Salta i links e vai al contenuto

Fine relazione dolorosa con uomo sposato

Lettere scritte dall'autore  elena111

Premetto di trovarmi su questo forum a causa della mia forte disperazione dopo una fine di una relazione di 4 anni con un uomo di 65 anni sposato da 40 anni. Non vorrei pregiudizi vi prego.
Ho 29 anni e mi ritrovo ogni giorno a piangere per un uomo che mi ha lasciato per tornare dalla moglie dopo 2 anni che aveva deciso di andarsene di casa . Io vivo in un altro paese quindi ci vedevamo almeno una volta al mese per 4/5 giorni a volte anche una settimana. Eravamo molto innamorati tanto che lui decise di prendersi una casa in affitto per se dopo 2 anni di storia clandestina.
In lui avevo trovato tutto l’amore del quale avevo bisogno .Sono sempre stata poco amata anche dai miei familiari ma non è colpa di nessuno se non del loro modo di essere e nessuno può cambiare nessuno. So che tuttavia non era la persona adatta sopratutto per la differenza di età e anche perché non sono riuscita a presentarlo a tutti i miei amici o familiari ma quello non era un problema .
Ci vedevamo poco e alle volte mancava la quotidianità di una coppia vera appunto perché non era a tutti gli effetti “separato” quindi giustamente aveva anche dei doveri nei confronti della sua famiglia e dei suoi 2 figli ormai quasi 40 enni. Addirittura anche 3 nipotini. Tutti però sapevano della situazione.Non mi sentivo più un amante da quando lui lasciò casa sua dove viveva con la moglie.
Ora però purtoppo sono in una fase psicologica molto critica al quale dovrò rimediare. Mi sento sola e triste perché lui mi aveva veramente fatto sentire unica come mai nessun’altro. Ho paura di non trovare mai più nessuno come lui ,anche se alla fine lui tornando a casa mi ha delusa perché io non lo avevo immaginato che prima o poi sarebbe accaduto.Per me era un po’ come vivere una bella favola.Non vedevo i difetti di questa relazione proprio perché lui ha fatto di tutto per rendermi felice.Probabilmente anche io avrò le mie colpe perché non mi sono voluta legare più di tanto a causa del mio lavoro che essendo in un altro paese non mi avrebbe concesso di ritornare in Italia per lo stesso stipendio.E poi ho anche io dimostrato leggerezza in tante vicende ma gli errori si fanno e lui era sempre molto innamorato di me nonostante spesso lo facevo arrabbiare non ascoltando dei suoi consigli. Io sono sempre stata una che fa di testa mia e a volte mi era difficile seguire tutti i suoi consigli appunto perché ognuno di noi ha la propria testa e agisce come crede. Poi su molte cose però lo ascoltavo e tante volte lui ha capito di quanto fossi innamorata persa di lui .
Mi sento molto debole e rassegnata alla vita ora perché io ero molto innamorata di lui ma lui andandosene così e(ormai sono quasi 3mesi) mi ha dimostrato che aveva solo bisogno di rimediare il suo matrimonio probabilmente critico da anni , ma lui con tutto il suo amore che mi ha dimostrato e so che era innamorato veramente mi ha dato però un illusione di amore che non ritroverò e che per riprendere la mia vita credo ci vorrá ancora molto tempo . Lui continua a dirmi che lo ha fatto per me è per lasciarmi vivere la mia giovane vita. E certo indubbiamente anche per la sua famiglia anche se ha sempre ammesso di non essere più innamorato di sua moglie.
La mia sofferenza piano piano mi sta distruggendo .Vorrei solo piano piano tornare ad essere la persona felice che ero. Voi cosa ne pensate ?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Fine relazione dolorosa con uomo sposato

Lettere sul tema:

Fine relazione dolorosa con uomo sposato

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Gimmy -

    Penso che lui abbia fatto la scelta più giusta e di buonsenso.
    Una relazione a prescindere andrebbe vissuta costantemente e non in maniera sporadica accentuata oltretutto dalla distanza. Niente può durare con queste premesse e con l’avanzare dell’età sarebbe stato ancora più difficile conciliare tempo, famiglia, nipoti, amante.
    Hai 29 anni non è la fine e il futuro può riservarti ancora nuove occasioni se ti rendi predisposta all’amore. Non metto in dubbio la tua sofferenza, ma col tempo te ne farai una ragione come giusto che sia.
    Io sono per i rapporti più equilibrati, a me una differenza del genere per esempio spaventerebbe molto, perchè vedrei la visione progettuale sgretolarsi per via delle aspettative contrastanti che in ogni caso verrebbero fuori. Trovo lungimirante evitare di entrare in quel circuito di problematiche che implicano i legami di eventuali famiglie allargate.

  2. 2
    Captain Rhodes -

    Se razionalmente passi in rassegna gli aspetti salienti della tua relazione potrai capire da sola che non ti avrebbe portato da nessuna parte. 36 anni di differenza sono uno sproposito. Lui è alla soglia dell’età pensionabile, tu all’inizio della tua carriera lavorativa o giù di lì. Vivete distanti. Lui ha già formato una famiglia e i suoi figli potrebbero essere i tuoi fratelli (di molto!) maggiori; a parte i suoi doveri che per altro avendo figli adulti probabilmente riuscirebbe tranquillamente a gestire, il punto è che non puoi sperare che lui abbia le energie per stabilizzare un rapporto con te e costruire una famiglia quando va per i 70. Insomma, i vostri obiettivi per forza di cose non possono coincidere. Anche lui probabilmente avrà pensato le stesse cose che ti scrivo. Trovati un ragazzo della tua età con cui crescere assieme e con cui costruire. O al limite un po’ più grande, ma non troppo: sui 40 ci può stare. Se oltre bisogna davvero valutare bene.

  3. 3
    Luce90 -

    Ciao, due mesi fa anche io ho scritto una lettera qui. 19 anni di differenza tra me e lui, assolutamente impercettibili, sia fisicamente che mentalmente.
    Amore unico come il suo mai ricevuto prima. L’elemento in comune delle storie clandestine credo sia proprio questo. Quando ami, ami in modo davvero speciale. Ti stravolge. Ma attenta. Quando finisce, perché quasi sempre finisce, a stravolgere è il dolore ed è della stessa intensità dell’amore che provavi, se non più forte.
    Un incubo dal quale si esce con non poche difficoltà. Noi donne, creditrici d’amore perché la nostra è stata una brutta infanzia.
    Noi donne che abbiamo sofferto meritiamo amore ma dev’essere amore per noi stesse. Le illusioni distruggono e te lo dico io che sono distrutta da ciò che credevo e che non esiste.
    Presto ti accorgerai che sia stato meglio così. Meriti serenità e non una vita fatta di briciole d’amore perché tu hai troppa fame e ti accontenti.
    Se hai bisogno, un supporto psicologico esterno…

  4. 4
    Luce90 -

    Un supporto psicologico esterno può solo aiutare.
    È una disfunzione, uno squilibrio che ha radici profonde ed è questo elemento che merita di essere indagato, per te stessa e per il tuo futuro. Abbiamo più o meno la stessa età e credimi, la vita è molto più bella di una illusione. La realtà è ben diversa. Se vuoi leggi la lettera e i commenti, mi hanno aiutato molto.
    “La sofferenza di un’amante (2)”
    Leggi e leggi i commenti. Ti auguro di farcela e ti abbraccio virtualmente perché posso immaginare il dolore che senti. Tanti auguri, non isolarti e ricostruisci te stessa e non tornare indietro. Lascialo andare, è davvero meglio per te. Fidati !!!

  5. 5
    Bottex -

    Purtroppo capisci benissimo anche tu che non poteva esserci alcun futuro con questa persona. Aveva oltre il doppio dei tuoi anni (i suoi figli sono più vecchi di te!), era sposato e distante. Peggio di così …
    Può essere comprensibile che tu abbia trovato in lui un punto di appoggio in un periodo buio della tua vita, ma pensare a una relazione stabile era assurdo. Considerala come un’esperienza che ti ha dato un po’ di conforto temporaneo, ma nulla di più. Anche se ora stai soffrendo, ricordati che sei giovane e che hai un milione di possibilità di rifarti. Magari conoscendo anche un’altra persona più vicina a te in termini di età e libera. Rimettiti in gioco invece di star ferma a pensare e vedrai che la sofferenza non ti distruggerà affatto.
    Per quanto riguarda lui, ha fatto certamente la scelta più saggia: anche se non è più innamorato di sua moglie, alla sua età è meglio che si tenga stretta la famiglia invece di portare avanti storie clandestine. Così è come la vedo io. Saluti.

  6. 6
    Golem -

    Capisco che tra i tuoi coetanei c’è poco da stare allegri quanto a virilità, ma questo 65enne dev’essere un Paul Newman, (non solo esteticamente) per ridurti in quello stato.
    Mi chiedo cosa possa averti attratto per accettare una relazione così assurdamente sbilanciata. Da amante per giunta.
    Comunque i dati numerici li avevi chiari: non ti ha illusa lui, l’hai fatto da te.

  7. 7
    Deluso58 -

    Golem concordo in pieno!
    Ma quanto si deve essere disperati e fragili per durare ben 4 anni in una situazione di questo genere tra i 25 e i 29 anni senza mai pensare di ricorrere ad uno psicologo, perché tu ti sei giocata anni giovanili con un vecchio manipolatore perché certo non ne era Paul Newman!

  8. 8
    elena111 -

    Grazie ragazzi. I vostri commenti mi aiutano tantissimo a sentirmi un po’ meglio.
    Per me lui era tanto speciale,non ho mai conosciuto in vita mia una persona così profonda e buona nell’animo.
    Non era un manipolatore altrimenti perché sarebbe andato via da casa di sua volontà stando fuori 2 anni ?
    Io comunque ho sempre avuto la mia libertà dato che vivevo in un altro paese ,probabilmente se sarei andata a viverci insieme sarebbe finita prima chi lo sa

  9. 9
    Monica6 -

    Mah guarda secondo me il mondo è bello perché è vario. Se voleva poteva continuare a restare con te ma il problema è che più si va avanti con gli anni e più le esigenze diverse si sarebbero fatte sentire. Comunque se era in forma ed eravate felici perché no

  10. 10
    Golem -

    Non hai mai conosciuto uno così? E capirai, a 26 anni chi potevi aver conosciuto. Ma non poteva continuare, se FOSSI andata a viverci insieme saresti finita a fargli da badante. State sempre a sognare mentre la vita è “sveglissima”.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili