Salta i links e vai al contenuto

Fiducia in un rapporto di coppia

Lettere scritte dall'autore  

Elemento indispensabile in un rapporto di coppia che si rispetti dovrebbe essere la fiducia. A volte però, pur con tutti i buoni propositi, accadono delle “coincidenze” che fanno sorgere il dubbio che qualcosa non va… telefono spento, irreperibilità, poi seguiti da spiegazioni che non convincono fino in fondo.
Secondo voi lettori in presenza di queste situazioni cosa è giusto fare??? abbandonarsi alla fiducia o indagare, per quanto possibile, alla ricerca di un qualcosa che magari neanche esiste??
Ringrazio quanti esporranno il loro parere e la loro eventuale esperienza.

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni

5 commenti

  1. 1
    Kid -

    Piu’ indizi fanno una prova . Se si ripetono costantemente e questa persona sembra che ci tenga a te*, ti consiglio , senza dubbio ,di indagare. Perchè meglio sapere con chi si ha a che fare, visto che la delusione puo’ essere forte.
    Se ,invece , le cose già non vanno granchè , lascerei proprio perdere e penserei seriamente a chiudere. Non serve guastarsi il sangue a tempo indeterminato, a quel punto.
    Poi ci sono i casi della vita , quelli che non sospetteresti mai, perchè lei ti dimostra di tutto e di piu’* e si strugge per te ,ma per puro sesto senso , quella volta , decidi di verificare per tutt’altro motivo (Magari perchè lei sembra molto gelosa-innamorata e ti chiedi se il fatto che sia così eccessivamente e infondatamente sospettosa , non sia solo indice di amore-gelosia ma di una fissazione a vedere sempre, quindi anche a saper fare ,l’inciucio oppure temi ,per lo stesso motivo,qualche vendetta sentimentale ) e , esperienza personale , o sei stato molto fortunato a beccare quell’unica volta in cui ti hanno mentito oppure, molto piu’ probabile , vuol dire che lo facevano , molto bene , già da tempo.

  2. 2
    caosrosa -

    io non indagherei, farei finta di nulla e soprattutto eviterei di sfasciarmi la testa prima del previsto. Se c’è un problema prima o poi esce fuori…magari proverei a farmi desiderare o a comportarmi alla stessa maniera. Curiosare, indagare, insospettirsi sono atteggiamenti terribili che non dovrebbero esistere se c’è fiducia…altrimenti potresti iniziare a parlare senza doverla sottoporre a degli interrogatori.

  3. 3
    pucioladoro -

    Dipende dalla situazione e soprattutto dalla persona con cui hai a che fare.
    Se è una persona che conosci bene, a cui tieni molto, e soprattutto di cui ti fidi ciecamente e magari non è la prima volta che fa così, non conviene stare ad indagare perché si potrebbe passare dalla parte della persona che non si fida che sta ad indagare per un qualcosa che poi magari non c’è. A volte, è anche questione di carattere, te l’ho scritto dicendoti “magari non è la prima volta che fa così”.
    Se è una persona che non conosci bene, però a cui comunque tieni molto, l’indagine ci sta, proprio perché magari non conosci bene questa persona però ci tieni lo stesso ed allora vuoi capire meglio il “perché” abbia questi atteggiamenti ritenuti “strani” da parte nostra.
    Se è una persona che conosci bene, a cui tieni molto però è un bel po’ di tempo che ha questo tipo di atteggiamento, l’indagine è quanto meno indispensabile per capirci qualcosa, anche se ti fidi ciecamente. Se è un atteggiamento che non ha mai avuto, il dubbio viene e va risolto. Magari prima di passare all’indagine, una chiacchierata ci sta, almeno prima di passare ai mezzi un po’ più “sporchi”, provare ad agire con la coscienza a posto e cioè parlando, dimostrando che non si vuole passare necessariamente a questi mezzi, che però se costretti diciamo, sì.
    Se è una persona che fondamentalmente, non ritieni sia fra le persona care o alle quali tieni, non c’è bisogno neanche di starci dietro. Lasciar perdere direttamente, anche perché non te lo porresti nemmeno il problema visto che non te ne importerebbe diciamo della persona in questa circostanza.

  4. 4
    someonelikeyou -

    molto modestamente io prima parlerei, se ritenessi che ne vale la pena, successivamente se la risposta non mi convincesse e se i comportamenti si reiterassero passerei all’indagine indiretta. controllerei mail, sms e cadenza dei comportamenti strani. il tutto per avere un’idea generale. la cose più importante è parlarne prima di iniziare e quando si ha qualche elemento in mano. personalmente procederei con cautela, qualche domanda indiretta e mirata senza insospettire troppo l’altra persona… in bocca al lupo e spero che non sia niente, solo un periodo un po’ diverso..

  5. 5
    dancan -

    se si arriva al punto di chiedere spiegazioni, la fiducia è gia andata a escort. la fiducia deve essere totale e incondizionata, altrimenti, non è piu fiducia, ma un’altra cosa.
    il telefono è spento? ci sarà un motivo. se la spiegazione non ti convince, o cambi morosa o le prendi un cell nuovo. e poi.. nn ho mai capito il perchè chiedere spiegazioni. per iniziare a farsi altri mille e milel dubbi in piu? eh gia, perchè poi si vive pensando e ripensando ‘ma quella volta ha detto così, adesso ha detto cosà…’ io, personalmente, dopo anni di prese per il culo e liti varie, adotto questo metodo. mi fido della parola della mia compagna. qualunque essa sia. anche se mi dice che sa volare. ma allo stesso identico tempo, anche lei deve fidarsi ciecamente della mia, di parola. qualunque essa sia. altrimenti, non si va da nessuna parte. un esempio? un giorno è capitato che stavo parlando con una mia carissima amica, che vedo, di norma, ogni 5/6 anni. lei è vebnuta li a salutare, poi si è allotanata. poi ha iniziato con le solite domande… io ho risposto all’interrogatorio, poi le ho detto: la prossima volta, stai li anche tu e parla. si chiama dialogo, serve alle persone per capirsi e conoscersi e scambiarsi idee.. perchè se non ti fermi, vuol dire che non ti interessa l’algomento. e se non ti interessa adesso, di sicuro non ti interesserà domani, o tra 10 giorni. quindi, per evitare casini vari e liti stupide.. rimani li e parla e ascolta e chiedi. da allora, mai piu avuto un problema. comunque, a parte questo episodio personale.. un rapporto si basa sulla fiducia. se si ariva a chiedere spiegazioni… la fiducia inizia gia a non esserci piu.. e da li ad arrivare a interrogatori tipo 3 grado ( dove poi, ovviamente, piu volte si racconta una cosa, piu particolari emergono..) quindi.. fiducia. cieca. sempre. da entrambi i lati.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili