Salta i links e vai al contenuto

Vorrei lottare per il nostro amore, ma forse sbaglio

Ringrazio innanzi tutto chiunque mi dia un suo parere……sono una mamma di 3 bimbi splendidi di 10-6-4 anni….il mio ex dopo anni di botte e maltrattamenti ha deciso di prendere la strada della droga….ovviamente esasperata e sconfitta l’ho lasciato ,ma lui in combutta con sua mamma mi hanno denunciato agli assistenti sociali dicendo che mi prostituivo che ero un’alcolizzata e drogata….siccome siamo in Italia ,senza farmi alcuna analisi e indagini mi hanno tolto i figli,a priori….mi hanno condannata senza neanche accertarsi della veridicità delle accuse fattemi….potete immaginare la mia disperazione…fortunatamente lavoravo e sono riuscita a prendere una casa nuova e contattare un avvocato che ha obbligato gli assistenti sociali a farmi le analisi totali e ad indagare se davvero ero colpevole o meno….ovviamente risultò tutto negativo…io ero solo una vittima ma nn contenti gli assistenti sociali mi hanno fatto aspettare ancora un anno e mezzo prima di ridarmeli,continuando ad abbligarmi ad analisi delle urine ogni settimana (sempre negative)….l’accusa a cui si sono appesi ?? persona troppo fragile incapace di proteggere i figli !!! ho tireto fuori i così detti “attributi” e ho vinto il sistema sociale….da un anno i bimbi sono dinuovo con me,ma sono sincera,nn ci sono riuscita da sola,dopo circa 4 mesi dall’inizio della mia tragedia ho conosciuto un angelo,un uomo stupendo che mi ha raccolta nel mio angolino e mi ha dato la forza di reagire,mi ha amata come nessuno aveva fatto MAI !! mi ha fatto sentire importante…DONNA….gli faccio presente che ho 3 creature da crescere e che purtroppo nn potrò mai dargniene uno suo xchè dopo 3 tagli cesari d’urgenza tra la morte e la vita sono stata costretta a chiudere le tube e nn posso avere + figli….e lui con una dolcezza infinita mi rispose “ne abbiamo già 3 ! nn ti bastano ??” mi sono innamorata perdutamente….è il mio angelo…la mia linfa vitale….abbiamo cambiato casa,un po fuori mano ma molto carina ed accogliente,ideale x i bimbi e come nido felice….due anni…sono passati due anni….ed ora …mi è crollato il mondo addosso…finalmente ero felice,diceva di amarmi tanto,mi aveva dedidaco “a te” di jovanotti dicendomi che parlava di me,piangendo mi disse che ero il suo grande amore di un amore grande…ed ora….dice che nn mi ama più!!!! mi sento morireeeeee !!! lui è meraviglioso con i bimbi che lo adorano…nn litighiamo MAI….xchè ??? xchè è finito tutto ?? nn ci ha abbandonato,è ancora con noi…dice che se ne andrà il giorno che vedrà che ce la faccio anche senza di lui….nel frattempo continua a coccolarmi,nn mi respinge,facciamo spesso l’amore ed è stupendo…si rattrista se mi vede piangere…si comporta come se nulla fosse cambiato…come se mi amasse…ma nn mi ama più e so che è solo questione di tempo…appena trovo un lavoro sicuro lui se ne va….dice che nn ha un’altra persona nel cuore e che nn mi ha mai tradita….sono così confusa !!!! ditemi dolci donne….voi cosa fareste adesso?? io ho pensato a varie possibilità….forse nn è che nn mi ama più,forse è solo stressato dal lavoro e dal peso che comunque tre bambini e una donna ahimè disoccupata portano…forse vuole solo vedermi reagire,vuole che sia io questa volta a dargli forza e fargli capire che nn tutto è perduto…..cosa devo fare ??? AIUTO!!! vorrei sfruttare il tempo che mi rimane con lui per lottare x il nostro amore !! ma forse sbaglio…forse è meglio che gli ridoni la sua libertà….aiutatemi vi prego….lo amo così tanto !!!

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

4 commenti

  1. 1
    alba67 -

    Dopo tutto il coraggio e la forza dimostrata non ti puoi arrendere, fallo per te e per i tuoi figli; il tuo compagno, probabilmente, sta vivendo un momento di confusione, ha bisogno di riflettere e se ti vedrà determinata, la sua stima nei tuoi confronti accrescerà.
    Sursum corda, e Buon Anno

    Alba67

  2. 2
    Lallay -

    io le suocere che s’intromettono le bastonerei tutte! -.- certa gente
    deve ancora imparare a stare al mondo quando dovrebbe avere eta’ ed
    esperienza dalla loro parte…ed invece… Mah

  3. 3
    ventolibero -

    Ora,io,non so che genere di aiuto ti si possa dare Daniela,un qualche parere magari,ma quelli di cui tu avevi bisogno poteva darteli un avvocato magari,o comunque una qualche persona certamente più avvezza di me in tali questioni.Tuttavia,tu oggi,di questi pareri non ne hai bisogno,le tue gioie (e i tuoi impegni,i motivi e le ragioni della tua speranza…)le hai accanto a te,dopo meschinità,schermaglie legali e giuridiche,consulti e consultori (immagino),analisi,controlli,e poi,credo sempre,ancora colloqui e incontri.E non finirà,stanne certa,verranno sempre a chiederti conto e ragione del tuo essere stata o troppo brusca e repressiva o troppo permissiva,o troppo vicina o troppo “distante”,o troppo attenta o troppo distratta…non finirà non finirà.Così è stato anche per mia madre,lei che da sola,all’ingenua età di 22 anni,decise di impegnarsi nella difficile avventura di rinunciare alla copertura legale,in parole povere,non accetò che quello che sarebbe mio padre mi riconoscesse dandomi il suo cognome…no,non lo accettò! Lei 22 e lui 23,poco più che ragazzini ma,in quei pochi mesi che stettero insieme,lei ebbe modo di vedersi oltraggiata dai tanti schiaffi presi in faccia,dagli insulti,dalle scenate da ubriachezza e quant’altro…ebbe modo di percepire quel retrogusto amaro di colpa e di vergogna per se stessi nel vedersi remissivi alle ingiurie che nascono,comunque,da un orribile pianto che ti grava dentro.E quindi,seppure non dirò mai “ti capisco” perchè ogni storia è una storia a se,posso dirti dello sfiancamento di questi incontri,che io e lei,figlio e ragazza madre,sostenevamo sempre con assistenti sociali,psicologi,giudici minorili.Ma io ero sempre pulito e lindo,ben ordinato,composto,educato,mai sopra le righe,rispettoso e pure bravo a scuola e loro erano contenti,soddisfatti,una smorfia di soddisfazione si percepiva sui loro volti,orgogliosi se tutta questa “perfezione” fosse merito loro,frutto di un qualche loro impegno diretto e costante…e alla fine ci congedavano fieri con un “in gamba giovanotto” e un “mi raccomando signora”! Capisci amica mia,con un “in gamba giovanotto” e un “mi raccomando signora”…E mentre io continuavo ad essere bravo a scuola,mia madre si sfiancava in sartoria per potermi sempre assicurare di essere pulito e profumato,per presentarci davanti ai loro occhi rapidi al giudizio così:senza parvenze di macchia e di colpa! In gamba giovanotto…mi raccomando signora…Siamo in Italia no?

  4. 4
    ventolibero -

    Allora amica mia vedi? Sembra che ti abbia parlato di me,solo di me,ma se ci fai attenzione,cosa ci vedi per davvero? Non ci vedi delle situazioni e delle dinamiche di vita che ti sono,forse,un pò familiari? E se così è:conforto ragazza,e coraggio perchè sei in buona e numerosa compagnia!
    “E SE CERCHI UN PO’ D’AMORE METTITI IN FILA CHE C’E’ DA ASPETTARE” cantano i Nomadi in una loro canzone…Amica che dirti? Io per mestiere mi occupo di emozioni e sentimenti,di emozioni “ferite” e di emozioni in tensione,ma questi sentimenti e queste emozioni le vivo anche,nella vita di ogni giorno e nelle mancanze che avverto e che mi annientano,e so,per una cosa e per l’altra,che basta un momento di abbandono,un lutto,una ferita che abbia distrutto la propria autostima per perderti neglia abissi dell’insignificanza del vivere,che ha diversi aspetti,molte sfaccettature che lentamente logorano.Bisogna però imparare,amica mia,a vivere le emozioni e a vivere i sentimenti…le emozioni,questo fremito immediato e spontaneo che non si può controllare,che sfugge alla ragione e al buon senso,e quindi magari perdoniamo o siamo inflessibili senza compiere,in quel momento la scelta più opportuna! Ma poi ci sono i sentimenti,che sono legami,che nel tempo e con le incomprensioni metti sempre alla prova,li analizzi e li valuti e ne stabilisci lo sviluppo e la crescita:tu inizi da un qualcosa e poi c’è una continua sequenza da affrontare e un rapporto da costruire tappa dopo tappa.Nasce un’emozione come reazione emotiva immediata,d’impeto e d’impulso,ma il sentimento no,il sentimento è diverso,molto più complesso,che ha bisogno di tempo e comprende esperienze come quelle della nostalgia (che tu ora avverti mi pare…),della partecipazione (che c’è nel vero amore…)e appunto dell’amore,nelle suo quotidiane sfaccetteture:quelle del pianto e quelle della gioia,della rabbia e della serenità,quelle dell’impegno e del menefreghismo ecc…
    Mi fermo qui amica mia,che sennò mi sembrerebbe di fare una psicoterapia mentre ho voluto solo parlarti di come io cerco di non farmi ingannare da un vortice di aspettative e attese che mai saranno soddisfatte!
    Ora tu sai se ti basta l’attimo,il frammento,o se piuttosto,non avverti necessità di costanza e continuità,e quindi di sentimento,con una persona che potrà colmare una sensazione di vuoto che forse ti è compagna e ti sgomenta!
    Auguri,
    Alessandro

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili