Salta i links e vai al contenuto

Ghiaccio

Salve scrivo questa lettera nella speranza di trovare una soluzione ad un problema che mi affligge praticamente da sempre.
Ho 19 anni ma non riesco a godermi nulla della mia età.
Vorrei avere una vita diversa, amici diversi, divertirmi, essere spensierata, innamorarmi… ma non ci riesco.
Con i ragazzi poi è un disastro, non riesco a fidarmi, non riesco a “lasciarmi affascinare”, cerco sempre la fregatura ogni volta che qualcuno ci prova.
Non riesco a lasciarmi andare; non sono nemmeno in grado di capire se mi piace qualcuno, mi sono ormai abituata a schiacciare tutto, a soffocare qualsiasi tipo di emozione tanto che anche se dovessi sentirmi attratta da qualcuno non me ne accorgerei. Ho paura.
Ho paura di diventare diversa, di essere frivola e sciocca e perdere il controllo delle mie azioni e dei miei pensieri, ho paura di innamorarmi e di diventare così cieca da non accorgermi di esser presa in giro, ho paura che qualcuno possa approfittare di questa “cecità”… è come se avessi un muro intorno a me, più spesso in alcuni punti ma dal lato sentimentale molto fragile, punti che difendo con tutte le mie forze, diventando fredda e tirando fuori gli aculei…
Mi è successo in passato di provare qualcosa per qualcuno, sentimenti che alla fine non si sono mai concretizzati in nulla ma che non hanno fatto altro che alzare barriere su barriere a protezione del mio cuore…
Ho provato a sciogliere il ghiaccio, a fidarmi pian piano degli altri ma è un processo lungo e spesso ho come la sensazione di peggiorare la situazione… consigli?

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

2 commenti a

Ghiaccio

  1. 1
    Stefano614 -

    Cogli la rosa quando è il momento, che il tempo lo sai che vola e lo stesso fiore che oggi sboccia domani appassirà. L’attimo fuggente.

    Nessuno ha la sicurezza di non soffrire quando si innamora, ma è l’essenza della vita, la sua origine, il suo destino. E comunque ti fanno crescere anche le storie che finiscono..

    Buona fortuna

    stefano614@yahoo.it

  2. 2
    Empatica -

    Io mi sento come te… o almeno credo.
    So che non è possibile capire come si senta realmente un’altra
    persona, però credo che abbiamo qualcosa in comune.
    Anche io metto le barriere… ho messo così tante barriere nella mia
    vita, che spesso mi sento davvero sola, ma non mi permetto nemmeno di
    lamentarmi, perchè so che i muri li ho tirati su io.
    Riflettendo su di me ho realizzato che se non mi decido a stare bene
    con me stessa, se non faccio finire questa cosa del sentirmi brutta,
    eccetera, e se non faccio qualcosa concretamente, non ce la farò mai.
    Io non mi piaccio e do per scontato che prima o poi anche agli altri
    non piacerò.
    Per cui, mando tutto all’aria in partenza, o addirittura non cerco
    proprio nessuno.
    Continuo a sentire la convinzione di dare fastidio alle persone, di
    non essere simpatica, e un’altra marea di cose.
    Mi sento sempre un gradino sotto gli altri.
    Risultato?
    Non riesco ad aprirmi con nessuno.
    Quando lo faccio dopo un po’ mi sento come se mi conoscesse troppo
    bene, e inizio a chiudermi come con tutti.
    Così ho la sensazione che le mie amicizie, e gli affetti in generale
    siano falsi. Vorrei conoscere persone completamente differenti, ma a
    che servirebbe se non sarei me stessa nemmeno con loro?
    …Non so quali siano i tuoi problemi, non so cosa ti porti a non
    fidarti.
    Ti dico solo, prova. Prova a dare ogni volta una possibilità in più,
    prova a essere te stessa… Prova a guardare bene gli altri, come sono
    dentro, a vedere che anche loro hanno debolezze.
    Magari ti capiterà di rimanerci male qualche volta. Chi lo sa cosa
    potrebbe succedere?
    Ma qualsiasi cosa non farà altro che rafforzarti alla fine.
    Uscire dal guscio è importante. E ti auguro di riuscire a farlo.
    Io ho la tua stessa età, e, purtroppo diciamo, avevo già una mentalità
    matura e al contempo chiusa a tipo… 12 anni… già sentivo i momenti
    di solitudine, già desideravo fortemente qualcuno di sincero a
    fianco… Ma al contempo ero troppo bambina e timida per provare io ad
    avvicinare qualcuno… Sono cresciuta tirandomi su i muri attorno, e
    pensa ora che ho 19 anni, per me è come essere già vecchia a volte. So
    che non è così, ma mi sento come se avessi sprecato anni, e sento
    sempre e perennemente fretta. Ma sto ferma. Perchè ho i blocchi
    mentali. Non mi fido di nessuno, non cerco nessuno. Ed è sba-glia-to.
    Ok?
    Prova, prova a lasciarti andare, perchè essere così, non è bello
    Ci si provoca solo sofferenza da soli alla fine. E perchè mai dovresti
    meritartela no?
    Se vuoi puoi vederla così. Soffrire per qualcuno, o soffrire da soli?
    E’ sempre sofferenza! …Piuttosto, se proprio pensi di non farcela da
    sola, appoggiati a uno psicologo, spiegagli che non riesci a fidarti,
    magari capirai da che punto partire.
    Lo farei anche io, ma purtroppo ho casi in famiglia per cui se andassi
    da uno psicologo, i miei mi prenderebbero automaticamente per pazza. E
    questo è l’ennesimo blocco.
    Non essere così.
    Vivi.
    In bocca al lupo, un abbraccio.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili