Salta i links e vai al contenuto

Le primarie del partito democratico

Lettere scritte dall'autore  

Cari Amici,
non so Voi, ma io sono perfettamente d’accordo con quanto riportato nel post di Grillo “Le primarie di Topo Gigio” (Link).

Dico di più!

Avendo visto come Veltroni ha “governato” Roma, tremo al pensiero dei maggiori guasti che potrebbe portare all’Italia se un giorno diventasse Premier.

Qui ci salviamo solo se facciamo come dice Grillo, cioè se non votiamo più personaggi compromessi con i vecchi partiti.

Mi auguro perciò che nessuno sano di mente vada a votare per le Primarie “farlocche” del Partito Democratico.

Solo così si capirà se l’Italia vuole cambiare veramente l’andazzo che ci sta distruggendo!

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

4 commenti

  1. 1
    filippo -

    “Qui ci salviamo solo se facciamo come dice Grillo, cioè se non votiamo più personaggi compromessi con i vecchi partiti” (Percola)

    SBAGLIATO!!!
    qui FORSE ci si salva solo se NON SI VOTA e basta, né adesso né dopo!
    che vuol dire “compromessi con i vecchi partiti”?! nulla!
    non è forse Mastella un delfino di De Mita?!
    se non ci sono i vecchi ci sono i loro pupilli!
    è la logica dei Partiti/Mafia che bisogna rifiutare e questo è possibile solo rifiutando le elezioni.
    gli schieramenti politici devono essere funzionali al servizio del paese e non il contrario, come è stato finora.
    per questo ne bastano 2, com’è sempre stato in tutte le società civili, non 56 come in Italia, questo paese di buffoni, di pecore, di mascalzoni in cravatta, di briganti, di preti e di nepotisti.
    il cambiamento che serve qui è talmente radicale che se non ci sbriga a farlo
    noi e i nostri figli dovremo pagare un conto salatissimo all’Europa o essere buttati fuori, altro che le comiche di Grillo, un po’ tardive per quanto gradevoli.

  2. 2
    Bruno -

    azz.. la gente è stanca della politica e vedi cosa ti combina: un milione di votandi per l’ultimo raggiro politico, il PD.
    Sono d’accordo con lo scrivente filippo: Non bisogna votare, finchè tutta questa melma non capisce che ogni pazienza ha un limite.
    Mea culpa, dico sempre che l’italiano medio è un ignorante convinto e purtroppo è cosi

  3. 3
    Laura -

    si ma hai visto come hanno raggiunto quota tre milioni di votandi?
    si prendono in giro pure da soli!!!!!!!!!!!!!!!

  4. 4
    Paolo Ercolani -

    L’unica consolazione è che due anni fa, per Prodi, votarono in 4 milioni.
    Il trend decrescente potrebbe essere indice di un progressivo “rinsavimento” degli Italiani.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili