Salta i links e vai al contenuto

Ho 15 anni, non ho amici e sono solo

Lettere scritte dall'autore  

Sto passando un periodo bruttissimo della mia vita e sto in depressione. Da quando avevo 7 anni mi sono trasferito in un altro paese e quando avevo 13 anni mi sono ritrasferito ed è per questo che non ho mai avuto un amicizia come si deve con qualcuno. In piu adesso sto diventando molto timido perchè non avendo nessuno che mi sta accanto sto tanto tempo al telefono. In piu i miei genitori ogni volta mi dicono che sto sempre in casa, e che loro alla mia età si divertivano e uscivano. ME LA FANNO PESARE ANCORA DI PIU QUESTA COSA. Sto veramente soffrendo tantissimo non ce la faccio piu aiutatemi

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    Rossella -

    Penso che dovresti ricercare un peso sociale ed un prestigio per evitare di sprofondare nel misticismo e quindi nella tendenza naturale ad autosvalutarti. Mentre consolidi la tua posizione non perdere di vista il bisogno, disperato, di regredire in una condizione fuori del tempo, ignorando i progressi fatti. Non ti costruire una doppia identità: sii integro. Ti senti più conservatore o più progressista? Nel secondo caso ti dovrai costruire un mito pubblico e sarà necessario distaccarsi dalla famiglia d’origine. Nel mio caso questo processo è stato progressivo, ma, considerando che mio padre aveva dei beni ed un nome, direi che il passaggio non è stato molto traumatico. Quando si deve partire da zero, perché le finanze non consentono di cavalcare l’onda, bisogna investire nella carriera e lasciare l’amore all’ultimo posto, almeno quando si ricercano esperienze rare e preziose in ragione del fatto che resta difficile intuire la poeticità segreta della vita familiare. ma non è possibile sposare quest’idea di progresso conservando uno stile umile, dimesso e modesto quando il confronto, per ragioni leate ai miti e alle ideologie, pesa sulla rassegnazione di chi resta come paralizzato dall’agire di qualcuno che avrebbe il dovere morale di frequentare persone che, alla peggio, ricalcano lo stesso senso d’impotenza e di sconfitta che caratterizzano le cose sue. Non è eticamente corretto. Questi atteggiamenti attivistici ed aggressivi portano verso il nulla eterno.

  2. 2
    Gabriele -

    A 15 anni si formano le compagnie, che con un pò di fortuna si portano dietro tutta la vita. Il mio gruppo di amici li ho conosciuti tutti a 15-16 anni, ora ne ho 26. Inizia col frequentare posti, approfitta della giovanissima età per fare sport, meglio di squadra, ma anche palestra. Se ti chiudi non farai un favore a nessuno. Io ero e sono molto estroverso, ho fatto amicizia con le parodie dei professori, e finivano a ridere pure i professori medesimi. Divertiti e molla quel cellulare

  3. 3
    Yog -

    Ma stai attaccato al telefono o allo smartphone??? Perché non è la stessa cosa. Vai a cantare in un coro, vedrai che ti diverti.

  4. 4
    Angwhy -

    Non capisco Andrea,a 15 anni andavo alle superiori e ho fatto subito gruppo coi miei nuovi compagni,il mondo è cambiato cosi tanto? è preoccupante

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili