria!!!!
    Non ti amo ma sto bene con te e sono attratta, sono tutte cazzate Rebecca, tu come io, non abbiamo sbagliato nulla. Se non vuole più te, il resto sono chiacchiere. Se queste ultime interminabili sere non mi ha cercato, nè un messaggio, nè una chiamata, vuol dire che sta bene, che non gli servi. Ho conosciuto una ragazza ieri e sai cosa mi ha detto?TU DEVI VOLERE UNA DONNA CHE STRAVEDE PER TE..CHE VUOLE VIVERE CON TE E CHE E’ INNAMORATA FOLLE…
    Non fa una piega….per ora pensiamo a noi stessi. Il silenzio e la lontananza dirà la sua. Se non ci cercano, semplicemente non gli serviamo….
    Ma veramente dobbiamo amare uno che non ci vuole? Ma vaff…..propongo un “Vaff-Post” per tutti così ci facciamo una bella risata…
    Inizio io….VAFF…………………………….

  9. 19
    Eli -

    Ciao Davide,
    BRAVO! Come dire… “quando ce vò, ce vò”
    Proprio carino il tuo Vaff – post :- )

    Chi sbaglia paga, chi fa del male ottiene l’effetto boomerang.
    Non deve pagare chi non ama più, ma chi è vigliacco, egoista e scappa senza dire la verità, questo si. Il RISPETTO prima di tutto e soprattutto verso coloro (noi) che si abbandonano perchè un tempo erano loro (noi) il centro dell’universo.
    Forza ragazzi, c’è un mondo da scoprire là fuori, chi cerca trova e tante cose non sappiamo ancora.
    Un bacio enorme a tutti voi.

  10. 20
    pollon -

    non me ne vogliate tutti quanti voi che vi state giustamente risollevando. io sono ricaduta. oggi dopo la seconda malattia che mi sbarbo torno a lavoro dopo una settimana, lo rivedo, quello mi si avvicina come anche l’unica altra volta che ci siamo incrociati, si ferma, mi guarda e mi saluta, ciao seguito dal mio nome. PERCHE’? PERCHE? non ci crederete, tempo un paio d’ore mi è ritornata la febbre. Davide, tu dici il silenzio…la lontananza, a me nemmeno quello. cerco di rialzarmi ma così è troppo dura.io voglio dimenticare, ricominciare da zero, cancellare e questo mi tortura con la sua educazione del c—o! cosa me ne frega della sua educazione quando io avrei solo voglia di cavargli il cuore dal petto con i denti e mangiarmelo. perchè non scompare? e poi se proprio vuole mantenere dei formali rapporti di colleganza almeno potrebbe risparmiare il saluto a quando i miei occhi incrociano i suoi, NO! lui si ferma apposta. ditemi voi cosa devo fare, perchè lo odio profondamente e mi sta rendendo le cose ancora + difficili. ho bisogno di qualche consiglio per il futuro prossimissimo. qualcosa per sopravvivere. già vederlo camminare in giro è un sussulto micidiale. i battiti mi rimbombano nella gola e mi sembra che il cuore mi debba schizzare fuori dalla bocca. al prossimo ciao che faccio? non mi dite di mandarlo aff perchè là dentro eviterei. e poi perchè c’ha sta smania di salutarmi?

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili