Salta i links e vai al contenuto

Come “Gas & Power – Italgas Più” ottiene prestiti a interessi ZERO!

Lettere scritte dall'autore  

Gentili della redazione,
vi voglio segnalare il mio caso.
A giugno 2008 ho fatto un cambio di conto corrente. Niente di straordinario.
Da prassi ho spostato l’addebito automatico delle utenze domestiche (acqua, luce, gas, ecc..) sul nuovo appoggio bancario.
Sembrerà strano, ma per TUTTE le aziende l’operazione è riuscita in breve tempo, non ci volevo credere! Tutte , tranne UNA: “Gas & Power – Italgas Più”!

Che succede? da giugno dello scorso anno nonostante i ripetuti solleciti, miei e della banca, continuano ad inviare la fattura allegando il bollettino postale per il pagamento. La beffa, tra l’altro, è che all’interno della fattura pubblicizzano i vantaggi dell’appoggio bancario!! Comunque fin qui pace! Vado alle poste ogni volta, mi sobbarco la rottura di palle, ma si fa!

Peccato che a novembre mi viene chiesto di pagare una cauzione, per un totale di 75 euro, perché manca l’addebito automatico in conto corrente!!!

Riprendo la trafila dei solleciti. La banca non può fare nulla, che continuare a telefonare, dato che dal canto loro la mia posizione è corretta, infatti per loro l’utenza del gas è tra quelle con addebito automatico.

Telefono stamattina (27.01.2009) per l’ennesima volta e candidamente l’operatrice del call center mi dice che la richiesta di addebito automatico in conto corrente è in attesa di approvazione da parte della direzione da novembre! Lei non può fare nulla, non sa dirmi il motivo per cui la pratica non va avanti, posso solo aspettare. Chiedo quando mi saranno restituiti i soldi della cauzione e risponde che lo saranno quando la richiesta sarà approvata!

Complimenti !!

Mi chiedo: quanti utenti sono stati costretti a “prestare” 75 euro a “Gas & Power – Italgas Più”, pena l’interruzione del servizio , a causa di un inspiegabile e ingiustificato rallentamento della pratica di addebito automatico?

L’utenza incriminata in realtà è quella di mia mamma , pensionata, …quanti pensionati hanno tempo e voglia di sbattersi a chiedere il rimborso? Quanti pensionati hanno la presenza di spirito di telefonare al call center rispondendo a tono alle operatrici arroganti? Quanti pensionati devono subire supinamente ?

Vi ringrazio per avermi dato la possibilità di sfogarmi e, se lo ritenete opportuno , verificate se si tratta di un caso isolato.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori

1 commento

  1. 1
    psYco -

    Scrivi all’Adusbef e a qualche altra associazione dei consumatori. Questi gli fanno un mazzo così…
    by psYco

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili