Salta i links e vai al contenuto

Lasciato dalla fidanzata

  

Ciao a tutti. Scrivo per esporvi la mia esperienza. Ho 24 anni, e sono stato fidanzato per 4. La nostra storia è iniziata all’università, e abbiamo quindi condiviso in questo periodo tutto. Studio, amici, gioie e soddisfazioni. Dopo la triennale decidemmo di proseguire la Magistrale in un’altra città. Nuovi amici, vita nuova fuori casa. Altre abitudini e una sorta di convivenza (ci siamo visti praticamente per 4 anni tutti i giorni). Poi all’inizio di Marzo 2012 le cose sono incominciate a cambiare. Mi sono accorto che lei aveva stretto un legame particolare di amicizia con un ragazzo della comitiva con la quale uscivamo. Poi un giorno mi chiama e mi dice che ha bisogno di una pausa e riflettere (le solite cose, insomma). Nel frattempo continua a sentirsi con questo tale; io in questa “pausa” le provo di tutte per ritornare a stare bene insieme, ma niente. Lei è decisa e dopo un mese di litigi, ci lasciamo. E per magia lei si mette con quel tale dopo nemmeno 1 mese. Io ovviamente ci resto di merda. Di sicuro il periodo più brutto della mia vita. Quel che è peggio però è che ora mi sono ritrovato solo, perchè in quella comitiva non posso più farne parte, per ovvi motivi. Ho perso tanta autostima e mi sento ora di non poter rivivere qualcosa di simile con un’altra persona. Vedo tutto nero e poco stimolato anche nello studio. Mi è crollato il mondo addosso e a volte mi sembra davvero tutto perso. Sono passato da una vita spesierata e bella, senza alcun tipo di problema…filava tutto alla grande in ogni cosa…a ritrovarmi solo, mortificato e senza molte prospettive. Non ce la faccio più!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti a

Lasciato dalla fidanzata

  1. 1
    Artorius -

    Purtroppo vengo da un’esperienza simile alla tua.. E posso dirti con sincerità di non fidarti troppo di comitive ed amici, perché poi va a finire sempre così: la ragazza il più delle volte viene vista come la parte debole e gli altri si schierano con lei. Tu non puoi fare altro che cancellare queste persone e lei e provare ad andare avanti. So che è difficilissimo ma non c’è altra strada…

  2. 2
    Andrea74 -

    Invece, per fortuna per te, riuscirai a innamorarti di un’altra ed a starci come, magari meglio che con questa…
    Quanto alla comitiva: tu non ti fai vivo con loro ma loro? Ti hanno mollato e tanti saluti?

  3. 3
    dario -

    grazie per le parole di conforto…
    in sostanza prima venivamo sempre chiamati insieme (io e lei); era un tutt’uno…ora visto che questo ragazzo fa parte di quella comitiva da molto più tempo di me (lui è di questa città in cui sto facendo l’uni), io ero “nuovo”…e con il passare del tempo non mi hanno chiamato più, ne io li chiamo…mi sentirei a disagio.
    quando però poi vedo commenti e le stupidaggini che si fanno in comitiva su facebook ci resto malissimo…spero passerà presto!

  4. 4
    B -

    Ciao!
    Sono stato nella tua identica situazione…
    L’unica cosa che posso dirti è: AMA te stesso più di ogni altro…
    Sembra una frase fatta ma è l’unico modo per guardare le persone dritte negli occhi, con orgoglio, in situazioni in cui le gambe ti sono state segate via…
    Hai sbagliato qualcosa? Da quanto dici non mi sembra… quindi alza il CU =D ed esci con quelle persone (chi si deve nascondere sono lui e lei)… guarda tutti negli occhi…
    All’inizio sarà dura per il tuo stomaco… dopo diverrà dura per lo stomaco di chi ti ha pugnalato…
    E’ difficile ma si deve essere UOMINI!!!

    PS. quando dico “ama te stesso” non intendo “non amare nessun altro”… ma sappi che se per prima cosa non ami te stesso non riuscirai ad AMARE veramente altre persone!

    Altro consiglio: fai un sacco di sport e attività, in contatto con persone nuove, ma non abbandonare le vecchie compagnie!!! (Ricorda: Non ti devi nascondere!)

    Fatti forza! Tutto si supera! 😉 Ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili