Salta i links e vai al contenuto

Io, “amante” innamorato… lasciato

  

Leggo questo interessante forum da un po’ di tempo ma solo oggi ho deciso di iscrivermi per raccontarvi la mia storia, anzi la nostra storia, perché lo posso fare solo qui, in questo posto virtuale, non potrei raccontarla a qualcuno che mi conosce nella vita reale perché sono geloso della mia, anzi della nostra storia, e poi renderla pubblica porterebbe ad una serie di problemi più grandi di quelli che ci sono già.
Abito, anzi abitiamo, in un’anonima città del nord Italia, siamo coetanei ed abbiamo passato gli…. anta. Ci siamo conosciuti da adolescenti, e già allora provavo una forte attrazione per lei, dalla prima volta che l’ho vista ho capito che era LEI la donna dei miei sogni, ma poi vuoi per la timidezza, vuoi per la stupidità di una certa età, dove dai importanza ad altre cose più effimere la perdo di vista.
La vita ci fa di nuovo incontrare un po’ più in la con gli anni e la trovo sposata ma sempre, anzi, forse ancora più bella di qualche anno prima, ora è una vera donna. Questa volta però noto interesse anche da parte sua e nasce una stupenda storia d’amore. Mi ricordo ancora perfettamente il primo bacio che ci siamo dati, mi ricordo ancora perfettamente la prima volta che ho fatto l’amore con lei, questi per me sono stati i due giorni più belli della mia vita, perché lei era la donna dei miei sogni. Questa bella storia è iniziata diciotto, si, proprio diciotto anni fa, ed in tutti questi anni io sono stato “l’amante”, quello che è stato nell’ombra, quello che agli occhi di tutti non ha mai avuto una fidanzata, ma in cuor mio so, al contrario di molti uomini sposati o fidanzati, di aver vissuto una magnifica storia d’amore con la donna dei miei sogni.
Non le ho mai chiesto nulla di più perché non volevo rovinare una famiglia, anche perché nel frattempo lei ha avuto un figlio dal marito, e sono sempre stato nell’ombra, ho passato tutti i Natale, tutte le feste, tutte le vacanze da solo, ma sarei pronto a rifarlo perché la gioia che mi ha dato questa storia d’Amore non ha uguali. La vita mi ha riservato qualche sgambetto ma lei mi è sempre stata vicina, sempre dalla mia parte senza mai, anche quando avrebbe potuto, rimproverarmi nulla e questo mi ha fatto superare momenti terribili perché con lei al mio fianco riuscivo sempre a rialzarmi. Come già detto son passati 18 anni tra alti e bassi come in tutte le coppie, e per tutto questo tempo agli occhi di tutti siamo stati solo amici, siamo stati molto bravi a nascondere in pubblico i nostri sentimenti, e per vederci siamo stati agevolati dai nostri rispettivi lavori di rappresentanti che ci permettevano ampie libertà senza dover dare troppe giustificazioni ad altri. Poi con l’andare del tempo, sempre senza insospettire nessuno, pian piano l’ho coinvolta nella associazione di volontariato di cui faccio parte e grazie a questo dopo 16 anni dall’inizio della nostra storia ci ha permesso di passare cinque notti insieme, cinque notti indimenticabili, cinque notti in cui praticamente non abbiamo dormito, ma quelle cinque notti che non le cambierei per nulla al mondo.
Con LEI non ho mai “scopato”, con LEI ho sempre e solo “fatto l’amore”, ancora pochi mesi fa le facevo notare che ogni volta che mi baciava aumentavano i battiti del mio cuore ed ogni volta LEI mi sorrideva e si stringeva a me. La nostra storia va avanti fino all’ultima settimana di agosto quando, grazie alle nostre attività extra lavorative riusciamo a vederci tutti i giorni, e tutti i giorni facciamo l’amore, anche quel maledetto 28 agosto, quando dopo l’ennesimo momento di passione LEI mi comunica che, al contrario di quanto stabilito non potrà venire alla cena a cui dovevamo partecipare insieme, perché sua mamma sta poco bene e mi lascia con il più tenero dei baci dicendomi che saremmo andati a cena da soli la settimana successiva.
Non avrei mai immaginato che quello sarebbe stato l’ultimo bacio ricevuto da LEI, non avrei mai immaginato che quello sarebbe stata l’ultima volta che avremmo “fatto l’amore”.
Quello di sua mamma purtroppo non era solo un malessere passeggero ma l’inizio di una malattia più grave la quale la porta ad aver bisogno di assistenza 24 ore su 24. LEI cambia totalmente la vedo provata, cerco di starle vicino ma LEI mi evita, non risponde né al telefono né ai messaggi, cerco di capire la situazione in cui si trova e, pensando di fare la cosa giusta mi defilo un po’, non voglio assillarla, anche se cerco vanamente di tenermi in contatto con lei.
Finalmente a metà novembre riusciamo a rivederci ma LEI non è più la stessa, capisco che qualcosa non va ed infatti dopo un’ora passata a parlare del più e del meno, senza un bacio, senza una carezza mi dice che deve andare ad accompagnare suo figlio in piscina in un’altra città ed abbandona repentinamente casa mia.
Dopo quasi un’ora esco di casa per andare a fare una commissione e proprio davanti al mio portone vedo LEI che esce dal palazzo di fronte con un altro uomo, salgono sulla sua macchina e se ne vanno.
Da quel momento si interrompono di nuovo i contatti per due settimane e quando ci rivediamo cerco di capire che cosa sta succedendo, e LEI, candidamente come se fosse la cosa più naturale del mondo mi rivelache quell’uomo è una sua vecchia conoscenza che ha rivisto casualmente proprio venendo a casa mia. perché lui, fresco di separazione è appena venuto ad abitare nel palazzo di fronte al mio…. quando si dice la fortuna…. !
Dice di esserne innamorata pazza, e che pur avendo iniziato la storia da meno di un mese sta già pensando di separarsi dal marito, al quale ha rivelato tutta la storia, e che è arrivata a questo punto
per via della situazione di sua mamma e che non la capiva più nessuno, solo la sua nuova fiamma la fa sentire felice.
All’improvviso mi cade il mondo addosso, piango come un bambino e la imploro di non farlo, le chiedo il perché di tutto questo e LEI mi getta in faccia, con una cattiveria che non pensavo avesse, solo i miei difetti i miei ed i miei comportamenti sbagliati. Dopo un’ora, era già mezzanotte passata, lascia casa mia, ed io che le avevo appena messo il mio cuore in mano, dicendole quanto, malgrado tutto, l’amavo ancora, la vedo entrare nell’appartamento dell’altro….. !
Ci siamo rivisti domenica 13 dicembre, ovvero quello che avrebbe dovuto essere il “nostro” diciottesimo anniversario, e lei mi dice che è confusa che non ha nessuna intenzione di lasciare la sua nuova fiamma ma che allo stesso tempo vorrebbe rimanere al mio fianco come “amica” nelle opere di volontariato.
Le dico che questo non è possibile, io e LEI non potremo mai essere amici, per me LEI è l’amore della mia vita e che malgrado tutto il male che mi sta facendo non riesco ad odiarla.
La soluzione ideale sarebbe troncare nettamente ogni rapporto con LEI, non vederla più, forse, con il passare del tempo questo senso di vuoto che ho dentro si attenuerà, ma non so cosa fare, cambio idea ogni cinque secondi, ed a quasi cinquant’anni piango tutti i giorni come un bambino.
Scusate se vi ho tediato con questa storia, ma dovevo raccontarla a qualcuno, non riuscivo più a tenermela dentro, non mi aspetto consigli o soluzioni a questo problema, perché forse non ce ne sono, penso solo che malgrado tutto, ho vissuto una favola lunga diciotto anni, e LEI, qualunque cosa succeda è e rimarrà per sempre l’Amore della mia vita.
Grazie di tutto Ste…. ti voglio bene!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

10 commenti a

Io, “amante” innamorato… lasciato

  1. 1
    davide86 -

    Ciao ste-van ho letto la tua storia e ho potuto notare come sia simile a moltissime altre storie.. io non ti giudico assolutamente perche’ credo che al cuore non si comanda.. purtroppo mi costa dirtelo ma la donna che tu amavi da ben 18 anni non ha esitato a gettarti come uno straccio..una volta trovata una nuova fiamma, qualcuno che la faccia sentire nuovamente amata..questo pero’ a tuo danno dato la sofferenza che ti ha inflitto.. so che e’ davvero difficile da fare, ma devi avere la forza di andare avanti e di ricordare gli splendidi anni che avete trascorso insieme..so che’ e’ impossibile, perche’ora come ora il dolore e la soffereza prevaricano su tutto ma devi farlo per te stesso..e non darti neanche colpe che non hai..perche’ amare non e’ mai una colpa.. ti auguro di cuore di trovare uno spiraglio di luce in tutto cio’..lei non si rende conto di cio che ha perso e buttato via! Se vuoi sfogarti e parlarne puoi contattarmi alla mia mail ciao Davide.

  2. 2
    Roberta -

    Non sono mai stata dalla parte degli amanti,egoisti e ciechi…Nel primo caso pretendono che il loro amato bene lasci capra e cavoli in cinque minuti in nome di un fantomatico amore…nel secondo non riescono a vedere REALMENTE la situazione per quella che è: una storia clandestina,fatta di momenti talmente rari che se fosse un puzzle ci vorrebbero due secoli per poterlo finire…nel tuo caso poi,paradossale,sono passati diciotto anni e ancora non sai chi è questa donna “stupenda” che ti scarica con rabbia e direi anche un pò di schifo…se non riesci ad odiarla forse l’ami davvero ma il grosso problema è che lei non ama te,e questo ti è chiaro VERO !!!??? Perchè và bene lo sfogo ma il perseverare lo sai,è diabolico….e la “tua” donna che non ti ha scelto quando era libera e forse lascia il marito per un altro che non sei tu di sicuro anche lei ha qualche parentela con Lucifero…

  3. 3
    davide86 -

    Per Roberta : fondamentalmente hai ragione, anche io sono contro i tradimenti, gli inganni ma leggendo la sua lettera mi e’ dispiaciuto perche lei molto probabilmente non lo avra’ amato quanto lui invece.. e ora purtroppo per lui e’rimasto solo..certo, avrebbe potuto e dovuto farsi una famiglia tutta sua da amare ed essere amato veramente ma una parola di conforto non la nego..saluti!

  4. 4
    Sergio -

    ouh ma questa era sposata, ha fatto pure un figlio col marito, mentre aveva un amante…

    ad un certo punto ne spunta un terzo ( quindi ha avuto ad un certo punto 3 storie contemporaneamente)…

    Rabbrividisco… nel contempo, immaginando anche che voi non foste gli unici tre, mi auguro che avesse cura della sua igiene personale…

    Ste-van, hai gettato 18 anni di vita nel cesso, non c’è tanto da girarci intorno.

  5. 5
    robert_deniro -

    io non posso giudicare fino in fondo… sono molto più giovane di te e il vero amore ancora non l’ho conosciuto ma penso che la tua sia una situazione difficile. però diamine cerca di reagire… è brutto ma allo stesso tempo inevitabile soffrire per amore e ritrovarsi così a un po’ più di metà della propria vita penso sia ancora più difficile da sopportare. ma tu cerca di farti forza se puoi, scava dentro te stesso e forse troverai una risposta…

  6. 6
    heineken83 -

    le donne mentono constantemente come dice un comico televisivo…
    oltre questo posso dirti che ho la meta’ dei tuoi anni credo quindi non voglio farti la morale ne darti consigli, purtroppo non mi meraviglio piu di nulla sia per le esperienze che ho avuto che per quello che vedo in giro , ma posso dirti una cosa … quello che vuole veramente una donna ne tu ne io ne nessuno lo capira’ mai… riesco ad immaginare come ti senti 18 anni… buttati così …lei che scopa …si perche’ scopa con quello che ha appena conosciuto….nessuna gratitudine per te che le sei sempre stato vicino tutto spazzato via…purtroppo le donne sono così non bisogna mai dare nulla per scontato e piu’ si e’ innamorati e piu’ a volte si allontanano l’unicosa cosa che posso dirti al momento non abbatterti troppo non cercarla e non piangerti addosso cerca di vivere la tua vita mi spiace per tutto ti auguro tutta la felicita’ di questo mondo
    ciao

  7. 7
    spalletta -

    Dopo 18 anni ti ha messo sullo stesso livello dell’ultima fiamma con un piccolo dettaglio… con te non ha mai lasciato il marito anzi ci ha fatto un figlio mentre con l’ultima fiamma è disposta a lasciare il marito….. e ci devi ancora pensare su cosa fare?

    Come diceva il grande “guerriero” che saluto con affetto…

    1) quando si ama non si lascia
    2) se lo ha fatto una volta puo’ rifarlo ancora
    3) si deve capire il valore dei una persona quando questa ti è vicina.

    Detto questo lascio a te le conclusioni.

    CIAO

  8. 8
    ste-van -

    Grazie a tutti per i commenti, alle conclusioni purtroppo ci sono arrivato….e non sono belle!
    Sono distrutto, devastato, non ce la faccio a fare più nulla, non riesco a trovare un appiglio per risollevarmi perche avevo messo al centro della mia vita, tutte le difficoltà fino ad ora incontrate le avevo superate grazie a lei.
    Era l’unica persona al mondo di cui mi fidavo ciecamente, ed ora che faccio? Come potro in futuro fidarmi ancora di qualcuno?
    Non pensavo che si potesse star male cosi per Amore, si Amore con la A maiuscola, perchè malgrado tutto il male che mi sta facendo, sono sicuro che lei era e sara per sempre l’unico amore della mia vita. E’ normale che malgrado tutto quello che mi sta facendo non riesco ad odiarla, anzi, ogni giorno che passa sento che la amo di più? A qualcuno di voi è mai successo?

  9. 9
    ric -

    Perché non leggi la mia lettera e i commenti

    http://www.letterealdirettore.it/quando-realizzi-non-ti-ama-piu-passa/

    è dura da accettare, ma è l’unico modo per uscirne.

    ric

  10. 10
    picci -

    Ciao, non riesci a odiarla perchè l’amore che hai provato e provi per lei è davvero immenso. Questo ti darà la forza di andare avanti.Tu non hai fatto nulla e ti sei comportato correttamente.Lei ha semplicemente smesso di amarti.Non rincorrerla.Se non torna da sola vuol dire che non ti ama proprio più. Tu cerca di andare avanti e fatti forza del fatto che tu hai amato sinceramente. Se lei non ti ama, meglio non averla. I tuoi bei ricordi però non te li porterà via mai nessuno.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili