Salta i links e vai al contenuto

I musulmani davvero invadono l’Europa?

Lettere scritte dall'autore  Yoel
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 34 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

266 commenti

Pagine: 1 2 3 4 27

  1. 11
    mrossi00 -

    ragà
    tanto per non farci sorprendere…giacchè dovremo accettare tutta la loro cultura perchè con i governi “calabrache” e garantisti che ci ritroviamo, finiranno per imporcela,adeguamoci..accettiamo anche i lati positivi..tanto per cambiare..la poligamia….o no!!!!!!

  2. 12
    usul -

    CVD

  3. 13
    Domenico -

    Cavolo non pensavo che ci fosserò dei ragazzi (non dico vecchi) che potesserò pensarla come Irina e Ombra (no forse di Ombra si). “non ho visto ne un negro ne un arabo” te la potevi risparmiare nel 2007. Per me vivo a Roma questi discorsi sono assurdi. Qui il problema non sono i musulmani ma tutti gli immigrati Rumeni, Albanesi, Cinesi, Musulmani, ecc che insieme ad Italiani, commettono reati e la passano sempre liscia. Il problema è la sicurezza della città. Preoccuparci dei musulmani? Scusate il fatto che il nostro paese accetti moschee o altro è un segno di civiltà che ancora nel loro devono dimostrare. Che problema c’è nell’essere un paese civile.

  4. 14
    Irina -

    mrossi00,

    “”accettiamo anche i lati positivi””” – se vuoi farti la circoncisione, puoi farla anche senza di accetare l’islam, non penso che a le donne piacerebbe mettersi il velo, a me NO di sicuro, ma neanche sentire ululate delle moschee piutosto acceterei la musica di Marylin Manson ( se anche mi fa vomitare pure quello)

    Domenico,

    “””Scusate il fatto che il nostro paese accetti moschee o altro è un segno di civiltà””” – fare crescere un’nido di serpenti a casa tua non è un fatto di civilta ma di troppo bonismo paragonabile al coglionismo alla fine.

    Epson,

    penso che l’autore di tema ha citato Bernard Lewis per definire un punto di partenza, io non avevo mai sentito prima quel nome e sai cosa me ne frega di lui ma cio che scrive e uguale identicho a quello che penso anche io, non c’e bisogna neanche leggere tantissimo – basta guardare con i propri occhi e accendere il cervello per vedere cosa sta succedendo in Europa( si e gia dimenticato l’incubo di Francia con migliaia di macchine brucciate) e come hanno reagito per le karikature ( mi è piaciuta una – dove erano finiti i vergini) brucciando le chiese, consolate, uccidendo la gente ? dove passa allora confine tra un’umane e la bestia pericolosa senza i valori ne rispetto verso gli’altri

    Ombra,

    Visto che eri sulla luna 🙂 🙂 , forse hai perso un’bel film di Renzo Martinelli “Il mercante di pietre ” proprio sulla problematica musulmana.

  5. 15
    Ombra -

    domenico
    scusa ma credo che non hai capito nulla di quello che ho scritto..
    sorvolo i tuoi giudizi perchè non mi va di fare l’ottuso quanto te!
    qua non si sta parlando di reati.. ma parli senza leggere!??!
    il discorso era solo sul fattore RELIGIONE
    nessuno a parlato di criminali solo di RELIGIONE
    la prossima volta che decidi di dire la tua almeno abbi la decenza di leggere i commenti e di capire di cosa si sta parlando.

  6. 16
    Epson -

    Irina, premesso che in genere neanche rispondo a persone che si rivolgono alle altre con epiteti del tipo “negro” visto che appartengo a questa categoria e che non ci tengo affatto a polemizzare su un argomento come questo, ti informo ufficialmente che per poter “accendere il cervello” la lettura è fondamentale.
    Oltretutto sapere chi scrive e che cosa scrive fa capire lo scopo per il quale tali castronerie sono state scritte.
    E permettimi ancora di osservare che se voglio leggere un articolo, ad esempio sull’ebraismo, posso leggere una grande quantità di libri che vanno da quelli religiosi fino a Mein Kampf. Posso decidere per quest’ultimo, ma non posso dire che me ne frego di chi l’ha scritto e perchè lo ha scritto.
    Il fatto che tu sia d’accordo con quello che dice Lewis rimane quindi un mistero: non sai neanche chi è, ma sei d’accordo con quello che dice…
    L’uso delle doppie nei tuoi interventi fa pensare che anche tu non sei italiana (spero vivamente che questa sia la ragione…).
    Se vieni dall’est dell’europa come il tuo nome sembrerebbe suggerire (ma anche i brasiliani fanno comunemente questo tipo di errore), dovresti qualche volta fermarti a pensare come saresti stata accolta in questo paese da gente che la pensa come te, se il destino ti avesse fatto nascere con la pelle di colore diverso.

  7. 17
    Irina -

    Epson,

    scusami non ti volevo offendere, ho scritto in questa maniera proprio per fare capire che non ho visti dei straneiri ( di nessun genere) in Austria. Ma sinceramente contro i negri ( troppo offensivo?) persone di colore non ho nulla di contrario, ma neanche contro i cinesi per dire anzi mia bisnonna era cinese. Sono straniera giusto anche questo

    “ufficialmente che per poter “accendere il cervello” la lettura è fondamentale”
    grazie che mi hai informato, veramente è quello che penso anche io 🙂

    Però dopo aver letto e riletto e ancora letto tanta ma tanta roba nei tempi universitarii ( e credimi non è paragonabile alle solite universita italiane dove vedo come studiano i giovani che non fanno una sega e si laureano senza sapere un’ca..o) ho capito che leggere gli’opinioni sulla storia contemporanea non è afatto interessante ( anche perche facevo faccolta di storia -senza finire invece mi sono laureata in economia) perche al 99% sono minchiate ( scusate, periodo passato in college italiano 🙂 ) dovuti alla ideologia diversa dagli varie paesi e di conseguenza geopolitiche differenti, promozione degli idee al favore di questo di altro e cosi via quindi bisogna guardare i fatti, statistiche volendo ed accendere il cervello per elaborarli

    “””Il fatto che tu sia d’accordo con quello che dice Lewis rimane quindi un mistero: non sai neanche chi è, ma sei d’accordo con quello che dice…””

    Ci sono tanti misteri nella vita, vedi tu sei riuscito grazie a mio “nick” indovinare che sono straniera, invece io leggendo “Epson” non ho fatto partire la catena associativa epson – stampante a colori – uomo di colore.
    🙂

    Dunque concludo, i fatti e le statistiche sono state citate al messaggio iniziale, sono sbagliate ? no, sono giuste. Quindi i musulmani sono in aumento, tra i popoli europei il tasso di mortalita supera quella di nascita

    “”entro la fine di questo secolo il continente Europeo diverrà islamico”” – questa è stata la frase di Bernard Lewis e non e condivisibile ? Posso sottoscrivermi sotto ogni singola lettera. Perche non mi ne frega chi è lui? 🙂 Ma tu prima di parlare con della gente gli chiedi sempre come si chiamano, gli chiedi curriculum vitae da leggere e solo dopo riesci a formare il tuo opinione su cio che ti dicono ?

    Mio fidanzato si diverte quando guardando la TV io riesco a definire un politico ( poiche molti non conosco in faccia) se sia di destra oppure di sinistra appena senti le prime due frase, voglio dire se vedi la merda non e che deve cercare l’etichetta con la scrittura che ti certifica questo, basta credere ai suoi occhi.
    “”dovresti qualche volta fermarti a pensare come saresti stata accolta in questo paese da gente che la pensa come te””
    prova dire questo a tanti volontari italiani e non solo che sono andati con i migliori intenzioni nei paesi arabi e sono stati uccisi ( sgozzate per esatezza), presi in ostaggio etc. Loro non pensavano come io e allora ? forse se ci pensavano come io continuavano a vivere…

  8. 18
    usul -

    dato che è stato chiamato in causa, riporto qui una frase di Bernard Lewis riguardante il cosidetto “conflitto di civiltà”.
    dopo aver stabilito che tale definizione è usata in genere a sproposito, egli aggiunge:

    “io mi riferisco piuttosto ad uno specifico conflitto: quello tra il mondo di derivazione cristiana (Christendom lo chiama, per differenziarlo giustamente da Cristianità; NdR) e l’Islam. Questo è un conflitto che non nasce dalle reciproche differenze, ma dalla loro somiglianza”

    l’avevo accennato sopra, ma adesso aggiungo che il Cristianesimo euro-americano non ha nulla a che fare con il Cristianesimo originale: quest’ultimo era più sostanza che forma, mentre l’altro è più forma che sostanza, poiché ha abbandonato l’originale tradizione ebraica per unirsi al crogiuolo di credenze che giravano in Europa nel III-IV secolo d.C..
    Il Cristianesimo europeo, la cui nascita data dal IV-V secolo, ha trovato subito il suo analogo assolutista, imperialista, esclusivista nell’Islam ed è da qui che ha avuto origine il solo ed unico conflitto storico tra le due correnti di derivazione ebraico-cristiana.
    ora, che una persona del XXI secolo debba farsi coinvolgere da queste stronzate e dalle loro concatenazioni politiche mi pare segno di scarsa attenzione, come quella di chi ancora commette l’errore di chiamare un afro-europeo o afro-americano “negro”. queste cose sono il vero medioevo.
    dal mio punto di vista, cristianesimo euroamericano, Islam e, per qualche verso, perfino l’Ebraismo, dovrebbero farsi un bell’esame di coscienza, riconoscere che non hanno capito una sega né di ciò di cui parlavano Abramo o Giacobbe o Mosè o Gesù né di come gira il mondo e piantarla di rompere i marroni alla gente.
    è chiaro però che finché si butta strumentalmente benzina su un inesistente “conflitto di civiltà” appresso alle proprie paure, non se ne uscirà mai.

  9. 19
    Domenico -

    Caro Ombra, ho ben capito che il discorso era riferito alla religione. Ma posso stare a sentire uno che riprende alcuni concetti del corano: “E’ l’obbligo religioso dei musulmani di combattere finché tutto il mondo non avrà adottato la fede musulmana o non sarà stato sottomesso alla dominazione musulmana.” e altre cose per sentirci minacciati dai musulmani. Il mio discorso era riferito che il problema non è la religiona musulmana ma sono altri…Quello che non riesco a concepire e che Usul ha detto come sono andate le cose. Tu hai risposto con cavolate del tipo “ai mafiosi in italia ci pensiamo noi” e altre cose. Non sono cazzate sono verità. Ma poi quando dici “quando in un paese arabo vedrò costruire una chiesa e vedrò gente andare in giro liberamente dicendo di essere cristiana allora qua un musulmano potrà fare quello che vuole.. ” allora raggiungi il massimo. Nel nostro paese vige la libertà di religione. Nei loro paesi no. Allora che facciamo? Lo facciamo pure noi. Allora dovremmo parlare allo stesso modo dei cinesi. Poi “ne ho visti veramente pochi di stranieri… forse dovremmo imparare qualcosa da quel bel e piccolo paese che è l’austria”. Stai parlando di stranieri o di musulmani? Stai facendo un discorso di religione o di razzismo? Dovremmo preoccuparci perchè ci sono così tanti musulmani? Allora in Germania, in America cosa dovevono dire degli italiani? Se si comportano secondo le leggi italiane e lavorano non vedo quale problema ci dovrebbe essere. Siamo noi che nella storia abbiamo sterminato e cancellato con la forza intere civiltà (il noi nel senso di europa tra cui l’italia). La mia critica nei tuoi confronti era riferita alla risposta data ad Usul. Il resto non centra niente.
    Irina perchè i musulmani sono serpenti? Io ne conosco abbastanza (mio padre che fa il pescatore lavora con un musulmano ad esempio) e non mi sembrano così offensivi come dici tu. Quale problema stanno creando i musulmani? Poi cavolo, il fatto che uno sia musulmano è un problema? Invece di tutti i criminali dell’est non dobbiamo preoccuparci?
    “prova dire questo a tanti volontari italiani e non solo che sono andati con i migliori intenzioni nei paesi arabi e sono stati uccisi”. Tu forse non conosci la storia….Poi sei straniera e invece di parlare di libertà di opinione, religione, ecc dici queste cose. Vabbè!!

  10. 20
    Epson -

    Irina,la parola negro è offensiva per chi la pronuncia, non per chi la riceve. Questo almeno dai primi decenni del 1800. Risparmiati quindi le scuse.
    Avendo appurato che sei straniera anche tu, mi sfugge la differenza tra immigrati della tua razza e quelli di razza africana e araba.
    Forse la presunzione, che immagino sia alla base delle tue considerazioni,ti fa sentire un’immigrata particolare. Tuttavia per immigrato si intende qualcuno che lascia il suo paese di origine per vivere in un altro paese e la definizione non prevede differenze dovute a religione o colore della pelle.Quindi, tuo malgrado, in questo paese sei immigrata come sono immigrati coloro che denigri.
    Quando parlo con la gente non chiedo il loro nome, ma quando leggo qualcosa è mia abitudine vedere chi l’ha scritta.
    Per statistica si intende un dato risultante dal costante ed aggiornato controllo di un grande numero di campioni. Quella riportata all’inizio di questo topic potremmo al massimo definirla trend, ovvero tendenza, orientamento. Che nulla ha a che fare con la statistica. Una laureata in economia dovrebbe saperlo. Un trend è solo una proiezione di quello che potrebbe accadere in futuro se determinate condizioni continuassero a perdurare. Queste condizioni sono due: la scarsa natalità nei paesi europei e il conseguente afflusso di stranieri provenienti da zone del pianeta meno civilizzate. Questo fenomeno, simile al principio dei vasi comunicanti e quindi del tutto naturale, è ampiamente sfruttato dalle economie dei paesi civilizzati per ottenere prestazioni lavorative a basso costo.
    Se poi vogliamo mandare avanti la nostra economia servendoci dell’immigrazione ma mantenendo la razza pura ed incontaminata, potremmo magari sterilizzare tutti i “negri e arabi”…
    Leggendo il tuo giudizio sulla storia contemporanea (“perche al 99% sono minchiate”), si evince che il periodo passato nel college italiano non ti è servito a granchè, a parte insegnarti qualche parola jargon. Tra l’altro non si capisce bene perchè hai frequentato un college in un paese dove “i giovani che non fanno una sega e si laureano senza sapere un’ca..o”. Forse per peggiorare la tua cultura?
    Non vedo il nesso tra i “volontari” sgozzati e la frase ”dovresti qualche volta fermarti a pensare come saresti stata accolta in questo paese da gente che la pensa come te”, frase che ti invito a ponderare meglio di quanto finora sei riuscita a fare.

Pagine: 1 2 3 4 27

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili