Salta i links e vai al contenuto

Perché la vita dà e poi toglie?

5 anni insieme e la sensazione di aver trovato la strada giusta. Università finita a pieni voti, uno stage presso una azienda di successo come prima esperienza, l’amore di un ragazzo che vuole costruire qualcosa con te, tanti sogni e speranze che ti fanno alzare col sorriso al mattino… Poi di punto in bianco il baratro.
Il contratto tanto sudato per questioni di riorganizzazione aziendale saltato, la persona a cui ti sei donata in tutto e per tutto cambia e ti lascia senza avere il coraggio di dirti che sta frequentando un altra e tu lo vieni a sapere da amici che non ce la fanno a vederti struggere giorno e notte chiedendoti “Perchè?”.
Sono passati mesi, ma tanti mesi dal crollo totale e ancora non riesco a ricomporre i pezzi della mia vita. La mia domanda e rancore più grande è sempre la stessa… Perchè la vita ti da e poi ti toglie? Quale marchingegno del destino o divino dal ghigno sadico c’è dietro a tutto questo? Chi ci guarda da lassù o chissà da dove ha davvero in mano una lente di ingrandimento e si diverte a bruciarci come formiche?
Rabbia e sconforto, ci convivo da troppo. Pensavo di riuscire a rialzarmi qualche settimana fa. Lavoro nuovo, gente nuova e persino l’ abbaglio di nuova storia, questa conclusa miseramente in un “Ora voglio stare da solo, non sentiamoci”.
E l’ombra di lui sempre sulla schiena, che ogni tanto passa, mi giudica e se ne va.
Ho sempre detestato le persone che per indole propria o meno pensano solo al lavoro e alla carriera. Anche se sono giovane ne ho incontrate davvero tante sul mio cammino e le ho sempre giudicate. Col senno di poi ora non le biasimo. Certo avere un affetto sincero ti aiuta a vivere meglio, ma dov’è l’affetto sincero? E’ solo una illusione che può durare 2 giorni, un anno, 5 anni e poi scompare e ti lascia una ferita pronda e relativa cicatrice indelebile che ti porterai dentro per tutta la vita.
Se è vero che ognuno di noi ha una missione, la mia, come per altri che leggo qui nelle varie lettere, è quella di camminare con le proprie gambe e non desiderare di poter condividere gioia e delusioni.Basto io e mi devo far bastare.
Perchè tanto ho capito che quando apri il tuo cuore a qualcuno, quella persona non aspetta altro averlo per se, infilarci un coltello dentro e spingerlo fino a quando è trafitto del tutto.
Devo diventare come un automa che si alza, mangia il giusto per sopravvivere, lavora, si corica e il giorno dopo ricomincia. Per me è l’unica salvezza.

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

23 commenti a

Perché la vita dà e poi toglie?

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    fra -

    riesco a capire e a sentire quello che provi nella maniera più totale. e lo condivido in pieno.
    leggi la mia storia e vedrai che ho tutti i motivi per farlo.
    io sono morta dentro. uccisa.
    ti sono vicina.

  2. 2
    Puck -

    Cara mariaiole, la vita non dà e non toglie nulla, siamo noi che creiamo (a volte con l’aiuto della fortuna a volte solo con la volontà) e che distruggiamo (nel caso dei rapporti di coppia a causa dell’orgoglio e tante altre baggianate). La mia storia è finita dopo 3 anni ecc (post non so cosa mi prenda), oggi ho lasciato un commento in cui racconto che l’ho rivista, non mi ha distrutto la cosa, anzi ho forse realizzato la giustizia in ciò che è stato. Il lavoro? Il mio mi fa schifo, però ce l’ho (1000 euro/mese), credimi neppure io lavoro pèer quelo che ho studiato e mi brucia tanto… mi consolo facendo kick boxe e nuoto. Cosa vuoi fare tutta ala vita a piangere (la mia ormai ex ha sempre pianto davanti ai problemi mi ha sempre caricato di pesi, i suoi, e non gli ha mai divisi, ora si “salva” con uno di 30 anni, 7 più di lei,…. credo che non uscirà mai dal circolo), piangiti addosso se credi che ti aiuta oppure racogli i tuoi brandelli e se la sua ombra è sulla tua schiena tu spostati (scusa la metafora). Guarda che pure io non sò cosa fare: quello che ho adesso è una bellissima famiglia (cane incluso), un pò di rabbia e degli amici abbastanza deprimenti: però da qui devo cominciare. Leggi tanti post che sono qui e vedrai che c’è molto di peggio. Auguri

  3. 3
    guerriero -

    nn posso che darti ragione, 5 anni sono tanti ( ne so qualcosa anche io).
    la vita è n m….. , perchè ormai nessuno dà niente per niente, anzi prende sin quando conviene, nella totale ipocrisia (bravi attori) e poi sparisce nel peggiore dei modi per un’altro che almeno apprentemete dà di +.
    Ed io gioco è fatto, poi si sa che le m… vanno avanti proprio perchè tali sono

  4. 4
    Spectre -

    Brutto da leggersi, pure io la vedevo così come te e voglio proseguire a vederla così, ma quel tuo “Ho sempre detestato le persone che per indole propria o meno pensano solo al lavoro e alla carriera” unito al “Basto io e mi devo far bastare.” è il triste must dei giorno d’oggi. Di contro, devo dire che, volenti o nolenti, ci dobbiamo rassegnare al fatto che la vita di oggi è così e, o ci si adegua, oppure si rischia di stare soltanto male combattendo contro i mulini a vento.

    Io sto provando a perdere dei pezzi sbagliati di me stesso, anzi non adatti al giorno d’oggi, per restare fedele alla mia linea ma con intelligenza.

    Anche io pesavo di aver preso una via perfetta giusto due anni fa, oggi ne raccolgo i cocci anche perché non ho voluto vedere certe cose evidenti.

  5. 5
    kekkoufo5 -

    Farai l’automa per qualche settimana poi tutto prenderà una’ltra piega. Quello che IO ti chiedo è solo questo: fai tutto ciò che tu possa fare per riempirti le giornate anche con cose che non ti attirano. Forzati per un mese. Poi mi dirai.

    Reattiva, SEMPRE!

    Un bacio

  6. 6
    maxim_max -

    Ciao Mariaiole,

    nulla da meravigliarsi come pure niente da angosciarsi in quanto viviamo in una società consumistica dove TUTTO è ad uso e consumo personale finchè il “prodotto non scade”, dopodichè eccolì un bel prodotto nuovo con data di scadenza posticipata, rispetto alla precedente e quindi avanti così che le cose vanno proprio bene, altrochè se vanno bene1

    Aggiungo che non sono un “bigotto credente baciamarmi”, ma ragiono a questo modo grazie alle esperienze che ho avuto, in ultimo proprio incredibile, ma essere seri al giorno d’oggi non serve a nulla perchè noi siamo controcorrente…
    Comunque sia meglio come siamo noi invece di come sono loro, perchè alla fine della favola i veri cadaveri sono loro e non noi!

    Maxim_Max

  7. 7
    Monk -

    Bellissime parole: «basto io e mi devo far bastare». Parti da qui, hai già elaborato tantissimo.

    Tanto, fuori, è tutto uno schifo. Ma uno schifo davvero: anche gli angioletti hanno le ali finte e la coda da diavoletto/a ben nascosta.

  8. 8
    dean -

    Ho amato tantissimo,troppo,ho dato tutto quello che avevo come un co...one,e come un co...one sono rimasto,ha preso tutto ciò che gli serviva,tutto il sostegno,l’aiuto,i consigli,le conferme,la sicurezza,tutto, e quando ho avuto bisogno io di un pò di sostegno,di appoggiarmi un pò anche io,quando anche io avevo bisogno di potermi sentire confortato,tutto è finito,sparito nel nulla,da un giorno all’altro per telefono sono stato messo da parte..accusato anche di aver creduto troppo in questo rapporto,di tenerci troppo..
    non esiste una risposta soddisfacente per queste cose,non esiste,perchè neanche Dio se ne occupa di queste cose,siamo soli,noi dobbiamo essere i genitori di noi stessi,è tanto triste ma è così..poi c’è la gente che crede nella vendetta,io penso che la punizione più grande per queste persone sia proprio quella di essere meschine!

  9. 9
    Solome -

    Dean, mi piace come la pensi, niente vendetta perchè tanto queste persone meschine quando si guarderanno allo specchio avranno da pensare a cosa sono…anche se a volte per dire la verità la voglia di rompere il muso a qualcuno l’ho avuta, fargliela pagare davvero da potermi riscattare il male fattomi… poi sarei stata al suo livello vero? (ditemi di si…)
    Mariaiole, ti faccio i miei migliori auguri per una vita…colorata…Niente è perso se vorrai. E devi volere!!Un bacio e un abbraccio forte.

  10. 10
    rory105 -

    Hai detto bene Mariaiole…anche io mi faccio sempre la stessa domanda che ti fai tu…
    Mi chiedo sempre perchè la vita me l’ha dato se poi me l’ha tolto…perchè m’ha tolto l’unica cosa a cui credevo…
    E nn esiste una risposta…dobbiamo solo rialzarci da terra e ricominciare…provando d cercare strade migliori…vedrai che arriverà la felicità che meritiamo…anche se anke io la vedo lontana…m dobbiamo crederci,dobbiamo combattere e non lasciarci vincere dalla sofferenza…la vita è una sola…
    B.fortuna…bacio

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili