Salta i links e vai al contenuto

Ferrovie sull’orlo del fallimento, i responsabili devono pagare!

Lettere scritte dall'autore  

Ho letto su Internet poco fa che le Ferrovie hanno appena dichiarato di essere sull’orlo del fallimento e che “la cura” dovrebbe essere una ricapitalizzazione di 1700 miliardi delle vecchie – ma buone – lire dei soldi pubblici. Spero vivamente che non solo vengano cacciati a pedate i vertici delle Ferrovie ed i responsabili del disastro a cui hanno condotto la principale azienda di trasporti italiana, ma che vengano chiamati a rispondere – anche patrimonialmente – delle loro malefatte, visti gli stipendi milionari (questa volta in Euro …) che si sono riservati, nonostante la piena consapevolezza del dissesto societario da loro stessi generato, assieme alla colpevole inettitudine di chi ci ha governato fino a poco fà. Non venissero infatti a rompere le scatole i soliti, dai nomi di antichi romani, e prendersela con Prodi, che un casino del genere (millesettecento miliardi di deficit !!! 1.700.000.000.000 !!) non si compie dall’oggi al domani. Fabio.

L'autore ha scritto 14 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori

9 commenti

  1. 1
    Cesare -

    Anche se può non sembrarti vero, concordo con te che il rischio di fallimento di Trenitalia non dipende da Prodi(attualmente è infatti troppo impegnato a cercare di far arrivare il governo a Natale, per mangiare almeno il panettone da presidente del Consiglio).

  2. 2
    Bruno -

    se la colpa non è imputabile al mortadella prodi, allora sicuramente la colpa è dello squalo berlusconi.

    Aveva ragione il berlusca quando diceva che i manager in italia sotto il suo governo erano più ricchi.. e si aveva proprio ragione.

    Lui, il caro berlusca, i soldi li prendeva alla povera gente, a quelli che non hanno voce in capitolo come gli operai che sega il 50% dello stipendio…. tanto la povera gente non ha nulla e lui il nulla toglie.

    Intanto, il panettone al senato oggi è stato confermato al centro sinistra, mentre la destra pensa ancora a chi tocca fare il leader tra 50 anni.

    La politica italiana è allo sbando, è uno sfracello continuo, ma il caro berlusca è tendenziosamente un criminale politico.

  3. 3
    silvana80 -

    sta roba mi ricorda molto Telecom..comunque, il governo sta facendo riforme dove non le deve fare sperando che un pò di cannabis in più ci ottenebri la mente a tal punto di non vedere le stronzate che fanno
    facessero delle riforme per il precariato e migliorare i trasporti

  4. 4
    Cesare -

    “Lui, il caro berlusca, i soldi li prendeva alla povera gente, a quelli che non hanno voce in capitolo come gli operai che sega il 50% dello stipendio…. tanto la povera gente non ha nulla e lui il nulla toglie”

    Ma ti sei accorto che se accusi Berlusconi di questo, dovresti tantò più attaccare Prodi dopo questa sua bella Finanziaria ????o credi ancora che la Finanziaria di Prodi mantenga le promesse elettorali ????

    “Intanto, il panettone al senato oggi è stato confermato al centro sinistra, mentre la destra pensa ancora a chi tocca fare il leader tra 50 anni”

    La leadership del gruppo è stata messa solo in discussione da un giornalista e subito controbattuta da Berlusconi; e comunque nota che Prodi ha ufficialmente riferito che appena si farà il partito unico a sinistra ,lui si farà da parte per permettere l’elezione del nuovo leader della sinistra !!!!!!!!!!!!è quindi a sinistra che non hanno un leader da schierare per i loro 5 anni di governo….( se ci arrivano !)

    Se al Senato ieri non si fosse riconfermato il panettone a Prodi, con 2 assenti dell’opposizione e tutti presenti della maggiornanza, Prodi stamattina doveva solo fare le valigie per coprire la vergogna.

    “Il berlusca un criminale politico ???”

    Non sò fino a che punto tutti gli italiani , che Prodi ha definito pazzi e che in questi giorni protestano , ti possano dare ragione……probabilmente molti dicono :”era meglio prima!quando c’era il cavaliere”

  5. 5
    dago44 -

    Parliamo del disasro delle ferrovie,bene, non dimentichiamoci però che mentre le ferrovie dello stato piangono ‘l’ALITALIA non ride,e che dire delle nostre finanze?entusiasmante il servizio delle iene d ierisera,dove facevano vedere all’interno del Ministero delle Finanze e ripeto all’interno del Ministero delle Finanze un vero e propirio bazar dove si vendeva senza il bench minimo scontrino,peccato non aver saputo se dietro alle bancarelle non vi erano gli stessi dipendenti…..
    Comunque il buon Ministro Visco intervistato non ha saputo dare la benchè minima spiegazione,e VORREI ANCHE VEDERE!!!!Magari lui stesso aquista in quelle bancarelle visto che sono a un piano sotto al suo ufficio.Cari miei davvero ci vorrebbe una capatina al parlamento quando però dentro ci sono tutti.Per fare inogoiare un pò di M…A anche a loro
    L’ITALIA,è un paese alla deriva,oppresso dalle troppe tasse,ma sopratutto oppresso da chi ci governa,e ci ha governato,anzi mal governato per tanti anni.A loro noi cittadini dovremmo chiedere i danni.DAGO44

  6. 6
    publio -

    “Intanto, il panettone al senato oggi è stato confermato al centro sinistra”certo comprandosi i senatori! vedi Pallaro soldi destinati per gli italiani all’estero che secondo me sono sbagliatissimi. noi paghiamo le tasse e ci aumentano le tasse e ci fanno i tagli sui servizi mentre all’estero neanche sanno dove si trova l’italia e gli arrivano i nostri soldi Grazie Prodi!

  7. 7
    dago44 -

    A sentire il buon PRODI,questa finanziaria è stata confezinata per i ceti deboli,per le fascie medio basse,(non che le altre se la cavino meglio,comunque leggendo i vari decreti collegati alla manovra,leggo tra i vari provvedimentice ne uno in particolare che colpisce le persone disabili.
    Il decreto colpisce la destinazione di beni immobili a favore di persone disabili e portatori di hancap,cancellando in un colpo solo le facilitazioni del governo precedentePraticamente si aggrava il regime fiscale sui vincoli di desinazione previsti dall’articolo 2645 codice civile per la tutela di persone con disabilità.I vincoli erano costituiti per un periodo di novant’anni,o per l’intera durata della vita della persona fisica beneficaria.Se l’imposta viene aumentata sula destinazine si colpisce annientandola una norma di rilievo sociale
    incidendo naturalmente sui patti della famiglia(introdotti nell’ordine giuridico nel febbraio 2006)che consentono il trasferimento in tutto o in parte della azienda o di partecipazioni societarie ai discendenti.Quindi il buon vecchio PRODI oltre che danneggiare le persone disabili,danneggia le loro rispettive famiglieDAGO44

  8. 8
    Fabio47 -

    Non sono l’avvocato di Prodi e quindi non sono qui a sostenerne la difesa ad oltranza, anche se non capisco il ruolo di alcuni, che invece amano il ruolo di pubblico ministero ad oltranza contro Prodi. Pazienza … Se si vorranno trovare cose che non vanno, in Italia – e da qui partire con filippiche infinite contro Prodi – se ne troveranno a iosa. Ma non saranno le Iene a dirmi quello che va e che non va, perchè, senza nulla togliere alla professionalità e all’apparente indipendenza delle Iene, questi signori sono dipendenti di Berlusconi e sono per questo portatori di un “peccato originale” che fa dubitare della loro equidistanza politica. ALT !! Stoppo subito quelli che la meneranno con la RAI (in particolare RAI TRE o Santoro): la RAI è un’altra cosa, finanziata con SOLDI PUBBLICI e che deve dunque rispettare la pluralità delle opinioni. Non si possono mischiare RAI e Mediaset, le mele con le pere … Io pago le tasse e mi aspetterei che fossero gli organismi pubblici di controllo (Polizia, CC, Finanza, ecc.) a scovare magagne quali quelle denunciate ieri dalle Iene, come mi aspetterei che chi non ha saputo gestire un ente pubblico, quale le FF.SS. (che poi era l’argomento del mio intervento), ma lo ha addirittura portato al dissesto, per negligenza o altro, riservandosi comunque lauti stipendi, sia cacciato a pedate, privato della liquidazione e chiamato a risarcire i danni; altro che bussare alla cassa dello Stato …..
    Fabio.

  9. 9
    Elia -

    Purtroppo i manager non hanno nessuna responsabilità su quello che fanno, se distruggono una società, la smembrano, vendono delle sue parti, regalano soldi in stipendi molto al di sopra delle reali possibilità…l’unica ammenda che ricevono è una buona uscita di solito vicina ai 7-8 milioni di euro. Come dire che se io domani vado a candidarmi sindaco del mio paese, faccio scavare delle buche in mezzo alle strade, pago la polizia municipale 7-8 mila euro al mese, butto i soldi chissà dove per organizzare festini…e infine del mio mandato invece di essere mandato a casa a pedate nel c..o (e magari con un paio di schiaffoni in faccia dai miei amici che giustamente mi dicono – ma che c…zo hai fatto) mi dessero altri 7-8 milioni di euro per quello che ho fatto. Purtroppo i nostri politici, tutti i politici, hanno troppa paura di perdere i voti per comoiere delle ristrutturazioni fondamentali e dei tagli alle spese, come nel caso delle ferrovie, per risanare una situazione ormai già critica da anni. La beffa è poi che questi “grandi” manager poi li vediamo ancora girare da un ente all’altro e continuano a fare disastri invece di essere messi in galera, l’unico posto dove finalmente potrebbero essere mantenuti..ma almeno non potrebbero più fare i danni che continuano a creare nel nostro paese.
    Responsabilità quindi di una mancanza di volontà politica di cambiamento e mancanza di leggi che non permettano a questi manager di fare quel cavolo che vogliono. Anche un bambino delle elementari lo capirebbe. I nostri politici no. Dove siamo arrivati???

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili