Salta i links e vai al contenuto

Ho bisogno di aiuto (2)

Lettere scritte dall'autore  

Salve, non so più a chi rivolgermi. La mia disavventura è iniziata da quando ho perso il lavoro due anni fa senza prendere il tfr (recuperato un anno dopo in parte) . Sono stato in disoccupazione nel 2011 ed ho ottenuto la sospensione del mutuo per lo stesso anno. Ora non ho entrate e ho nuovamente il mutuo da pagare Non riuscendo a trovare lavoro ho iniziato tutte le procedure per l’attività di padroncino, con tutte le problematiche del caso. Anche se si tratta solo di un furgone devo avere requisiti che ora ho già, ma per averli ho dato fondo ad un prestito che doveva servirmi per iniziare a lavorare. Ho acquistato un furgone usato, una licenza, ho pagato parte del mutuo ma ora non ho più soldi e ancora non ho potuto iniziare a lavorare a causa dei tempi lunghi tra burocrazia e altro. Sono quasi arrivato al traguardo, a breve potrò iniziare a lavorare ma il problema è un altro: ho finito i soldi e non riesco ad ottenere prestiti. Mia moglie non riesce a trovar lavoro e tra l’altro abbiamo due bimbi che hanno appena iniziato l’asilo, quindi sta andando avanti e indietro con loro, ed io tra agenzie e uffici vari e notai per iniziare l’attività non riesco a svolgere altri lavori anche se solo part time (a parte che non ne ho trovati!! ) . La mia è una richiesta di aiuto, so che c’è chi sta peggio di me, io ho una casa, che però non riesco più a pagare insieme al fido ottenuto per iniziare a lavorare, il comune non mi può aiutare, a parte un piccolo contributo con un pacco alimentari mensile. Devo solo riuscire ad arrivare a fine anno, quando inizieranno le prime entrate. Ma non riesco più a far fronte a nulla. Qualcuno che mi legge può aiutarmi? Si, sto chiedendo aiuto in questo modo perché non ho il coraggio di mettermi davanti a supermercati con un cartello in mano, non è una truffa e chi volesse farmi verificare lo può fare nel modo in cui crede. Ciò che sto chiedendo è un’offerta libera anche di un solo euro che non saprei nemmeno come fare per riceverlo, ho una carta paypal che naturalmente non uso più perché non ho di che ricaricarla.. non so nemmeno se quello che sto facendo è contro la legge. Mi ci manca solo questo.. se qualcuno ha intenzione di mandarmi un aiuto metterò su questo sito il numero della carta. Ripeto a tutti che non voglio arricchirmi con una truffa, ho davvero bisogno di soldi per riuscire a superare questo periodo. Ringrazio tutti coloro che mi leggeranno, anche chi mi manderà a quel paese.. chi mi aiuterà non potrò dar loro nulla in cambio, potrò solo ringraziarli col cuore in mano.
Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Nonsochefare -

    Ciao,
    io non ti posso aiutare, però posso capire la situazione e darti un sostegno morale, non so se tu possa fartene qualcosa.
    Personalmente sono una ragazza che, avendo avuto difficoltà a scuola in certe materie che mi penalizzavano, ho fatto i salti mortali per riuscire a diplomarmi con una buona votazione, e ce l’ho fatta! Peccato che mi sono diplomata in piena crisi. A partire dal terzo anno delle superiori ho passato tutti pomeriggi sui libri, ci ho pianto sopra, mentre vedevo tanti miei coetanei fregarsene, andare a fare shopping, andare qua e là..ma ma dicevo “il lavoro che troverò ripagherà i miei sforzi”. Non è stato così, l’unico lavoro che ho trovato è stato come baby-sitter, certo mi svegliavo alle 5 di mattina per una manciata di euro a fine giornata ma mi piaceva molto, ma adesso di mamme a casa ce ne sono tante e non trovo più nulla. Ho seguito inutilmente dei corsi..non serve a nulla
    Il mio ragazzo è laureato in ambito informatico. Gli piaceva, era appassionato e inoltre sembrava la strada che apriva più porte. Non è vero! I contratti a progetto sono la porcheria del nostro tempo… prendono i ragazzi, li tengono per qualche mese, rinnovano una o due volte e poi con un calcio distruggono in un attimo l’illusione di restare, di costruirsi uno straccio di futuro. Niente. Siamo due persone in età da famiglia, eppure non possiamo fare nulla di nulla. Lui non ha genitori, i miei non arrivano a fine mese… esattamente come voi non riusciamo a trovare lavoro, dimmi tu dove andremo a finire. Non lo so.
    Mi dispiace molto della situazione in cui ti trovi, noi siamo ridotti a chiedere inutilmente lavoro per qualsiasi mansione e a gettare la nostra giovinezza chiudendoci in una stanza per non farci tentare a spendere in alcun modo oppure a passeggiare… Tu forse dirai che siamo fortunati rispetto a voi.
    Non lo so, non voglio fare a gara a chi sta peggio. Ti dico solo che non abbiamo più speranze per il futuro, noi quelli che abbiamo sempre pensato che in un modo o nell’altro i problemi si superano, noi quelli che ne hanno passate di tutti i colori sempre a testa alta, noi quelli che si sono sempre dati da fare sognando di costruire una famiglia………..non sappiamo più come uscire da questo circolo vizioso.

  2. 2
    Genoveva -

    Se mi permetti, potrei sugerirti qualcosa.
    Se scrivi in che città abiti e che tipo di lavoro svolgi magari qualcuno potrebbe contattarti per usufruire dei tuoi sevizzi.
    Non smettere mai di cercare.

  3. 3
    dome60 -

    Ciao nonsochefare, mi spiace, mi spiace davvero. Non so chi ringraziare per questa situazione, o forse si… Credo che nella stessa barca siamo in tanti, fatto è che chi sta bene di sicuro non è su questi forum a leggere dei nostri problemi ma su altri a leggere cosa fanno i vari Corona, Belen, Balotelli, grande fratello o quantaltro. Se le cose funzionassero nel modo giusto di sicuro non sarei qui a mendicare!! Sto parlando del mio caso, mi hanno messo in ginocchio le varie istituzioni a cui ci si devce rivolgere per iniziare un’attività, presenti un documento e servono settimane di attesa per avere una risposta per poi passare all’ufficio successivo e ripetere ancora tutto: presentare documentazioni e attendere… sono passati così più di 3 mesi, con in mezzo anche agosto.. e ora ho finito i soldi senza ancora aver iniziato l’attività. Non funziona quasi più nulla, se funzionasse come dovrebbe ne tu ne il tuo ragazzo vi trovereste ora in questa situazione. Nemmeno io ti posso aiutare e ti assicuro che se potessi lo farei, posso solo augurarti buona fortuna, che possiate costruirvi un futuro tranquillo e sereno

  4. 4
    Nonsochefare -

    Ti ringrazio e vi auguro altrettanto. Spero che possiate uscire quanto noi da questa situazione. Hai ragione quando parli degli iter burocratici. Per quanto riguarda l’avvio di attività (ci eravamo informati qualche mese fa) abbiamo un’idea di tempi e costi e so che le trafile e i prezzi sono molto molto limitativi. Il discorso del lavoro dipendente non è poi molto più semplice.. credo che le agenzie iterinali, organizzazioni criminali legalizzate, stiano monopolizzando il poco lavoro che c’è. Persino i centri per l’impiego, che ormai frequentiamo da anni e sottolineo che abbiamo sempre dato piena disponibilità, abbiamo sempre inviato frequentemente cv come loro richiedevano, si rifanno alle agenzie, che non richiamano più e se lo fai tu scocciate ti rispondono che i giovani devono andarsene dall’Italia se vogliono lavorare. Ma andarsene non è un discorso semplice ma nemmeno giusto. No, il problema non è la famiglia o la paura (anche, ma questioni superabili). Il problema è che per spostarsi ci vogliono soldi, per vivere finchè non si trova lavoro ci vogliono soldi, se vai in paesi europei simili a noi per lingua e cultura adesso come adesso rischi di trovarti nella stessa situazione con l’ulteriore peso di non essere a casa tua, dove almeno si riesce a risparmiare nelle bollette e nelle utenze. Ma al di là di questi ragionamenti pratici…io, noi amiamo il nostro Paese. Nonostante mille cose che non vanno. Sono da cambiare qui, non scappare altrove. Siamo bravi ragazzi, non siamo di quelli che passano le giornate a drogarsi, a fumare, a bere, a passare da un locale/discoteca all’altro. Siamo solo un ragazzo e una ragazza, che nella loro semplicità sono contenti con piccole cose e tutto quello che vorrebbero sono le basi (almeno un lavoro) su cui fondare dei sacrifici anche tosti, purché sensati e costruttivi. Non mi sembra di sperare la luna, un briciolo di dignità, un’autonomia o almeno un’indipendenza dalla mia famiglia che comincia a mancare sempre di più..
    Il problema è l’egoismo che ha portato l’individualismo. Quelli che oggi hanno un lavoro non pensano che potrebbe succedere anche a loro di restare a casa, di trovarsi nella nostra condizione.. se ne fregano, come giustamente dici tu. Fregandosene, a causa di questa gente non riusciamo ad avviare una sorta di “resistenza popolare”, finiamo per farci la guerra tra noi perdendo di vista i responsabili se non della crisi, dello stallo attuale delle cose.
    I dati ISTAT parlano chiaro: il numero degli occupati continua a calare, prevalentemente a sfavore di giovani e donne. Dove vivo io, e parlo di una zona del Nord considerata fino a qualche anno fa “ricca”, i siti, i quotidiani di inserizioni lavorative sono sempre più vuoti, ad eccezione di qualche rarissima buona offerta per laureati e della ricerca di agenti di commercio, dotati di partita IVA. Ma dove stiamo andando?

  5. 5
    dome60 -

    Ti ringrazio Genoveva. Il lavoro ce l’ho già, ma non posso ancora iniziare l’attività. Mi manca ancora un “passaggio” e poi inizierò a lavorare e a fatturare, ma i primi soldi arriveranno tra qualche mese, ed è questo il problema: ho bollette arretrate da pagare, rate del finanziamento e del mutuo già scadute e altre in scadenza e fino a quando non arriveranno le prime entrate ci saranno ancora bollette e rate!! E’ questo il mio problema: mi servono soldi al più presto, soldi che potrò anche successivamente restituire ma che non avendo garanzie non posso permettermi di richiedere a finanziarie o altro. Non parlo di chissà che cifre, parliamo di qualche migliaio di euro che ora per me è come fossero milioni. In passato i miei famigliari già mi hanno aiutato, ma ora sono in difficoltà pure loro.

  6. 6
    Genoveva -

    Potrei aiutarti, solo con mio lavoro e lo faccio con molta piacere.
    So che non è quello che hai bisogno in questo momento, ma potrebbe essere utile in futuro.
    Mi occupo di web design, realizzo siti internet, logo aziendale, etc, se hai la necessita di avere un sito per promuovere la tua attività sono disposta a farlo gratis.

  7. 7
    Via dalla pazza fola -

    Cerca su google il centro (oppure fondazione) antiusura più vicino alla zona in cui abiti. Sono centri che intervengono a “tamponare” nelle situazioni come le tue.
    Sono nati sia per dare una mano agli usurati sia a quelli che rischiano di finire in mano agli usurai perchè non sanno più dove sbattere la testa.
    Ti fisseranno un appuntamento in un centro di ascolto, ti chiederanno informazioni e documenti e vedranno se, in che modo e per che importi darti una mano.
    Se mi scrivi in che provincia abiti cerco di darti una mano nella ricerca.
    Comunque….buona fortuna.

  8. 8
    Via dalla pazza fola -

    Il mio nick è corretto (non volevo scrivere folla) 😉
    La mia bruttissima fola (favola) è iniziata 4 anni fa e, forse, sta per finire.
    Spero che la tua brutta fola si risolva in tempi più rapidi.
    E stai all’occhio perchè il settore in cui ti stai per infilare è pieno, stracolmo, di porci, ladri, disonesti, maledetti, senza il minimo cuore, la minima dignità.
    Gentaglia che distrugge pur di arricchirsi.
    So che i bastardi sono sparsi ovunque.
    In quel settore, comunque, c’è una densità demografica di molto superiore alla media.

  9. 9
    dome60 -

    Per Genoveva – ti ringrazio, ma per ora non penso di crearmi un sito. Grazie davvero per il pensiero.
    Per Via dalla pazza fola – sono della zona di mantova nord e mi interesserebbe quello che mi hai consigliato. E comunque è vero ciò che dici in merito al tipo di gentaglia che gira in molti settori e anche nel mio. Dico proprio mio perchè purtroppo (si, purtroppo) ci sono dentro da oltre 20anni. E non hanno bandiera, il farabutto può essere di qualsiasi zona o Paese. Non sono più tanto giovane e non riesco a cambiare settore, conosco bene il mio anche se posso ritenerlo fra i peggiori, ma è l’unica alternativa per me

  10. 10
    Via dalla pazza fola -

    Premesso che i preti non mi piacciono ma, a volte, possono essere utili, potresti cominciare a dare un’occhiata a questo link:

    http://www.caritaslombardia.it/fondazione_san_bernardino_onlus.asp

    Ti posso dire che, in genere, le fondazioni “funzionano” così. Ti fissano un incontro (a cui ti suggerisco di andare già munito della documentazione che dimostri i tuoi debiti e le idee chiare sull’entità dei debiti stessi), chiariscono insieme a te la tua posizione e cercano il modo migliore per intervenire a tuo favore. In genere non danno soldi direttamente al debitore ma contattano il tuo creditore per fronteggiare il debito con interventi che arrivano, in genere, ad un massimo di 15.000 euro. Per situazioni più complicate mettono in mezzo anche altre fondazioni.
    Tieni conto che sono preti e che gli “ascoltatori” sono, di solito, ex funzionari di banca in pensione.
    Questo per dire: i loro soldi li rivogliono indietro.
    Quindi porta con te anche tutta la documentazione che dimostra che a breve avrai un reddito e che, a rate, potrai restituirgli il malloppo.
    Il vantaggio è che applicano tassi bassissimi rispetto ad una finanziaria.
    Comunque cerco ancora.
    Fammi sapere.
    Un abbraccio.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili