Salta i links e vai al contenuto

Fine di una storia: ricominciare o aspettare il ritorno?

Lettere scritte dall'autore  

Tre anni insieme e di questo neanche più una traccia.. È stata una storia sbagliata dal punto di vista formale: continui litigi che ci ostinavamo a vedere come rafforzativi del nostro rapporto, gelosia ossessiva che è nata come lieve gelosia da parte mia, ma solo perché il fantasma di una ex scomoda aleggiava tra noi cercando ripetutamente di distruggermi/ci.
La mia vita era felice ma qualcosa mancava: non avevo più amici, né il permesso di fare le più banali stupidaggini come andare al centro commerciale per i fatti miei, uscire con le amiche (amici maschi totalmente inesistenti), però in nome dell’amore per lui sono andata oltre a qualsiasi mia privazione. In compenso lui non ha certi smesso di tenere i contatti con chiunque volesse e tutto ciò che mi era impedito era a lui lecito e lo è tutt’ora..
Probabilmente si è sentito “soffocare” da una storia che non gli stava troppo a cuore. Lui mi lascia dicendo che prova ancora qualcosa per me ma sente che abbiamo preso una brutta piega a causa delle mie continue ribellioni e pretese di cambiare le basi del nostro rapporto. Ero stanca di sentirmi in prigione e di vedere lui che continuava la propria vita senza preoccuparsi di giustificarmi alcunché, mentre io ero costretta a riportare ogni dettaglio della mia esistenza sentendomi apostrofare nei più svariati modi qualora mi fosse capitato di scambiare un saluto con un conoscente. Sono diventata un’ameba, non avevo più una vita e tutt’ora non riesco a rinascere.
Ora noi continuiamo a frequentarci poiché abbiamo condiviso le nostre amicizie da sempre, ancora prima che il rapporto nascesse. Il problema è che lui anche ora che mi ha lasciata e che si fa forte delle proprie conquiste personali (lavoro, rinnovata libertà, divertimenti vari) continua a limitare la mia libertà come se mi tenesse in standby. Vengo perpetuamente maltrattata e ci sono periodi lunghi mesi in cui nemmeno mi guarda negli occhi e se cerco di trovare un modo di interagire con lui, mi ripete che non ha scelto me tra i divertimenti e l’amore.. credo che voglia riappropriarsi di ciò che non ha avuto l’occasione di fare negli ultimi anni (ha 23 anni) in cui si è dovuto dare una regolata. Però pretende che io non faccia nulla, che non parli a nessun conoscente perché si dimostra continuamente geloso, e non so come ma a me importa ancora di questi suoi giudizi, voglio andare avanti ma mi sento ancora controllata o meglio condizionata perché periodicamente mi illude del fatto che vuole tornare con me.
Ora ho la possibilità di cambiare vita e ricominciare in un’altra città, ma ho paura che non riuscirei a scordarmene e non vedendolo e “controllandolo” sarebbe peggio. Non riesco ad andare oltre. Forse ho paura che se volesse tornare con me non ci sarei, voltare pagina non è semplice soprattutto per “l’abbandonato” come me.. come faccio a vivere sapendo che lui rimane qui con amici e tutto il resto mentre io devo ricominciare da meno di zero? sono ancora gelosa e non dovrei.. sono mesi che è finita ma riesce ancora a farmi sentire vulnerabile. Aiutatemi.
Ho bisogno di sentirmi viva ancora. Devo aspettare che si diverta e poi torni o devo fare le mie esperienze impedendoci di avere un’altra possibilità (perché lui non tornerebbe mai con me sapendo che mi rifaccio una vita)?
La vostra sconsolata bloop.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

6 commenti

  1. 1
    Colam's -

    Fine di una storia ?
    – tagliare i ponti immediatamente e completamente
    – buttare tutti gli oggetti, foto, lettere che ricordano l’altro
    – volersi bene prima di tutto e ricominciare da capo

    L’ho fatto e funziona. Fatto questo sta a te capire se nella tua vita vuoi essere single o in coppia, ed agire di conseguenza. In bocca al lupo !

  2. 2
    lucas -

    devi ricominciare, se continui ad aspettarlo sarai destinata a soffrire e basta, e alla fine magari lui non sarà enacnhe tornato da te…e tu avrai buttato via altro tempo prezioso della tua vita dopo aver già buttato via tre anni, perchè scusa se te lo dico, ma da quello che hai scritto i tre anni passati insieme non sono la base per poter trascorrere una vita felice insieme, i primi tre anni nelle storie che durano per sempre sono gli anni della massima felicità e del massimo coinvolgimento da parte di entrambe, i vostri pareche non lo siano stati. Cambia vita per poter recuperare il tempo perduto.

  3. 3
    Antonio -

    “bloop”… quello che dice “Colam’s” è vangelo. Dagli retta

  4. 4
    gattina -

    Diciamo che abbiamo avuto una storia simile.
    Solo che il mio ex non è uno geloso, però siccome è uno che ha molti impegni, io mi sono adeguata.
    E qui il primo errore: MAI PIù una cosa simile!
    E sai perchè? perchè adesso che dopo 3 anni mi ha lasciato, io devo: organizzarmi nuovamente la mia vita da sola; stare male non so per quanto per disinnamorarmi di lui; stringere i denti ogni giorno perchè ci lavoro insieme.
    Ed io pensavo che stando insieme sempre io e lui, mai amici, soli insieme, era una prova d’amore non indifferente.
    Per nulla. E neanche nel tuo caso.
    Alla fine hai dovuto rinunciare a tante cose e ti dice che non vuole più continuare.
    L’errore non è dei nostri ex, è nostro. Scusa il cinismo.
    Siamo noi che sbagliamo ad “adattarci”.
    Taglia i ponti. So che è dolorosissimo. Ma alla lunga farà bene. Sono onvinta di una cosa (le domande che ti fai tu me le sto facendo anche io perchè gli ho detto che a lavoro non deve comportarsi come prima come se nulla fosse e deve dire agli altri che ci siamo lasciati….e mi assalgono le domande più atroci: “e se torna ed io nn ci sono?”)
    Ecco, devi considerare una cosa: quando i sentimenti parlano, si va anchein capo al moondo. Quando non parlano, si fanno la vita loro i nostri ex. E probabilmente vogliono questo!dobbiamo convincerci di questo. In questi casi la speranza deve essere la prima a morire.

  5. 5
    aracne -

    Concordo con i consigli precedenti, sto facendo lo stesso…non è facile…il passato farà sempre parte di noi ma…the show must go on…
    Un abbraccio
    aracne

  6. 6
    fc -

    Io invece sono un inguaribile testardo!
    Ma scusa quale opportunità migliore di crescere se non con una persona a cui comunque vuoi bene in qualche modo?
    L’amore non è purtroppo felicità e sguardi persi nel vuoto.
    CI VUOLE SAGGEZZA! non diamoci ragioni e spiegazioni quando il cuore è in disordine, e come rispecchiarsi in uno specchio d’acqua con le onde…
    Se due persone si lasciano così a prescindere è un fallimento per tutti e due.
    Trova il coraggio di parlare e fai una lista sia delle cose brutte, ma anche di quelle belle 🙂
    Le persone non si cambiano ma le si accettano e si lavora insieme da tutte e due le parti per trovare compromessi e smussare i difetti.
    Non si sarà mai felici se non si ha il coraggio di provare a far funzionare una relazione storta, perchè è sempre 50 e 50… e sei l’altro/a non cambia almeno avrai lavorato sulla tua parte 🙂

    Auguroni!
    PARLATE PARLATE PARLATE E SIATE ONESTI !

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili