Salta i links e vai al contenuto

Ancora innamorata. Ancora lui

  

Buonasera, vi racconto la mia storia con la speranza di poter ricevere un consiglio.
Ho 22 anni, frequento un’università che non mi piace, ho tentato i test di medicina 4 volte senza risultato, pur avendo ottimi voti in una facoltà che per me è difficilissima. Ho problemi sentimentali. Voi vi chiederete cosa c’entra con la carriera universitaria. Bene.
Circa due anni fa conosco A. , l’amore della mia vita, l’unica persona di cui sia mai stata innamorata. Purtroppo le mie insoddisfazioni personali si ripercuotono sulla mia storia: sono arrabbiata, confusa, iniziamo a litigare di continuo, non usciamo mai, siamo sempre noi due, lui preso dal suo percorso d’oro ed io presa dai miei dispiaceri. L’estate scorsa, in vista dell’ennesimo test di ingresso, decido di lasciarlo senza un valido motivo. Per lui, così innamorato di me, crolla il mondo. Mi rendo conto dei miei sbagli, sono pentita, delusa da me stessa, ci rivediamo tre giorni prima del test. Mi urla addosso che è stato male, io piango tre ore in strada davanti casa sua trovando un muro gelido di fronte a me. Mi chiede di non cercarlo, di lasciarlo stare e di rifarmi una vita. Non vi dico della mia performance il giorno dei test perchè sarebbe superfluo. Tornata a casa lo cerco in tutti i modi, messaggi, chiamate ma nulla. Il vuoto assoluto. Cerco di rifarmi una vita e due mesi fa inizio ad uscire assieme ad una mia vecchia conoscenza. Lui è perfetto, disponibile, una mente brillante. Io comincio a stare bene, credendo di aver trovato la pace nonostante sia il quarto anno di insoddisfazione. Una settimana fa l’ho rivisto: eravamo io e il mio nuovo ragazzo e lui (al supermercato). Guardarlo negli occhi è stato devastante, mi si è fermato il cuore per un attimo, ho pianto tutta la notte in presenza del mio attuale ragazzo che, poverino, ha voluto spiegazioni. Gli ho detto che è tutto apposto, che era un momento, che mi passerà e che non ho voglia di tornare indietro. In cuor mio so che A. mi ha strappato tutto l’amore che avevo e che nessuno mai potrà rimpiazzarlo. Ero me stessa, ero felice. Ora sono un fantasma. Mi chiedo perchè questo sentimento debba essere sprecato così…mi chiedo se tornare indietro e urlargli in faccia che lo amo…ho paura di sbagliare ancora. Grazie.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti a

Ancora innamorata. Ancora lui

  1. 1
    Kratos20 -

    cara karen91 che dirti io tenterei ancora una volta, prova a contattarlo e spiegagli cosa hai provato quel giorno e cosa provi ancora e chissà… te lo dice uno che ha perdonato tante volte la propria ex e che ha provato sempre a tornare con lei e davvero non ho rimpianti… per questo ti direi di provare se non va bene te avrai fatto il possibile… buona fortuna 🙂
    e per l’università non darti pena continua a mettercela tutta sempre!!

  2. 2
    karen91 -

    E il mio attuale ragazzo? … Dici non sarebbe un errore rischiare ancora? 🙁

  3. 3
    Golem -

    L’amore della tua vita a 22 anni!! Cara ragazza, tu sei sotto il solito effetto dei tuoi giovanili ormoni e con questi non si ragiona. Poi, come sempre, ciò che abbiamo perso acquista tutta una forza speciale, grazie alla fantasia che amplifica le sensazioni,eliminando quelle spiacevoli e magnificando quelle piacevoli.
    Karen, da qui a quando troverai l’uomo della vita ne dovrai fare di esperimenti che neppure te lo immagini, e quando ripenserai ai tuoi vent’anni proverai tenerezza per quei sentimenti che oggi ti sembrano assoluti e struggenti.
    Ma devi comunque viverli, come abbiamo fatto tutti, perchè solo sperimentando queste sensazioni potrai capire e capirti meglio e quindi maturare.

    Hai solo una cotta Karen, che con l’amore c’entra come la farina con la pasta. “Pasta” che prima di diventare tale deve essere lavorata, lasciata riposare, stesa, lasciata asciugare e finalmente trasformata in tagliatelle, maccheroni o lasagna, per poi essere condita, tramite il rapporto che si creerà tra te e quel tuo futuro lui, dal sugo che la vità ti consentirà di fare, Capìta la metafora?

    Un consiglio. Non stare a “morirgli” dietro come una disperata, non tornerà mai da te se ti umili.
    Poi, dovresti parlare col tuo attuale boy friend di queste sensazioni, poichè ho paura che questo ragazzo sia per te solo un rifugio momentaneo, un porto sicuro, ma senza emozioni, in quanto lo definisci troppo da “bravo ragazzo” per convincermi che tu ne sia innamorata a sangue, e a voi donne di solito piacciono le canaglie, ed è solo per questi perdete che la testa, non per quelli disponibili e carini ma noiosi come il tuo attuale fidanzatino; sbaglio?
    Ciavo

  4. 4
    Karen91 -

    Caro Ciavo, grazie per la risposta. Hai centrato il punto. Per quanto riguarda il mio attuale ragazzo, la questione è un attimino diversa. Lo frequentavo prima di A. e lo lasciai perché pieno di donne, spaccone, sempre in giro. Mi sembrava un tipo che non avrebbe mai potuto interessarsi seriamente ad una come me ma, caso ha voluto che durante il mio fidanzamento non sia mai sparito. Mi è sempre stato accanto, specialmente durante le mie crisi “universitarie”. Mi ha chiesto di dargli una possibilità e, lasciato il mio ragazzo, ho deciso di frequentarlo. Ho capito che è una brava persona e che gli altri lo dipingono in un modo sbagliato. Tuttavia non sono innamorata, è vero. Mi piace, è pieno di vita, intelligente … Ma qualsiasi gesto faccia, qualsiasi posto visitiamo, è un continuo confronto con l’ex. Lui ha capito che con la testa non ci sto, ma continua a starmi vicino. Ha detto solo che spera che stare con me non sia una missione suicida. Spero davvero in una tua risposta, mi hai spinto a riflettere, mi sento compresa. Grazie ancora!

  5. 5
    piero74 -

    kratos20, che cosa gli dovrebbe dire? la ragazza dice che non li sa il vero motivo! karen, in questo campo ti capisco e come! quando si è insoddisfatti della vita, si allontana tutti senza una ragione, senza un motivo! ti capisco perchè insoddisfatto lo sono anch’io, ma io ho 39 anni, ma tu a 22 anni sei ancora in tempo, in tempo per cambiare, per buttarti alle spalle il passato e di ricostruirti una nuova vita, sei ancora in tempo di voltare pagina; sei ancora in tempo; se non ti piace l’attuale università, sei ancora in tempo per iscriverti ad una nuova facoltà e… magari iscrivendoti ad una nuova facoltà, facendo quello che ti piace, magari, man mano sarai più fortunata: sai quanta gente che c’è e che anch’io conosco, che alla tua età si accorgono che stanno sbagliando tutto e, con un po. di coraggio, tirano fuori la volontà e voltano pagina? karen, se vai avanti con la situazione attuale, ti fai del male, dai retta ad uno che non si è mai battuto per cambiarla la vita; datti da fare se vuoi ritornare in pace con te stessa e vedrai… dandoti da fare adesso, riuuscirai a sentirti meglio e, magari a trovare il ragazzo della tua vita, ma devi riuscire a cambiarla da adesso questa tua situazione; il consiglio che posso darti, adesso che finisce quest’anno è quello di iscriverti ad una nuova facoltà; ciao.

  6. 6
    Golem -

    Ciao Karen, sono lieto di aver centrato il punto che ti riguarda, ma non mi sorprende, avendo “studiato” una vicenda simile alla tua che riguarda una donna cui tengo molto, che è stata combattuta tra “l’istinto e la ragione”, come mi pare accada a te e a mille altre come te; basta scorrere i thread di questo forum per capire quanto sia frequente.

    C’è una cosa che mi sorprende, ed è il fatto che il tuo attuale boy friend sia stato un classico farfallone, di cui molte donne si invaghiscono per poi pentirsi amaramente. Di solito questi personaggi non cambiano, proprio perchè trovano sempre qualche “crocerossina” disposta a dedicarcisi, accettandone forzatamente i vizi, nella vana speranza che abdichino a loro favore. Cosa che accade MOLTO di rado, disegnandosi così un destino senza futuro.
    Questo invece ha capitolato, proprio perchè gli hai fatto capire che non era insostituibile, atteggiamento questo che è come una salutare medicina per quel tipo di maschio che crede di appartenere alla categoria di quelli che “non devono chiedere mai”, che molte donne fomentano.
    Ma il problema, temo, è più tuo che loro, nel senso che in realtà non sai ancora bene ciò che vuoi, cosa più che naturale alla tua giovanissima età.
    Quello che ti sta accadendo è la sindrome della “rosa che non colsi”, vale a dire che si rimpiange quello che non si è potuto avere, immaginando che quella “rosa” sarebbe stata più profumata di quella che si ha sotto il naso, capita la metafora?
    In realtà è una situazione più frequente di quello che puoi immaginare e tra l’altro non necessariamente collegata alla giovane età, quanto piuttosto alla mancanza di esperienze, e alla differenza che c’è tra i sogni romantici (potenziati dai famosi ormoni giovanili, nel tuo caso) e la realtà, quasi sempre più banale e scontata di quei sogni.
    Ti sei emozionata nel vedere quell’ex sia perchè il suo “valore” è aumentato ai tuoi occhi nel momento in cui ti rifiutò, e sia perchè non hai potuto vivere fino in fondo una storia che alla fine sarebbe diventata routine come tutte le altre.
    Quella donna di cui ti parlavo, come te interruppe un rapporto molto idealizzato ma non CONCLUSO, mantenendone l’idealizzazione anche da donna matura, anche quando quell’irragiungibile eroe si è dimostrato un perdente, privo di tutte le cose che lei vi sognava di vedere.
    Insomma Karen, come ti dicevo, da qui a 10 anni, conoscendo più a fondo te stessa, distinguerai tra il sogno e la realtà, e saprai scegliere meglio l’uomo della vita

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili