Salta i links e vai al contenuto

Indifferenza

Siamo fidanzati da 2 anni e viviamo insieme da un anno.
Abbiamo litigato 2 giorni fa ed è dura vivere nella stessa casa, dormire nello stesso letto e dirsi soltanto buon giorno, buona sera e buon appetito.
Spiego…….
Io ho l’abitudine di andare a fare la spesa il sabato perchè lavoro e durante la settimana non ho il tempo.
Quindi sabato 16 Maggio mi reco al supermercato e, avendo chiesto al mio lui cosa volesse mangiare l’indomani, acquisto il necessario per fare un ottimo ragù.
Torno a casa dal supermercato e chiama sua madre chiedendo se l’indomani saremmo andati a pranzo da lei.
Il mio lui senza consultarmi, senza battere ciglio dice di si.
In pratica decide anche per me.
Al chè, a telefonata finita io gli dico: ma scusa, non avevamo altri programmi per domani?
E lui mi risponde: e…lo so, ma che devo fare? mia madre domani sarà sola a pranzo.

Ora, ovviamente, io non sono arrabbiata per il ragù in sè per sè perchè lo si mangerà comunque; ma per il fatto che lui abbia preso decisioni senza consultarmi e soprattutto senza chiedermi se ne avevo voglia o meno.
Comunque io incazzatissima esco (come al solito da sola perchè lui è molto pantofolaio) e mi vedo con gli unici 3 amici che ho: una coppia di fidanzati ed una mia amica Laura che è lesbica.
Ora voi vi chiederete perchè ho specificato le tendenze sessuali della mia amica…..
L’ho fatto perchè l’indomani, cioè la domenica, lui mi tiene il broncio (LUI) alla mia domanda perchè sei nervoso lui mi risponde: perchè ieri sei uscita e con voi c’era anche laura (la lesbica).
Ora io credo che lui si sia tirato questa storia del cavolo solo per trovarsi alla pari con me.
Infatti ieri sera mi ha detto: tu sei arrabbiata perchè siamo andati da mia madre ed io sono arrabbiato perchè sei uscita con Laura.
Vi rendete conto che paragone?
Fosse stato un Luigi avrebbe avuto sicuramente ragione, ma essere geloso di una lesbica quando sà che la mia sessualità preferisce di gran lunga gli uomini, è inaudito!!!
Comunque, per farvela breve, non si parla ancora tutt’oggi.
Cosa fareste al mio posto?
Mi rivolgo ai maschietti: sareste gelosi se la vostra ragazza avesse un’amica lesbica?
Vi prego rispondetemi, la vostra opinione è importante.

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

8 commenti

  1. 1
    Marvel Mouse -

    io penso solo che non la racconti giusta..e che stai cercando una scusa per mollare il tipo e concederti una meravigliosa vita da lesbica..solo non ne sei cosciente…
    cmq il ragu puoi prepararlo a noi se ti va…

  2. 2
    Ambra2008 -

    mi serve una risposta SERIA!!!
    Questa te la potevi risparmiare

  3. 3
    shef -

    Ciao, a parte l’evidente futilità del litigio in sè, io credo che una coppia dopo un certo tempo inizi ad affrontare i problemi relativi all’abitudine di vivere in simbiosi, quindi si cercano pretesti per litigare. Maschi e femmine hanno codici molto diversi, per questo è difficile comunicare. Preparando il ragù per lui, tu probabilmente caricavi quel semplice gesto quotidiano di significati anche affettivi (cioè dedicavi del tempo per lui/voi), mentre per lui era solo un ragù. Così come l’andare da sua madre era una semplice visita ad un parente per lui, per te invece era il vostro tempo in comune che veniva utilizzato “male”, o meglio, era lui che decideva del vostro tempo.

    Che dire, dì a lui le stesse cose che hai detto a noi e vedrai che risolverete tutti i problemi!

  4. 4
    Ambra2008 -

    Mi rivolgo a shef.
    Tutto ciò che ho detto a voi l’ho già detto a lui.
    Ma lui resta sulle sue; ancora oggi non si parla e, sinceramente già troppe volte mi sono intascata i suoi sbagli ed ho fatto finta di niente.
    Stavolta se non si rende conto dell’errore e non mi fa delle scuse sentite, per quanto mi riguarda possiamo anche continuare così.
    Non perchè non mi interessa, anzi!!!
    Ma ogni volta ho sempre “abbassato” io la testa, anche se avevo ragione.
    Stavolta non lo farò…..

  5. 5
    tartasch -

    purtroppo noi maschietti soffriamo di una grossa malattia che ti riassumo con il termine “orgoglio”…e questa brutta malattia in amore ti fa combinare solo casini…sicuramente il tuo compagno sa di essere del tutto fuori pista ma immagino avrà grossi problemi ad ammetterlo….te lo dice uno che per il suo orgolgio ha rovinato tutto e si è fatto mollare e adesso passa il suo tempo a piangere e sperare che la sua ex ritorni e lo perdoni…

  6. 6
    eclissi -

    moglie e amica lesbica…il sogno di ogni uomo…

  7. 7
    sense & sensibility -

    M.n.,
    chiedi un’opinione ed allora ti servo subito, con un giudizio!
    Ho vissuto abbastanza (e abbastanza con donne che mi hanno e che ho amato ma anche dentro dei rapporti “sbilanciati” dove i sentimenti erano assolutamente non… equilibrati) per dirti che le tue parole, per quanto possano avere, come sempre succede, una parte di ragionevolezza, mi risultano terrificantemente fredde, misere, e mancanti di qualsiasi indicazione che faccia anche solo trasparire affetto… non dico amore!
    La considerazione ti sembrerà banale e fastidiosa ma tu, il tuo “lui” (wow, che moderno dire il tuo “lui”!!!) e la vostra cosa vuota che tu chiami coppia siete soltanto il segno dei tempi!
    Non so quanti anni avete, non so se tu abbia mai davvero amato o sia stata amata prima di oggi ma ti posso assicurare che il tuo menage mi fa vomitare almeno quanto sono cosciente che è allo stesso tempo “normalissimo”, riconosciuto dalla società, da quelli del “mulino bianco” e da tutti i piccoli meschini esseri umani che come te vengono “codificati”, cresciuti ed educati alla vita che tu stai facendo!
    Ma ti confesso davvero sinceramente una cosa: i milioni, i miliardi di persone (e di “coppie”) come te sono del tutto indispensabili alle cosiddette società civili, sinergiche e complementari allo scorrere lento delle predette!
    Rilassati, sei solo parte del gioco, e non è bella cosa ritirarsi dal gioco e voler scendere dalla giostra, una volta partita!
    Continua a giocare, dondolati sul cavalluccio, perchè di sicuro non possiedi alcun altro strumento per provare a fare della tua vita qualcosa che assomigli anche solo vagamente a quell’anelito cui qualcuno aspira: autonomia e libertà!
    Perchè quest’ultime non significano solitudine bensì la capacità di potersi DAVVERO unire volontariamente ad un altro essere umano per formare davvero un “gruppo” che non si annulli vicendevolemente nè si prevarichi alternando posizioni da vittima o da carnefice.
    Tu che ami fare molto la “vittima” nei confronti del tuo “lui” e della di lui madre (per i quali non parteggio, sia chiaro) sei senz’altro anche “carnefice”, solo che sai bene tenere nascosto questo tuo aspetto!
    Concludo osservando che… nessun giudizio morale per la tua amica lesbica ma mi pare almeno strano e sintomatico che tu dica che tra i tuoi UNICI tre amici ci sia una coppia ed una lesbica!
    Cosa ti è successo di così atroce che non ti ha fatto meritare di avere un’amica donna, prima che lesbica??
    Sorvolo, infine, sul fatto che tu esci (come sempre) da sola!!
    L’aggettivo pantofolaio mi fa vomitare, mi sa di viscido, sporco, unto, psicotico, perverso (nel senso peggiore del termine, perchè ho conosciuto fantastiche perversioni condivise) e se tu hai scelto di convivere con tale persona la responsabilità, cara la mia Ambra2008, e tutta e solo tua!
    Buona vita comunque e non cambiare, le persone come te servono alla minoranza di noi che ogni giorno cerca un “senso” e che può uscire dal seminato solo e anche perchè i più sono come voi!

  8. 8
    oZma -

    sense&sensibility sei meraviglioso……spero che tu sia un uomo perche’mi piacerebbe completare il puzzle biologico con te….

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili