Salta i links e vai al contenuto

Io (2)

  

Io che rifletto sulla mia giornata, sugli errori che ho commesso oggi, sui sorrisi che ho scatenato o che ho subito.
Io che in fondo va tutto bene, anche se non è così, che ascolto musica, romantica, italiana, che anni fa cantavo a mia volta nei locali, quando alla fine della mia esibizione raccoglievo consensi e qualche nuemro di telefono.
Io che stasera sono solo, un po’ di più, perchè ho saputo che fra un mese ti sposi e speravo l’avresti fatto con me.
Ma non importa, io un matrimonio già l’ho avuto, anche dei figli poi…. poi niente, non doveva andare, non è andata.
Poi anni di te, tre, o quasi ed ora quasi due di follia, di donne entrate ed uscite, qualcuna da casa mia.
Io che non so più innamorarmi o che non lo voglio, oppure che in lei non trovo la porta per innamorarmi.
Io che rifletto ogni sera a che bello sarebbe stato se tutto fosse andato come volevo, con una moglie, due figlie ed una casa col mutuo.
In fondo non è andata così male, una ex moglie, due figlie che adoro, un mutuo di una casa dove non abito, un affitto e alimenti ecc ecc. Standard da uomo separato, tradito ed abbandonato, ma non sono mai caduto o forse una volta, ma mi sono sempre rialzato.
Ora è un’altra sera, va be’ dai finisce il giorno, non è male, domani è un altro giorno, un giorno in più ed anche uno in meno.
Io che credo, nonostante tutto, in qualcosa di unico e grande, che posso dire di avere provato e spero di provare ancora.
Io che ora proverò a dormire, sperando di non sognare, sennò che amarezza doversi svegliare.

L'autore ha scritto 50 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili