Salta i links e vai al contenuto

La mia stanza buia

  

Sono in una stanza,
una stanza buia, nera senza alcun colore.
Penso a tutti i bei momenti,
alla felicità,
alla gioia che io avevo.
Ora non ho più niente,
vivo nell’angoscia, nel dolore,
nel pianto e nella paura
che un giorno io possa fare qualcosa.
Ogni giorno che passa mi accorgo
che la mia vita senza lui
non è niente.
È solo un insieme di giorni bui,
tristi, grigi e senza senso.
Io non so perchè mi abbia mollato,
non le piaccio più evidentemente.
Ma io mi chiedo che ho fatto di male.
In questa stanza buia non c’è più senso
tutto è grigio, tutto è triste, e tutto mi fa paura.
Ogni singola canzone che ascolto
mi ricorda lui, mi ricorda i momento passati assieme,
mi ricorda tutti i suoi abbracci,
le sue carezze, le sue coccole,
ma di più la sua bellissima bocca quel bellissimo giorno.
Con lui è stato tutto bellissimo,
ogni parola, ogni secondo, ogni minuto e ogni ora era fantastico,
peccato che sia finito tutto cosi in fretta.
Perchè il tempo è volato via cosi ad un battito di ciglio???
Io mi chiedo il perché di questo, il perché di questa ingiustizia.
Non ha senso il tempo quando vola.
Non doveva volare cosi veloce,
non doveva imitare una farfalla
doveva durare più a lungo.
La sua testa, il suo cuore e il suo amore
non erano per me.
Era solo un inganno, un inganno profondo,
e più ci rifletto più mi sento male.
E ora in questa stanza buia, in questa notte di paura
io sento le sue parole di scuse
parole che non sentirò mai.
Sono tutte frasi, tutte immagini, tutte parole
che io vedo e sento, ma che non hanno alcuna realtà.
Sento che tutto quello che ho vissuto
è stato solo un bellissimo, magnifico sogno
un sogno che non si ripeterà un altra volta.
In questa stanza buia e paurosa
sento le parole e la musica di una canzone,
rimbomba, la sento, mi colpisce la testa
mi manda le immagini davanti agli occhi,
e cosi che io sento i miei occhi bagnarsi a poco a poco,
è cosi che incomincio a piangere, ed è cosi che la stanza,
quella maledetta stanza,
diventa la stanza dell’orrore, del pianto, dell’angoscia.
Quella per me sarà per sempre la stanza di ricordi,
la stanza dove il cuore è spezzato,
infranto e ancora in battito,
solo per una cosa, solo per una ragione,
l’amore per lui,
quell’amore incontenibile, troppo grande che rimarrà,
per sempre un sogno.
Ancora una volta le parole, la musica, le canzoni
cadono su di me portandomi solo ricordi.
Non ci sono canzoni che non me lo ricordano,
da quelle più movimentate a quelle più tristi.
La sua canzone preferita,
le canzoni dei giochi della festa,
la canzone di una gita.
Tutte canzoni, musiche e parole
che per me hanno significato.
Ora a poco a poco i miei occhi si chiudono,
troppo pianto, troppa angoscia, troppa voglia di morire.
Il sonno si fa sentire sempre di più ma gli occhi non si chiudono
rimangono aperti dalla troppa paura che la notte,
quella brutta notte mi porti via,
magari tra i suoi brutti pensieri.
In quella stanza buia e paurosa
i miei occhi cedono al sonno,
i miei pensieri si dissolvono,
si mischiano assieme,
fino a formare un bruttissimo e indimenticabile incubo.
E sarà proprio in quella stanza dove l’orrore più grande della mia vita
non avrà mai fine.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti a

La mia stanza buia

  1. 1
    Cris8 -

    qualcosa ti dirà che la tua forza non è mai svanita
    e si alimenterà del tuo dolore
    perchè della vita rivedrai il suo splendore..
    Complimenti!Anch’io sono una tua collega:)

  2. 2
    paolo -

    purtroppo è così, quando succedono queste situazioni all’inizio è questo quello che si prova, tutto sembra fuori posto, dopo essere stati abituati così bene ad un periodo felice…è normale buttarsi giù,piangere, disperarsi,urlare contro il mondo, ed è giusto farlo.Ancora è presto, però il grande consiglio che posso darti,importante seppure scontato, è di reagire, non adesso, non domani, piano piano, perchè la vita è bella, e il mondo in fondo è un bel posto in cui vivere.Poi tra un pò di tempo, quando sarà passato tutto, penserai che sei stato uno stupido a perdere quei giorni a piangere, ad affliggerti, a ricordare…Ricordati, dipende solo date, sei solo tu che devi riuscirci, e ci riuscirai:)

  3. 3
    Pamela -

    Carissima Mely, non parlare così! Te lo dice una che sta vivendo il tuo stesso incubo, che capisce perfettamente quello che stai provando, il dolore, l’angoscia, quel senso di smarrimento che toglie il respiro. Sono anche i sentimenti che accompagnano le mie giornate da un mese a questa parte. Ma la vita è troppo preziosa per buttarla via così. Aggrappati a questa vita, al bene che ti vuoi, che DEVI volerti: non chiuderti nella stanza che ora è così piena di incubi! E’ la reazione più normale, ma non è quella giusta. Mely, esci, piangi, parla con chi ti è vicino, fai passeggiate, guarda film. Ascolta quella musica che ti fa così paura. Non vergognarti di mostrarti fragile. Piangi, piangi, ti fa bene, non temere di vivere il tuo dolore, ti renderà più forte. Ma non chiuderti al mondo. Io credevo che lui fosse l’amore della mia vita, dentro di me lo penso ancora. Ma lui sta con un’altra. Tutto all’improvviso, tutto senza senso. Non so se tornerà ma se tornerà troverà una donna diversa. Il dolore ti cambia. Sta a te però fare in modo che questa situazione non ti distrugga. Ora forse è ancora troppo presto ma vedrai che ad un certo punto la tua anima ti porrà davanti ad un bivio: è l’istinto di sopravvivenza. Solo tu puoi decidere: continuare a spegnerti giorno dopo giorno o iniziare a risalire la china. Oggi un collega mi ha detto: “E’ bello vederti sorridere di nuovo. Quando sorridi illumini la stanza, sei contagiosa”. E questa frase ha reso bella la mia giornata, è come se mi fossi riappropriata di un pezzetto di me, se l’avessi strappato al buio. Piango ancora per lui, sono ancora piena di paure, di dubbi, di dolore, ma una cosa è certa: voglio essere felice nella mia vita. Devi volerlo anche tu.

  4. 4
    okkiopinokkio -

    AH! Mely complimenti x la lirica ma ora basta accendi la luce se la stanza è buia.
    Basta con la fase del dolore incomincia quella dell’essere arrabbiata.
    Ok soffri ma anke altri soffrono e hanno sofferto comincia a rivivere rialzati dal letto.
    se stai li quando ti passa.
    Poi voi donne ci mettete 2 secondi a trovare ragazzi o uomini o quello che volete.
    Si sarai innamorata di questo che ti ha spezzato il cuore non lo metto in dubbio ma sono sicuro che in giro c’e’ di meglio.
    Dai monta sul cavallo e suona la carica.

  5. 5
    xaver -

    bene hai scritto delle righe bellissime…..adesso ti scrivo le parole di una canzone che devi ascoltare….bene….l’ho gia’ consigliato a qualcuno adesso la scrivero per te
    Colpo di pistola subsonica

    Il tempo che e’ passato non e’ una buona ragione……
    ritorno sui miei passi e adesso contali bene…..

    Questa dovra essere la tua canzone……

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili