Salta i links e vai al contenuto

Lei non c’è più

Lettere scritte dall'autore  WhosElle

Caro Direttore,
oggi ti scrivo perché oggi scrivere sembra l’unica soluzione per arrivare alla fine di questa c.... di giornata. Non sono felice Direttore, non lo sono affatto. E il motivo, indovina un po’ qual è? L’amore! Ovvio! Cos’altro se no?
Mi chiamo Elle (e non sto a dirti che si tratta di uno pseudonimo, lo capisci anche da solo), ho 20 anni (quasi 21) e abito in un piccolo paesino del centro Italia. La mia storia sembrerà particolare, ma è simile a quella di tante altre. Ho conosciuto l’amore Direttore, l’amore con la A maiuscola. E non parlo dei baci, delle carezze, di fare l’amore o di tutte quelle stronzate che il romanticismo impone, no. Parlo dell’amore con la A maiuscola. Parlo delle notti passate a piangere, degli sguardi, delle risposte date senza neppure aprire bocca, delle liti furiose, violente, degli schiaffi, degli abbracci e delle grida. Parlo dei giri in auto nel cuore della notte senza destinazione, dei macigni premuti contro l’addome all’altezza dello stomaco e di un corpo inerme e raggomitolato per terra nei giorni di apatia. Parlo di un sentimento così forte da spezzarti in due.
L’ho persa Direttore, l’ho persa per sempre. Semplicemente perché lei ha deciso così. La nostra storia inizia quasi due anni fa, il 24 Settembre 2008. Il nostro primo bacio. Quel bacio strappato in una notte universitaria quando un bacio sembrava essere l’unica soluzione per riempire il vuoto che entrambe sentivamo. Il bacio più bello di tutta la mia vita. L’ho rincorsa Direttore, l’ho rincorsa per quasi sei mesi fino a che lei non è riuscita ad abbattere tutti i muri di pregiudizi che aveva costruito intorno a se. Ricordo che pochi giorni dopo a quel bacio mi aveva detto: “Non dovrà accadere mai più”. Io l’ho guardata con gli occhi di chi innamorata si vede rifiutare la possibilità di amare. Ma è riaccaduto Direttore, te l’ho assicuro. Ero certa che sarebbe riaccaduto. Come ora sono certa, che non riaccadrà più.
Lei sta frequentando un’altra persona, un ragazzo. O come lo chiama lei: “Un futuro”. Io non sono niente Direttore. Non sono il passato, non sono il presente e certamente non sarò il suo futuro. Sono passata senza lasciare traccia. Ma non è forse questo il destino degli amori invisibili? Quelli che hanno troppa paura per emergere e affrontare le domande, gli sguardi, i giudizi. Noi siamo state invisibili per quasi due anni. E lei ora è stanca di esserlo. Come posso biasimarla? Lei si sta innamorando di lui, forse lo è già, io lo vedo.
Sono quasi due mesi Direttore che faccio di tutto per cercare di riprenderla. Io la amo. Posso dirlo vero? Lo griderei al mondo. La amo. E non è il capriccio di una adolescente che si rifiuta di crescere. E’ un sentimento troppo travolgente per essere ignorato. Non è la paura di stare da sola che non mi fa respirare, è la paura di stare senza di lei. Non riesco nemmeno più a fingere. Anche in mezzo ad una folla, in mezzo agli amici, alla famiglia che non sa e non saprà mai, non riesco a fingere di essere felice, o quantomeno serena. Anche se lo so che ai loro occhi, non ho alcun motivo per soffrire così. Voglio lei. Voglio te. Lo capisci il peso di queste parole?
Sarebbe però tutto troppo semplice così. La verità Direttore è che io ho fatto un casino, ho sputtanato tutto. Perchè sono stata fragile e per un po’ di tempo, diciamo pure troppo tempo, mi sono dimenticata del mio amore e l’ho messo da parte. Mi sembra di sentire le mie parole quando lei oggi mi dice che tra noi non può più esserci niente, che è stanca di mentire a tutti, è stanca di nascondersi, è stanca e basta. Anch’io ho detto queste parole Direttore. Ma mi è bastato guardarmi indietro un istante, per capire dove volevo andare, dove volevo stare. Lei non tornerà indietro, lei non si guarderà mai indietro. Perchè è fatta così, è testarda e orgogliosa e soprattutto, decisa. Io le dico: “Ricordati di me”. Lei mi guarda con quello sguardo come per dirmi: “Mi dispiace”. Io le dico: “Ti sei dimenticata di noi”. E lei mi risponde: “No”. E allora perchè Direttore, a me pare proprio che lei si sia dimenticata tutto?
E’ la persona che più mi conosce a questo mondo. Sa tutto di me, tutto. Anche quello che uno ha timore a rivelare, lei lo sa. E’ l’unica che mi fa sentire amata quando mi guarda negli occhi e distrattamente mi fa una carezza. Io la sto perdendo e forse, l’ho già persa.
Vorrei morire, morire per dare un senso a tutto questo. Perchè non me ne frega niente se il tempo risucirà a lenire questo dolore; io non voglio che lo faccia, perchè se mai accadrà, vorrà dire che anche io mi sarò dimenticata di noi. E se anche io perderò la memoria di noi, quel noi smetterà per sempre di esistere e non sarà mai esistito. Ma d’altro canto, vivere con questo dolore non mi è possibile. Non vedo soluzione ad eccezione di gesti ovvi e definitivi.

Elle

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Lei non c’è più

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Gay - Me Stesso

16 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Cristiano82 -

    Cara Elle;

    sono un ragazzo di 28 anni, e se non ho capito male, tu sei una ragazza, che si è innamorata di un altra ragazza!? giusto? Bhè non ti biasimo, anche a me piacciono le ragazze, e con questo spero di farti sorridere!

    Comunque tornando al tuo amore, tu hai tutti i sintomi dell’abbandono e dell’astinenza, la mia lei mi ha lasciato un mese e mezzo fà quasi, e stò come te, di malumore, triste, in piena astinenza da lei! Tu però hai una difficoltà in più, che lei si è innamorata di un uomo, e no di un altra donna! Come pensi di competere con lui?? siete diversi, oggettivamente ed intrinsecamente diversi! Quello che ha visto in lui, in termini di mascolinità, di carattere, di natura e etc, in te non lo troverà mai! e non parlo di sesso o altro, ma proprio di quell’eccezzione maschile che completa la natura femminile. Ti puoi crucciare per l’amore perduto, ma abbi la serena certezza, che non hai armi per competere con un uomo, credimi.

    Ti capisco, e ti capisco tanto, mi sento proprio come te, che dirti? Un bacio mia cara, e se ti và, ti puoi sfogare ancora, avrei altro da dirti. Saluti.

  2. 2
    Elle -

    Caro Cristiano,
    mai parole furono più vere. Hai ragione Cristiano, hai perfettamente ragione. Non
    c’è competizione. Ed è questo che mi strazia, che mi uccide ogni volta che la
    immagino tra le sue braccia. Lei mi ama e questo lo so per certo. Ma dice anche
    che non ha la forza di ricominciare qualcosa destinato a finire. Destinato a finire.
    Lei è stata male per la fine della nostra storia e quel pungente dolore che ha
    sperimentato sulla sua pelle già una volta, è intenzionata a non riviverlo più.
    Certo, nessuno dice che lui sia il ragazzo della sua vita, quello che con cui si
    sposerà, avrà dei figli, eccetera eccetera. Ma il fatto che io e lei un giorno
    (semmai ritornassimo insieme) dovremmo lasciarci, è certezza (questo sempre a
    parer suo). Per noi rivelare la nostra storia è e credo resterà sempre un fatto
    impossibile. Così le ho proposto di andarcene via, di cominciare una vita insieme
    da qualche parte lontano da qui. Forse un ultimo disperato tentativo di riaverla.
    Perchè lei lo sa meglio di me, che nemmeno io sono pronta ad affrontare una
    cosa del genere.
    Forse lui può renderla felice, e sono così amare le parole che sto pronunciando.
    Una volta ho sentito dire che amare è lasciare liberi di fare. Questa è una grande
    stronzata. Perchè io la amo e non voglio affatto che lei se ne vada da me. Io la
    voglio con me, la voglio accanto a me. E pensarla tra le braccia di un’altra
    persona, una persona con cui non posso e non potrò mai competere, è come
    pugnalarmi al cuore tutte le volte.
    Elle

  3. 3
    Kira -

    Hai parlato dell’amore con la A maiuscola. Perché non potrebbe esserlo
    (stato) anche per lei? Sai, è unitile chiudere gli occhi, il vostro è
    un rapporto difficile perché c’è ancora tanta gente ottusa incapace di
    capire che l’amore è uno spirito vagabondo che si posa su tutto e
    tutti senza porre limiti o distinzioni come invece fa la società.
    Forse per lei non sei il passato, perché tu sarai sempre il presente,
    anche nel futuro.
    Cerca di combattere, fino a quando le tue gambe reggeranno, così non
    avrai rimpianti e potrai sempre dire ” Io ho lottato per la cosa più
    bella del mondo, il nostro amore” e chissà questo messaggio non arrivi
    in tempo al suo cuore.
    Come ho già detto, l’amore è un vagabondo a cui non piace stare fermo
    fin quando non trova la sua casa, io vi auguro di trovala insieme.
    Spero torni da te per regalarti tutto quel bene che tu già le vuoi
    superando le paure, ma se non dovesse succedere, continua il tuo
    viaggio, prima o poi t’innamorerai di nuovo e forse anche di più, la
    vita è fatta così. In bocca al lupo!

    L’utente sopra ha portato avanti un discorso davvero assurdo. Non puoi competere con un uomo? Sbaglio o prima ha scelto te indipendentemente dal sesso? Puoi benissimo competere sia con un uomo che con una donna. Il problema di fondo è lei e quello che vuole.

  4. 4
    Cristiano82 -

    Cara Elle;

    Quello che provi, è una sensazione che vivo da un mese e mezzo quasi, da quando la mia lei mi ha lasciato. Non per un uomo, o per una donna, ma per una banale lite. Più banale non si può. E’ straziante, pensarla fra le braccia di un altro, mi fà star male, e ancora, non riesco a dormire la notte. Sto facendo il possibile e l’impossibile per riportarla da me, ma la strada e dura in salita e piena di insidie! Tu vuoi risposte e certezze, un approdo sicuro su cui poter gettare te stessa e riaverla al tuo fianco! In amore scelgono le donne, e quello che tu provi e la sensazione che un uomo prova ogni volta che viene lasciato, piantato in asso! E’ terribile, e ti sono davvero vicino! credimi. Io ti dico ciò che sto facendo per riconquistarla, per riportarla da me, ad orari precisi gli faccio degli squilli, che lei quasi puntualmente fino ad oggi ricambia, e tutte le sere gli mando la buona notte, ma lei non risponde mai. A me non importa, non importa che lei debba rispondere per forza, ciò che voglio e che io sia un pensiero costante nella sua mente, nella sua vita, che la mia sia un presenza discreta ma costante, capira? domani, dopo, mai? non lo sò, ma non ho alternativa, forse gli telefonerò qualche volta, forse gli manderò una mail, non sò, ma devo continuare, devo provare, voglio sperare, una speranza impossibile, fragile, flebile, ma meglio di niente, meglio di nulla….. Prova anche tu, anche due squilli al giorno, mattina e pome, meglio di niente, qualcosa è, alle donne piace essere corteggiate, sentirsi apprezzate ed amate, magari leggendo la buona notte, o ricevendo un tuo squillo, si ricorderà dell’amore che vi lega, che vi unisce, ed ogni volta che litigherà con lui, si ricorderà di te, dello squillo, del messaggio, chissà. Ti sto suggerendo una terapia, no una cura….. un bacio Cristiano82
    Ps. fammi sapere cosa farai, se ti và.

  5. 5
    claudia -

    sono d’accordo con kira, cosa c’entra la competizione..nessun uomo allora potrà mai competere con una donna in tutti quei casi in cui una persona vuole una donna accanto,nessun uomo può minimam competere!il problema è lasciamelo dire anche x i 14 anni in più che ho rispetto a te,che lei non ti ama.si era innamorata sì ma quando ha fatto la sua scelta significa che non ti voleva più e questo non è amare né ess innamorati.sei ancora ragazza,sai quante cose non hai ancora visto? Probabilm avrai altre sofferenze,altri amori stupendi ma il punto cruciale è che tutti possono finire.è la vita..etero o meno le storie che finiscono fan tutte soffrire.io sono stata lasciata dopo 6 mesi e prima altri 4 che erano and male.alla fine bisogna non ess fissati e ciechi,e dire a se stessi che evidentem non è lei la persona giusta.probabilm tra un po’ di tempo dirai ho pure sofferto x lei?mentre ami un’altra.non dipendere mai da un’altra persona.quando finisce ricorda ciò che ti ha dato di bello ma anche il male che ti i fatto e i suoi lati negativi.e magar non la vedi più come una dea ma come una qualunque.vai avanti.

  6. 6
    Elle -

    Ringrazio tutti, ringrazio Cristiano, Kira e Claudia. Vi ringrazio di cuore perchè
    ogni vostra parola conferma e nega ogni mio più vasto pensiero. Sì, forse lei non
    mi ama più, anche se dice il contrario. Come si fa del resto a lasciare andare
    qualcuno che ami? Anche se la nostra storia è difficile, complicata e se vogliamo,
    impossibile.
    Io la vedo quasi ogni giorno. Ci sentiamo continuamente. Le ho chiesto di starmi
    accanto. Lei ha detto che vuole aiutarmi e se fosse per lei mi starebbe a fianco
    ogni giorno, ma poi vede lo sguardo che ho sul viso quando mi sporgo verso di
    lei per rubarle un bacio e lei me lo nega o le faccio una carezza e lei mi scosta la
    mano. Forse dovrei partire, per dimenticare. Forse sentirla, respirare il suo
    profumo e vederla, non mi aiuta, anzi, mi fa solo stare peggio.
    Ho la paura che più il tempo passi, più io mi allontani da lei. Ho paura che una
    mattina mi svegli e cominci a provare rabbia nei suoi confronti perché un giorno
    io le ho messo in mano la mia vita e lei ha deciso di buttarla via. Se un giorno
    arrivassi davvero ad essere arrabbiata con lei per non aver scelto me?
    Certo forse, non dovrei preoccuparmi di salvare un minimo di rapporto con una
    persona che ampiamente mi ha detto e dimostrato di non volermi più. E’ tutto un
    gran casino.

  7. 7
    claudia -

    Infatti non capisco…è prorpio quello che dovresti augurarti…di staccarti da lei! quantomeno falle sentire la tua mancanza e vedi cosa fa…pensa una cosa: non è morto nessuno, tu sei viva e lei pure. Adesso devi pensare a cosa fare. Se pensi che non lei non sarà mai serena con se stessa e non potrà stare mai serenamente con te allora dimenticala, per ora conosci altre…se speri ancora che cambi in futuro visto che siete ragazze ancora, allora rischia, prova a non chiamarla e vedi se ti cerca. Se ti cerca mettila sull’out-out. La storia non è impossibile, può essere complicata ma nulla è impossibile per chi si ama veramente! forse siete ancora piccole quello è il problema. Io sono stata lasciata da poco dopo 6 mesi di fidanzamento con una ragazza che amavo, pensa come posso stare…ma mi ha trattata male, mi ha lasciata per ben 2 volte in 2 anni…ora per me stessa devo dire basta, lei non fa per me e poi non mi ama, non so nemmeno se mi ha amato prima o se stava con me solo perchè le piacevo..fatto sta che mi ha lasciata lei e per la seconda volta. Anche se mi piace da morire e mi manca mi sto violentando per non chiamarla. Ma non per tattica, per vedere se mi chiama lei, perchè davvero voglio scordarmela! Chi proverebbe ancora una terza volta? sarebbe da pazzi…anche perchè non la so gestire la cosa poi…mi ci butto troppo dentro…non voglio più fare da cagnolino e dipendere da lei!

  8. 8
    colam's -

    Non ho un’esperienza homo o bi nella mia vita, perciò il mio è un punto di vista probabilmente astratto, ma penso anche io come Cristiano82 che c’è poco da fare, la scelta del sesso del partner è anche una scelta di vita, cambia eccome prenderne uno dello stesso sesso oppure uno del “sesso opposto”, per tanti aspetti. Non c’è nulla da fare, un uomo nel bene e nel male NON è una donna.

    In questo senso non c’è competizione possibile, penso. Se lei ha scelto un uomo vuol dire che ha trovato in lui degli aspetti che tu non potrai mai dargli, e sono aspetti per lei più importanti dello stare con te.

    Però forse sbaglio completamente – comunque questa è la mia opinione.

  9. 9
    claudia -

    Se ha scelto l’uomo che stia con lui, ma è squallido stare con una persona e amarne un’altra! spero a questo punto per lei che lo ami almeno questo poveretto! altrimenti gli farà solo le corna e magari con maschi e femmine!! …se non si ama più una persona non conta la competizione!

  10. 10
    Riccardo Paicher -

    Il tuo è veramente un Amore con la A maiuscola. E, mentre dico questo, provo anche un po’ di invidia.
    Un Amore con la A maiuscola lo si riconosce subito: è un amore fatto di sacrifici, di scelte coraggiose, di lacrime amare, ma anche di tanta gioia, dolci ricordi e carezze affettuose.
    Un Amore con la A maiuscola, non si PERDE, ma RESTA, anche se cambia forma. Te ne accorgi che rimane perché non sei più quella di prima: adesso sei più matura, più saggia e più sensibile. Vedi la vita e il mondo con occhi diversi. Hai scoperto una realtà che non conoscevi e guardandoti indietro, a come eri prima di incontrarla, non ti riconosci più.
    Un Amore con la A maiuscola non si DIMENTICA, ma RESTA, si imprime nella nostra testa e non c’è possibilità di scacciarlo. Allarga il cuore fino a farlo scoppiare e il cuore, dopo essere stato attraversato dall’amore, non torna più come prima. NON SI SCORDERA’ DI TE. Come non è possibile per un essere umano scordarsi delle cose belle. Sarai in ogni tramonto, in ogni fiore appena sbocciato, in ogni goccia di rugiada. Di notte sarai una stella e di giorno una nuvola. Ripenserà a te ogni volta che la tristezza l’assalirà e sentirà il bisogno di una spalla su cui piangere. Ripenserà a te ogni volta che la felicità la sorprenderà e sentirà il bisogno di condividerla con qualcuno. In ogni sua lacrima e in ogni suo sorriso ci sarà sempre una parte di te. Un Amore con la A maiuscola, come ogni Amore con la A maiuscola, RESTA PER SEMPRE.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili