Salta i links e vai al contenuto

La gaffe di Tremonti

Lettere scritte dall'autore  

Ballarò: la gaffe di Tremonti – La Stampa, Repubblica etc… (19 settembre 2007)
“Imbarazzante fuori onda dell’ex ministro: il microfono resta aperto e diffonde un commento poco elegante alle parole dell’imprenditrice Todini (i.e.: “Ma che cazzo dice …”).

Come molti avranno avuto modo di sentire dalla diretta e dalle registrazioni in rete, la Todini ha sottolineato un dato di fatto universalmente riconosciuto e cioè che “le Provincie costano 3-4 MldEuro$/anno e non servono a un cavolo”, o meglio, servono solo a fare poltrone per i clienti della corruzione politica, ma tecnicamente sono d’intralcio al buon funzionamento della cosa pubblica (NB: 1Euro$=1Eurodollaro, contro il Dollaro americano, quello Canadese, quello australiano etc…, fermo restando che la paternità del dollaro è europea poiché proviene dal Tallero austriaco).
Allora, come fa Tremonti a fare quel commento estremamente fuori luogo nonché da perfetto cafone?!
nessuna meraviglia la cafoneria dato che parliamo di un commercialista leghista, ma il resto fa pensare che nelle provincie costui abbia qualche largo interesse, come del resto la sua estrazione lascia agevolmente pensare.
e con questo anche questo n-esimo mentecatto leghista ha definitivamente chiarito la sua posizione: evasore arricchito, protettore di evasori e intrallazzatore provinciale.
ribadisco: ma che brutta fine per il Nabucco far da inno a questi mascalzoni!

L'autore ha scritto 55 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Politica

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Ombra -

    SEI RIDICOLO!
    spero che questo messaggio a te rivolto non venga censurato…
    se vorrai poi ti dirò anche il perchè del mio messaggio

  2. 2
    filippo -

    invece io ti spiego subito che prima si fa il ragionamento e si portano elementi e poi si traggono delle conclusioni, se si è capaci e fossero anche IDIOTE come le tue (idiota, dal latino = soggetto ignorante, scimunito, dalla corta visione).
    sperando che per equità non lo fermino, vedi se ti fa ridere anche questo, presumibile leghista calderoliano!

  3. 3
    Ombra -

    eccomi..
    beh se partiamo in questo modo.. mi sta bene..
    come mi hai chiamato “presumibile leghista calderoliano” .. e come ti devo chiamare io ” parassita comunista da centro sociale”!??!
    non c’è bisogno che mi scirvi cosa vuol dire idiota.. anche perchè non te l’ho scritto e ovviamente dalla tua reazione si capisce molto facilemente la tua pochezza intellettiva, anche perchè mi dai dell’idiota senza neanche aver sentito il mio pensiero…
    ti ho dato del ridicolo.. certo e lo confermo.. sei ridicolo, per me, perchè mi ha fatto sorridere il tuo messaggio.. e mi fa sorridere la profondità minima del tuo messaggio.
    Hai semplicemente dato sfogo al tuo piccolo ego arrabbiato con chi con la pensa come te.
    non voglio parlare del tuo parere su tremonti perchè è tuo e te lo puoi tenere tranquillamente.. tanto quanto io mi tengo i miei pareri su quelli del tuo schieramento e ti assicuro che io con la lega non ho proprio nulla a che fare.. tranne per una cosa.
    la libertà che una provincia deve avere e l’importanza che ha, anche se costosa…
    la struttura di una regione è a piramide.. il piccolo comune si unisce agli atri piccoli comuni e dialogano con le proprie provincie, le quali a loro volta girano le richieste alla regione.
    ora se l’italia fosse la valle d’aosta ti darei forse anche ragione, ma l’italia è un pò più grande se non te ne sei accorto.
    se ci fossero solo comuni e regioni..i comuni piccoli non verrebbero ascoltati o peggio ancora sarebbero ignorati dalle città grosse, che avrebbero la precedenza su tutto.
    l’unione da tra + comuni fa si che anche i piccoli possano dire la propria.
    e poi alza il tiro… risolleviamo l’economia italiana grazie all’abolizione delle provincie!?! ma dai…

  4. 4
    filippo -

    “la struttura di una regione è a piramide.. il piccolo comune si unisce agli atri piccoli comuni e dialogano ……….”

    premesso che gli ultimi ad opporsi alla destra lego-intrallazzona-nazional-fascista sono proprio i comunisti dai quali mi guardo come da quelli come te, che straparlano di cose delle quali si vede che non hanno alcuna esperienza concreta, ti darò in una lingua colorita ed espressiva l’unica risposta possibile per le corbellerie antimatematiche e politicamente surreali che hai scritto (“se ci fossero solo comuni e regioni..i comuni piccoli non verrebbero ascoltati …”, “la libertà che una provincia deve avere e l’importanza che ha …” etc…): “MA VA CHIUITI!!” insieme con gli altri peracottari della politica italiota e poi butta la chiave!!!

  5. 5
    Irina -

    Filippo,

    Se devo scegliere quale è la cosa piu cafonesca sentir dire “Ma che cazzo dice …” oppure leggere i tuoi commenti – scelgo l’ultima.

    A che cosa serve aprire il tema ? per poter insultare istericamente la gente che dice la sua? Sei veramente penoso… 🙁

    Credo che inutile ricordare che tu come persona non vali neanche un’mignolo di questo “commercialista leghista”.

  6. 6
    Ombra -

    avevo ragione… non mi sbagliavo
    sei proprio ridicolo!

  7. 7
    filippo -

    Da quali pulpiti!!!
    Voi fareste apparire come Francesco da Assisi il peggior borgataro del Tiburtino IV, non tanto Ombra che apre le sue intelligenti “discussioni” con le conclusioni quanto tu Irina, che hai già dato molteplici testimonianze di cos’è la grossolaneria, e lasciamo stare educazione e cultura.

  8. 8
    Ombra -

    ma ciao mia bella IRINA 😉
    come stai?…
    ciao ciao

  9. 9
    Irina -

    Filippo,

    Non so come Ombra, ma io essendo una donna volevo apparire come Madre Teresa :), peccato che non hai capito…
    Tu invece volevi apparire come Fantozzi ubriaco?

    Ciao, Ombrissimo! Che bello di rileggerti…

  10. 10
    San Francesco -

    Filippo, hai ragione, “quei due” mi farebbero sentire un borgataro … Ma lascia che ti dia io un consiglio, che di queste cose me ne intendo. Nonostante abbia sempre predicato il dialogo, anche con gli animali, per questa volta, CON GLI ANIMALI NON CI PARLARE, che è inutile ….
    Pax vobiscum.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili