Salta i links e vai al contenuto

“Manzette” all’assalto: come difendersi

Se siete persone di discreto successo e siete perseguitati da manzette, basse di “statura” morale , in cerca di sponsorizzazione , le forzate della raccomandazione, perché prive di talento, sedicenti ballerine, attricette e cantanti in cerca del pollo con i soldi che gli dia un calcio in culo per fare carriera, o che se le sposi, quelle sempre pronte a mettersi in mostra facendosi belle sul sedere degli altri con ogni mezzo e dando il tormento al mondo intero: EVITATELE, COME LA PESTE BUBBONICA, RICORDATE CHE PIU’ INSISTENTI SONO PIU’ IN RIDICOLO SI METTERANNO, evidenziando la loro mancanza di contegno e di dignità, nonché la bassezza della propria provenienza. Ricordate che l’agguerrimento deriva dalla snobbatura che assegnate loro e d’indigenza che le caratterizza. Se osserverete bene, di non essere i soli a mandarle, perché a turno avranno stufato tutti con maleducazione e prepotenza e si saranno fatte già nuocere in altri ambienti.
Le troverete ovunque sempre pronte a volervi boicottare e rubare il lavoro, o il diritto d’autore, perché a voi produce reddito e a loro no, e crearvi casini in ogni ambiente.
Pronte a perseguitarvi anche a casa, magari aiutate da gente losca come loro. DISPOSTE SEMPRE A CREARE SCANDALI.
Ciò vale anche per il corrispondente uomo,anche se nelle donne è più petulante. Soprassedete agli sbotti, e non date importanza. Saranno loro stesse a far pettegolezzo di loro. Ricordate che non hanno riguardi per nessuno perché a loro non interessa nessuno, se non il loro ego e cose futili come i capelli e i “tacchi”. Signori si nasce e non è un caso. In piu’ non calcolarle proprio e il peggio che potete fare a questi soggetti, perché faranno di tutto per insistere. Non sfottetele nemmeno ci penseranno gli altri. La gente si rompe le scatole di cattive maniere e superficialità. Rimanete voi stessi, siate felici scegliendo le persone che Più’ sono degne di starvi accanto. Non fatevi strumentalizzare, stile specchietto per le allodole che attira tutto per loro,e non fate beneficenza delle vostre cose, io non l’ho fatto mai. Fanno parte della categoria che io chiamo : cacciatrici di dote, non valgono la pena nemmeno per una “botta”. Usate il cervello e non fatevi mai usare da questi soggetti o condizionarvi, voi non dovete” pontare” nessuno, nemmeno se scoppiano di invidia. Se diranno che entrate in competizione con loro, sorridete, perchè è nei loro piu’ intimi sogni affermare ciò. La consolazione sta nel fatto che a turno anche loro sono soggette ad essere usate. Ignoratelele , fate la vostra vita, perché il mondo dello spettacolo e del lavoro è fatto soprattutto di gente che lavora , non di queste tipe. Ricordate che li pratica , non è da meno.
Questo articolo è partito oggi , perché così è stato programmato e nulla è cambiato, neanche con qualche stratagemma, campato in aria. Infine , tenete sempre a mente che ovunque c’è condizionamento c’è mafia e bullismo e queste signorine ne sono il biglietto d’ingresso. Distinti saluti vittoria Seminara

L'autore ha scritto 107 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Lavoro

31 commenti a

“Manzette” all’assalto: come difendersi

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Helmut -

    Gentile Vittoria,
    credo che questa sia la lettera in difesa agli uomini che un certo Raffaele attendeva da tempo.
    Sono d’accordo in tutto quello che lei dice, ma mi permetta di aggiungere che ci sono anche uomini pari alle donne che lei ha qui sopra descritto.
    Uomini che approfittano di donne in carriera per farsi mantenere. Uomini che approfittano dei genitori per farsi pagare casa e vacanze, e che hanno una paura boia di uscire di casa perchè non sanno stare in piedi da soli. Uomini corrotti che approfittano di ogni situazione per ricavarne il meglio da ogni storia, da ogni relazione.
    Uomini “sporchi” dentro che si fingono innamorati per estorcere sesso, o che si ficcano in relazioni con donne sposate per avere favoritismi dal marito imprenditore.
    Uomini che ricattano le donne, che le fanno prostituire per ottenere soldi da loro e starsene con le p***e per aria.
    Insomma, com’è che si dice in questa situazione.
    Ogni medaglia ha il suo rovescio.
    E oltre alle manzette ora sappiamo che esistono anche i vitelloni.
    Mi piace il modo in cui lei ha confezionato la sua lettera: con stile ed eleganza.
    Vedete, mezze calzette (e mi riferisco a certi uomini di questo sito) si possono esprimere idee e concetti senza per questo essere offensivi.
    Imparate, bambini, imparate!

  2. 2
    Maxim_Max -

    Ciao Viseminara,

    tuo post perfettamente collocabile, sia negli spazi come pure nei tempi, anche alla vita comune di tutti i giorni, dove non vige il grande mondo dello spettacolo, ma dove invece c’è il piccolo mondo di uno spettacolo pietoso e misero fatto da chi, nel suo piccolo mondo, vuole sempre primeggiare, essere la prima attrice, con risultati che sinceramente fanno proprio venir da ridere, per non dire altro.

    Tutto è comandato da chi proprio della sua immagine ne ha fatto il suo passaporto, pensando che gli uomini caschino ai suoi piedi, ma così non è e neppure accade più, in quanto pesando poi quello che “tirano fuori”, in certi frangenti di vita, con le loro varie elucubrazioni mentali da vere psicopatiche, vedasi proprio la vera e reale “pochezza” che hanno dentro quindi lasciarle sempre più a bollire nel loro brodo di sè, che giorno per giorno le distrugge e le deprime sempre più.

    Maxim.

  3. 3
    luc -

    sì, è vero, ci sono anche uomini PEZZENTI nell’anima, un quarto di calzette che esordiscono da subito in maniera offensiva e imbecille, tipo quelli che per rimorchiare dei cessi sono costretti a stappare bottiglie di sassicaia e moet, nevrotici che farebbero meglio ad andare in cura per risolvere traumi familiari adolescenziali.

  4. 4
    wolf -

    “tipo quelli che per rimorchiare dei cessi sono costretti a stappare bottiglie di sassicaia e moet”

    Ahahhaha… Troppo forte! :-)))

  5. 5
    silvana_1980 -

    Sinceramente se si fanno usare, e se vengono facilmente poi ricattati dalle signorine sopra descritte…non mi fanno peccato.
    Ci vuole tanto a capire che, aldilà della cortesia e rispetto di base che ci deve essere tra sottoposto e capo, quando uno ti ossequia in maniera troppo evidente e palese come minimo vuole qualcosa da te e come massimo ti vuole polverizzare? Maddai
    Si svegliassero un pò, e attivassero il cervello prima dei testicoli, che ormai sono belli che grandicelli!

  6. 6
    Raffaele -

    Luc hai risposto tu per me, grazie.

  7. 7
    Lizzy -

    Helmut:

    per favore, per la pace di tutte noi donne, ci puoi dire dove trovarti così almeno potremmo raccontare ai nostri figli di aver conosciuto qualcuno che ha risvegliato gli animi?!
    Qua, prima del tuo passaggio, erano tutti mezzi sfiniti da convinzioni senza più un senso, ormai e avevano ipnotizzato le donne quasi convincendole sulle loro teorie vanesie.

    Ma di una cosa sono d’accordo con gli uomini di qui: la donna ha perduto la sua femminilità, vedo anch’io ragazze che lititgano come maschi, che sputano per terra, donne che mettono il marito a lavargli le mutande, donne che prendono in giro che si ubriacano come uomini, che approcciano con una volgarità rara e a volte voi uomini siete molto più teneri di noi.
    Ma quello che vorrei dire a quegli stessi uomini è:
    NON SIAMO TUTTE COSì, come non lo siete voi tutti uguali.

  8. 8
    liù -

    Luc..hai ragione è PROPRIO come dici tu.Immagino che stavi parlando di te e Raffaele a proposito di “traumi adolescenziali”….CURATEVI!

  9. 9
    Chantal_cuore_impavido -

    Ciao viseminara
    la tua lettera mi ha colpita molto, hai uno stile graffiante ma non volgare. Mi piace quello che hai detto e come l’hai scritto.
    Sono pienamente d’accordo con te.
    E’ una bellissima lettera che serve a far capire che certi uomini dovrebbero aprire gli occhi un bel pò.
    Ti assicuro che ne ho conosciuti molto ma molto pochi di uomini che sapevano distinguere una ragazza facile e superficiale da una ragazza semplice e seria.
    La maggiorparte di quelli che ho conosciuto si laciavano abbindolare facilmente da sorrisi ingannevoli, vestiti succinti e soprattutto dalla facile disponibilità che una donna offriva loro.
    Salvo poi lamentarsi di essere stati “presi in giro”, di non aspettarselo questo atteggiamento, di esserci rimasti male.. ecc..

    Bisognerebbe istituire corsi speciali di “sviluppinismo per uomini dall’ormone facile e dalla vista offuscata”.

    “Cioè..!” dissi una volta ad un mio amico che era rimasto vittima del raggiro di una ragazza di questo genere “..cavolo! ma la sera che l’hai conosciuta c’ero anch’io, non hai visto come si strusciava con tutti i tuoi amici!”
    Lui: “eh ma ballava con loro e guardava me..”
    Io: “cioè.. alla fine si è messa a ballare con te e ci è rimasta un bel pò, ma ti eri già dimenticato di come si stava comportando qualche minuto prima? gli altri si erano accorti di che tipo era solo a guardarla, la stavano solo usando, Tizio ci ha ballato un pò e poi l’ha mollata lì come una pera cotta, Caio si è strusciato e l’ha palpeggiata solo per farci la foto e poi è andato con un’altra, Sempronio le ha fatto delle proposte spinte solo per vedere se ci stava e lei ci stava eccome ma lui voleva solo giocare, infatti poi è andato via.. e alla fine poi c’eri tu..!”

    Credo che quando gli ho detto ste cose probabilmente l’ho ferito, è rimasto zitto ma alla fine cavolo.. posso capire quando le cose non si vedono ma in questo caso era proprio lì davanti a lui quando si comportava così.

    x luc:
    “ci sono anche uomini PEZZENTI nell’anima, un quarto di calzette che esordiscono da subito in maniera offensiva e imbecille, tipo quelli che per rimorchiare dei cessi sono costretti a stappare bottiglie di sassicaia e moet…”

    Ha ha ha!! bella questa! ed è assolutamente vero..
    tipo quando andavo in certe discoteche c’erano ragazzi che compravano bottiglie di vino/spumante di alta qualità, spendevano mezzo stipendio, a loro piaceva solo far vedere che “potevano farlo”; tirati a liscio come dei plasticoni, profumati al limite del respiro… e tutto questo per… riuscire a rimorchiare certe tipe di livello pari a loro (e spesso delle cesse).
    Ragazze che della classe avevano solo il vestito all’ultima moda che portavano ma che nella personalità non ce n’era alcuna traccia (insomma donne facili che davano le loro prestazioni a chi poteva offrirgli qualche comodità, lusso, denaro.. ecc..), salvo poi lascialo come uno straccio usato appena capivao che il tipo altro non era che un semplice lavoratore con stipendio medio/alto ma non ricco.

  10. 10
    silvana_1980 -

    ehehehe! grandiosa Luc!
    effettivamente quella della bottiglia di spumante per rimorchiare nei cessi rende molto l’idea…hihihi
    ma c’è anche la versione femminile: tipe modello minigonna giro-passera, tacco d’ordinanza e che non si lasciano sfuggire un “Si Dottore” “certo Presidente” “sicuramente Ingegnere” e via dicendo
    in una parola: SLURP

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili