Salta i links e vai al contenuto

Le sfumature che le persone non notano

Le persone non si rendono conto di quanto possa essere migliore la vita di un maschio bello. E questo, contrariamente a quanto si possa pensare, vale soltanto per gli uomini. Essere belli è importante per gli uomini e non per le donne. Sono le donne a guardare la bellezza del partner. Molti maschi, soprattutto italici, hanno pretese estetiche molto basse (si accontentano di poco). Innanzitutto la bellezza maschile dura molti anni, non svanisce con il tempo. Mentre la donna comincia a decadere dopo i 30, i maschi belli (e sottolineo belli) con il tempo acquisiscono un certo fascino. Magari non sono come a 20 anni, ma restano comunque accettabili almeno fino ai 50. Quindi la bellezza (o bruttezza) ti accompagna per gran parte della vita. A meno che non ti lasci andare alla Homer Simpson si intende. Un minimo devi curarti. Comunque sto divagando. Il punto è che un uomo non bello può puntare a sviluppare altre caratteristiche, ma alcune soddisfazioni non riuscirà mai a togliersele. Sono le piccole sfumature quotidiane a fare la differenza. La commessa giovane che ti lancia uno sguardo malizioso mentre fai la spesa. La madre di famiglia che ti incrocia per strada e ti fissa. Tutte quelle piccole attenzioni che ti sono riservate soltanto perché esisti e sei bello. Io sono uscito alcune volte con dei belli e vivono praticamente in un’altra dimensione. Messaggi su WhatsApp da decine di donne, proposte continue di ogni tipo (compreso sesso sfrenato senza impegno). Quando sei bello 9/10 donne farebbero con te qualsiasi cosa. Anche un semplice sguardo ti può cambiare la giornata e rendere felice, mentre all’uomo medio sono riservati soltanto sguardi schifati o indifferenza più totale. Sì può tranquillamente affermare che la vita, almeno in questo ambito, di uomo medio è veramente scadente. Insignificante. Sì può affermare che sotto una certa soglia estetica non è vita. Uscite con dei belli, guardate il WhatsApp di un bello o iscrivetevi ad un sito di incontri con la foto di un bello e rendetevi conto di cosa vivono ogni giorno. E tu essere umano normale o addirittura bruttino/brutto come sei considerato in confronto a quelli che per le donne sono gli uomini al TOP. Tu, povero fesso, che tanto ti impegni a trovare una compagna e fai tutto per lei. Renditi conto di qual è la natura delle donne e quali sono i loro reali desideri. Se desiderano stare con te che sei un onesto lavoratore, magari gentile, educato… oppure se, in fondo, qualsiasi donna, desidera stare con un uomo che si trova ad un altro livello rispetto a te. Accettare questa realtà, basta vivere di illusioni. Basta farsi il culo per queste persone. Se stanno con voi (e non siete belli) è solo per interesse o per qualche altro motivo, non certo perché ci sapete fare o perché si è “innamorata” di voi. Dico soprattutto ai giovani under 30. Non ha senso fare nulla per loro. Non è misoginia, è un dato di fatto inconfutabile. Quello che io scrivo è vero al 100%. Stiamo parlando di istinti, stiamo parlando di scienza in fondo. I brutti/normali non vivono una vera vita.

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Riflessioni

8 commenti

  1. 1
    glosstar -

    che tristezza leggerti. oltre che sfigato sei di una noia mortale ed e’ certamente questa la ragione per cui sei solo e nessuno ti degna di uno sguardo.

    osservi gli altri con invidia, e invece di sviluppare con te stesso un rapporto che renda unico e per questo irripetibile, sviluppi teorie e statistiche strampalate che servono a costruire l’alibi alla tua paura del rifiuto, alla tua frustrazione da risultato carente, alla tua auto avverante profezia che…”tanto qualsiasi cosa faccio, e’ tutto inutile, nessuno mi si caca e sarò sfigato per sempre.”

    bravo, continua cosi. stai andando benissimo.

  2. 2
    Rossella -

    Senti, le persone hanno trovato nel nomadismo la strada della normalità. Adesso per sopravvivere hanno scelto di abitare la sfera estetica.In questo mondo normale io non aspiro alla compagnia ma ad avere una barca di soldi. Così siamo uguali. Io con i miei miliardi e loro con le loro illusioni. Di questa gente non me ne può fregare di meno. Hanno perso i buoi e vanno alla ricerca delle corna. Perché dovrei perdeci la salute? Il loro disagio è contagioso.

  3. 3
    Rossella -

    PS Massimo rispetto per le popolazioni nomadi che portano sulla piazza un grado di abnegazione minima che è necessario alla salvezza. Sono molto più civili, non si credono migliori degli altri.

  4. 4
    Mario -

    Fix your credit

  5. 5
    Suzanne -

    Più facile convincersi di essere sfortunati perché madre natura non ci ha donato la Bellezza ( in senso Assoluto e Totalizzante) piuttosto che domandarci quali siano le nostre responsabilità nel non piacere agli altri. Eh già, perché un ragionamento del secondo tipo implicherebbe un alzare il sederino dalla nostra zona di confort-tristezza e incominciare a darsi da fare per cambiare la nostra vita.

  6. 6
    utente_anonimo -

    Eh, quanto siete saccenti senza sapere le cose. In realtà io mi do da fare in tutti i campi della vita e in tutto quello che faccio riscontro successi. Invece con le donne se non hai la faccia giusta c’è poco da fare. Altro che “uscire dalla comfort zone”. E poi non ho detto di essere vergine o di non aver avuto donne. Rileggete con attenzione. Il problema non è quello

  7. 7
    Angwhy -

    Hai sentito la Rossye,datti al nomadismo!cosi,una volta ricco sfondato,potrai ricorrere alla chirurgia estetica e tutte le donne cadranno finalmente ai tuoi piedi

  8. 8
    omino_omega -

    Ho scoperto da poco questo forum, ho letto diverse opinioni su argomenti uguali o simili in questo e in altri luoghi di discussione, ma non credo mi sia mai capitato di condividere in modo cosi’ completo e sentito le argomentazioni e i concetti riportati da @utente_anonimo.. con le lettere finora pubblicate non ha sbagliato un colpo, la verità assoluta.. praticamente impossibile per me, ma credo per la gran parte, esprimere in maniera cosi’ chiara e realistica cio’ che personalmente sono convinto da sempre ma che di cui purtroppo, nonostante l’eta’ gia’ oltre la metà della vita media, non sono mai riuscito a farmene una ragione, e questo e’ stato da sempre altrettanto deleterio quanto convivere tutti i giorni con lo stato d’animo di cui sopra cosi’ ben illustrato.. poi come sempre c’e chi si immedesima, chi comprende, chi non capisce ma prova comunque a comprendere, e chi denigra, con argomentazioni e sentenze che solo chi vive e subisce nel profondo questa condizione puo’ comprenderne la portata della superficialita’..
    complimenti e, anche se di magra consolazione, grazie per esserci riuscito..

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili