Salta i links e vai al contenuto

Inquietudini della disoccupazione

Lettere scritte dall'autore  IANCURTIS

Dopo 15 anni di lavoro continuativo,ha chiuso l’azienda dove lavoravo,sono a casa da un paio di mesi.Sono stato costretto a tornare da mia madre per questione economica,sono single e nn ho figli.

Mi sono anche lasciato con la ragazza poco prima di perdere il lavoro,avevamo un rapporto a distanza e nn stava andando.

Inizialmente da disoccupato,ero sereno,ero convinto che avrei trovato qualcosa di interessante presto,ora sono passate settimane,cv mandati,vari colloqui,offerte di stipendi ridicoli,contratti tutti determinati ovviamente,sono un po’ giù di morale.

Le giornate se sei disoccupato sono lunghe,un conto stare a casa avere soldi farsi delle ferie,un conto dover stare attenti a spendere i soldi,con tutte le inquietudini,i pensieri, interrogativi sul futuro.

I miei hobby come la sport e la musica sono ormai routine,e mi annoiano pure quelli a farli ogni giorno,cerco di rimanere positivo,ma ogni tanto mi sento spaesato e solo,uscire esco ma centellino nn lavorando.

Va beh arriva settembre qualcosa accadrà, chissà che nn avvenga una svolta positiva nella mia vita,come diciamo noi ciclisti dopo la salita c’è sempre la discesa.

Buonanotte

L'autore ha scritto 31 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi: Inquietudini della disoccupazione

Altre sul tema

Altre nella categoria: lavoro - me stesso

3 commenti

  1. 1
    Angela 85 -

    Ciao se ti può sollevare anche io e mio marito siamo disoccupati.a causa del covid abbiamo perso il lavoro.giornate monotone noiose apatiche e piene di preoccupazioni x il futuro.Siamo anche noi in attesa di trovare un lavoro con le giuste condizioni.Bisogna essere ottimisti.ti auguro buona fortuna

  2. 2
    Zezy -

    Ciao ti capisco io ho 36 anni da un 7 mesi ormai che non trovo lavoro… è dura a volte mi perdo d’animo ma poi penso che se io stessa mi abbatto è la fine. Attualmente sto facendo un corso di formazione che potrebbe come non darmi un altra possibilità di interfacciarmi nel mondo del lavoro, anche se oggi, alla mia età ormai si è considerati “vecchi”, si preferiscono gli stagisti, tirocinanti, etc. Vivere con dignità è diventata una vera e propria lotta in Italia. Niente cambia in positivo, anzi si va sempre peggio. Ti consiglio di crearti altre opportunità anche se piccole, mentre continui la tua ricerca. Buona fortuna!

  3. 3
    Ana -

    Ho fatto bene a scappare in UK. Qui molta gente ha perso lavoro con il Covid, ma nel mio caso siamo stati chiusi 3 mesi e ho dovuto lavorare da casa, avevo l’80% dello stipendio (Furlough). Poi il Council ci ha dato degli homeless da ospitare in hotel, difficili da assistere, ma almeno mangiavamo tutti. Finito il contratto del Council, a casa nuovamente con l’80% del salario e a November 2020 ho pure preso il Covid. Poi di nuovo chiuso fino a Aprile 2021, in seguito 6 mesi in quel posto di merda dove non avevo tempo nemmeno di lavarmi e mi davano della fannullona se solo mi rifiutavo di rispondere al telefono alle 3 di notte. Meno male che poi ho cambiato casa e ho trovato il mio attuale lavoro in un’ universita’.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili