Salta i links e vai al contenuto

Libri

Lettere scritte dall'autore  

Ciao amici!
Con il nuovo anno, spero che molti di voi stiano meglio e auguro a chi ancora soffre di riuscire nel tempo e nel modo migliore di stare meglio..
Ho deciso di parlare di libri questa volta.. nel senso.. vorrei aprire e alimentare un thread che parli di libri e lettura, una sotto specie di circolo del libro, così che possiamo consigliarci qualche buona lettura, il tema è libero e chi ne ha bisogno magari chiede per la propria situazione..
Io amo la lettura e divoro letteralmente varie tipologie di libri, questo Natale ho ricevuto “La solitudine dei numeri primi” l ho quasi finito e devo dire che è molto delicato, analitico ed ha una prospettiva del tutto nuova nel vedere i sentimenti, le angosce e le situazioni traumatiche che ti segnano a vita, lo consiglio vivamente a chiunque perchè merita davvero.
Mi aiutate ad alimentare questa lettera?
Appena posso aggiungerò dell altro riguardo questo libro e riguardo tanti altri gia letti e futuri…
Un saluto affettuoso a tutti!
Isis

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cultura

19 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    greta -

    cara isis anchio leggo tantissimo..anche se ora con tutti gli esami dell’università non ho più molto tempo..’la solitudine dei numeri primi’non l’ho ancora letto a devo dire che anche solo leggendo la trama,e ascoltando le interviste dello scrittore,mi ha affascinato molto e appena potrò lo leggerò subito!che altri libri t hanno colpito ultimamente?
    a me piacciono moltissimo paulo coelho e banana yoshimoto..ma uno degli ultimi libri che ho letto e che mi ha preso molto è stato ‘parlami d’amore ‘di silvio muccino…

  2. 2
    guerriero -

    ottima idea

  3. 3
    toroseduto -

    Isis l’idea è buona,sono un accanito lettore spaziando a seconda dell’umore, dai classici al romanzo e allo studio vero e proprio quando inciampo tra filosofia e religioni.Infatti ho sul comodino almeno quattro libri,e leggo contemporaneamente,a seconda dell’umore e delllo spessore dello scrittore.Poi ci sono le eccezioni,certi libri mi hanno tolto completamente il sonno e sono arrivato sino alla fine,ma penso che capiti un po a tutti,certi libri che prendono tanto,tipo grisham,e altri,non riesco proprio a staccarmi.Il premio Strega,non l’ho ancora letto, aspetto l’edizione economica,anche avendo tutta la raccolta completa.
    Ho paura del “bidone”, sapessi quanti libri osannati e pluripremiati ho abbandonato a metà…Ho i miei autori che compro a scatola chiusa…e qualche volta anche lì ho inciampato…Hai letto qualcosa di Hermann Hesse? Grande,ma qualche libro sembrava non scritto da lui,anche i maestri inciampano, io credo che ogni libro sia un discorso a se,a prescindere dall’autore,di alcuni autori poco osannati, conservo escludendoli dai prestiti,perchè ho perso molti libri dimenticando a chi li avevo prestati,ora presto solo quelli che possono anche andare per la propria strada.Comunque ritornando alla tua idea, io ci stò, vediamo di raccogliere qualcun’altro.ciao mario

  4. 4
    Isis -

    Ciao a tutti, sono felice che questa mia proposta sia piaciuta..
    @ Greta
    La trama è più complicata di quello che sembra, è molto intenso nel suo raccontare una storia che potrebbere essere di chiunque, ma non di tutti, è un analisi profonda di ciò che il dolore lascia e di come si reagisca al dolore.. non è banale però e l assonanza alla matematica e alla fisica è affascinante.. a me a colpito molto.. forse perchè in certi spetti mi ci sono rivista, in certi atteggiamenti similari a quelli dei protagonisti.. poi… è bella anche la struttura, è posto in un modo molto particolare.. speriamo non sia il primo e l ultimo di questo ragazzo che con la scrittura in realtà ha poco a che fare…
    A me piace molto Romano Battaglia, Choelo, Hesse, ma anche Urban, Buscaglia.. e Alberoni… per rimanere in tema…
    Ma spazio molto, mi piace anche Freud,ma anche la Cromwell, Grishman, Follet, e il vecchio King.. il nuovo mi sembra non sia lui..
    @toroseduto
    Anche io sono come te.. ho vari libri sul comodino, anche se spesso oltre a leggere prima di andare al letto, mi ricavo un attimo tutto mio per immergermi nella lettura durante la giornata.. senza leggere non so stare e devo dire che l ebook non fa per me, io devo sfogliare, assaporare il libro, viverlo e il pc in questo non esiste…
    Hesse… caro vecchio Hesse.. avevo alcuni libri, letti e riletti, li ho prestati a mia cugina sicura di riaverli invece… scomparsi… da quella volta li ho prestati solo alla mia amica più cara che non si dimentica mai… io sono gelosa dei miei libri,, anche se ormai sono troppi così ho deciso di donarli ad una biblioteca locale, per lo meno li stanno al sicuro e se volessi potrei sempre rileggerli.. certo.. alcuni non posso proprio allontanerli da me.. devo leggerli e rileggerli, a seconda della situazione..
    Ritornando ad Hesse, Siddartha mi ha colpito molto, nel suo cammino, nella sua maturazione interiore..
    Hai mai letto Gibran?
    @Guerriero
    Grazie A., aspetto un tuo intervento… ih ih
    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    Un libro, che poi non è un libro ma una raccolta, di cui non mi separerò mai e che rileggo spesso è “Il sacro spirito parla al nostra cuore” è una raccolta di nenie, canti, preghiere degli Indiani d’ America, sembra sciocco, ma nella loro semplicità è racchiuso il segreto del buon vivere, è come un semaforo nella vita odierna, che mi dice ” Hey, non ci ha capito nulla di come si vive qui, rallenta, la felicità che tanto insegui nella realtà è gia qui, devi solo fermarti e guardarla, prima che scivoli via..”, qualcuno penserà che sono sciocchezze, ma il fatto è, che per leggere queste preghiere non bisogna razionalizzare ma farsi trasportare da esse nel mondo ove provengono, poi esse stesse si conformeranno alla vita e ai ritmi che ora ci sono…

  5. 5
    Isis -

    Un altro libro che mi è piaciuto e mi ha fatto riflettere molto è stato ” Non ti muovere” di Margret Mazzantini.. è una storia semplice, anche questa ma molto molto profonda, scava nell animo di un uomo ” perfetto” che in realtà… è un uomo insicuro e combattuto, un uomo che affronta il peso delle conseguenze solo quando sua figlia sta per morire..

  6. 6
    guerriero -

    io sono ignorante totale in materia

  7. 7
    lipsia -

    Ottima idea, anche io qualche anno fa feci qualcosa del genere in Msn, e credo sia una un buon modo per scambiare opinioni e un invito alla lettura, visto che ora ci sono delle accessibilissime edizioni economiche se uno vuole acquistare, oppure le biblioteche.
    Qua in Svizzera mi è capitato di vedere fuori dalle stazioni dei piccoli paesini di montagna con 60 anime vecchi vagoni ferroviari allestiti a biblioteche, biblioteche itineranti su autobus o tram e persino una su un battello.

  8. 8
    frattinima -

    No vedo 2 post miei…bà, ilguaio è che non ricordo bene cosa avevo scritto…la cosa che più mi stà a cuore era il recupero di un libro che mi piaceva molto “La scelta di Sophie”,a metà lettura un amico che andava in vacanza,disse che lo voleva leggere…devo diventare più cattivo…il libro è scomparso e io non ho mai saputo quale fu la scelta di Sophie!,non è questo che mi fa rabbia,io lo compro un libro che mi può interessare…infatti stò cercando se lo ritrovo. Mi fa piacere che il film Gomorra sia stato escluso dalla corsa agli oscar, siccome avevo letto il libro, trovai il film, come capita spesso,una parodia stringata e sciocca,che toglieva quanto di buono aveva fatto Saviano. Un solo film ho visto tratto da un romanzo di Grisham, LA GIURIA, che
    squallore! Comunque,io sono sempre per il libro,non c’è paragone……ciao mario

  9. 9
    Isis -

    Ciao Mario..
    Si hai perfettamenteragione i libri con i film non hanno nulla a che fare.. non so se hai mai letto “L’ uomo che sussurrava hai cavalli” per il suo genere ( che non è quello che prediligo.. ma parlava molto anche di cavalli e per questo mi ha attirato..)era molto bello, Sparcks rendeva vivi i suoi personaggi in modo assurdo, ma anche gli eventi, le sensazioni… i comportamenti animali sembravano reali come se si fosse lì.. il film un vero schifo… inutile che ci abbiano messo Ford.. il film era orribile come quasi tutti i film tratti da libri.. forse l unico che ha reso bene è stata la trilogia dell anello di Tolkien..

    Un altro libro, secondo me da leggere assolutamente è ” Il cacciatore di aquiloni” di Housseini.. Parla dell Afghanistan prima della guerra, di come era veramente, di come è mutato poi.. dagli occhi di un bambino che l ha lasciato quando tutto ancora era sopportabile e che torna adulto in pieno comflitto, alla ricerca di una famiglia che in parte non c ‘è più…

    @Guerriero
    Ma dai.. uno come te che non legge….???
    Non ci credo!
    Qualcosa avrai pur letto…

    #Lipsia
    Certo che la Svizzera si contraddistingue sempre in meglio.. che belle queste idee dlle biblioteche itineranti.. magari si facessero anche qua.. invece qui ho impressione che i ragazzi siano tutto svago higt tech e disco… che tristezza…
    Qui da me hanno cerato ua biblioteca locale non comunale affinchè d estate i bambini e i ragazzi che vengono con le famiglie abbiano modo di giocare e svgarsi elggendo, tutto è partito da una associazione piccola piccola locale… infatti è a loro che ho donato i miei libri…

  10. 10
    lipsia -

    A me Banana Yoshimoto non è mai piaciuta ho letto mezzo suo libro, (il primo) e l’ ho messo da parte.
    Mi piacciono molto invece la letteratura latino/americana,
    Isabel Allende e Paulo Coelho tra i contemporanei, ma ce ne sono tantissimi altri, dei quali per fortuna comincia ad arrivare qualcosa anche qui (anche se io preferisco leggerli in lingua originale.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili