Salta i links e vai al contenuto

Lettera da un antenato

Lettere scritte dall'autore  Enrico Battaglia

Durante una notte insonne mi è apparso un mio antenato che mi ha pregato di inviarvi queste sue considerazioni.
Gent.mo Direttore anche qui in questa lontanissima galassia ove si ritrovano numerosi trapassati di provenienza terrestre e dove spesso leggiamo il “Giornale” in edizione extragalattica, mi è parso giusto in un periodo così oscuro per le sorti del mondo in generale e dell’Italia in particolare farvi pervenire alcune considerazioni da trasmettere – come dite sulla terra- a chi di dovere .La missiva è diretta al Sen.Salvini che spero non si offenda per alcune critiche ma , invece, ne tenga conto per le sue prossime azioni politiche.
Gent.mo Senatore, è indubbio anche quassù che come Ministro dell’interno Ella ha agito nei migliore dei modi per il bene dell’Italia, tuttavia, ad un certo punto non sappiamo da chi consigliato ha fatto quella che defininiamo la puttanata del secolo; vale a dire facendo cadere un governo che Ella aveva praticamente creato -riuscendo a tenere a bada e quasi esautorando i bibitari e compagni- ma creando le premesse per risciuscitare quanti gli italiani avevano assai opportunamente cancellato. Non li elenco ma è molto chiaro anche quassù che sono buona parte degli attuali governanti. Appare evidente a tutti, pertanto, che insistere in questa sua aggressività verbale non è producente come si evince dal calo dei sondaggi e, soprattutto dalle spinte centrifughe di molti suoi grandi elettori. Per salvare l’Italia da questo baratro governativo smorzi i suoi toni si appoggi come prima all’unico leader politico degno di tale nome cioè Silvio Berlusconi e vedrà che in tal modo il centrodestra tornerà a governare l’Italia e Lei con esso.Buona fortuna.
Enrico Cane d’Ussolo

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Lettera da un antenato

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

1 commento

  1. 1
    Yog -

    Gentile Enrico, se la prossima volta il suo esimio antenato ci risparmiasse i suoi voli pindarici gli saremmo grati.
    Non ci sono più, evidentemente, gli avi di una volta, quelli brAVI che ti davano il terno sulla ruota di Palemmo.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili