Salta i links e vai al contenuto

Facoltà di giurisprudenza, cosa ne pensate?

La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

28 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 11
    Kid -

    @ Marilù..

    L’avvocato non è un lavoro che consiglierei ad una donna , diverse ragioni sono già state dette. Si deve comunque superare un esame di abilitazione che fà parecchie vittime.
    Aggiungo che la veemenza o la parlantina , spesso sono superficialmente considerati come pregi per questa professione .
    Non è sempre detto. Anzi a volte meno si dice (o si scrive) meglio è!
    Il magistrato non è un lavoro che si fà per soldi . E’ una passione .
    La forma mentis del magistrato è ben diversa da quella dell’avvocato.
    Inutile guardare ai “mila” euro al mese se non si mettono in conto i trasferimenti che si avranno nel corso della vita e la mole di lavoro da sostenere che comporta (o comporterebbe). Anche in questo caso concorso pubblico .
    La professione notarile . Beh , anch’essa in calo come guadagni .
    L’accesso al notariato? Basta vedere cos’è successo all’ultimo concorso.
    E , in genere , il discorso si puo’ estendere a tutti i concorsi pubblici in Italia.
    Insegnamento? Anch’essa problematica come strada . Pochi posti disponibili.
    In ogni caso , ti posso solo consigliare di laurearti piu’ in fretta possibile , se inizi questa strada . Non si puo’ dire quale sbocco sia meglio adesso ma solo quando sarai laureata.
    I tempi cambiano velocemente.
    Pero’ , secondo me inutile avere una preparazione teorica da università rinomata se ti tengono inchiodata fino a 28/30 anni , con esami farsa , in cui si bocciano le persone solo per sfoltire il numero ,indipendentemente dalla preparazione. Meglio laurearsi giovani ed in corso e con un punteggio alto anche se questa strada costa in termini economici , tipo Luiss a Roma .
    Ma alla fine , è probabile che la spesa sia ripagata, rispetto alla prima ipotesi .

  2. 12
    Mariù -

    “Mia cara collega è come quando tutti dicono di non sposarsi e tutti continuano a farlo..”
    e certo che continuano a farlo, perchè quando c’hai una passione, quando c’hai a cuore qualcosa per cui ti impegni tutta una vita.. sei disposta a lottare per ottenerla.
    Ringrazio entrambe per le risposte che mi avete dato, mi avete un po scoraggiata, certo.. ma almeno ci penserò su un po di più prima..
    @ un avvocato mi piacerebbe sapere qual è il tuo impiego.. perchè anche io vorrei qualcosa che mi permetta di occuparmi di casa marito e figli…

  3. 13
    un avvocato 2 -

    Cara collega..anche a me ha fatto piacere leggerti..e scoprire che sei una lei..anche a me non piace “avvocatessa” perciò ho cambiato il nick precedente ma sono sempre io..Sembrerà strano ma il mio obiettivo principale dopo la laurea era o un impiego o l’insegnamento.. proprio in ultima analisi avevo messo l’esercizio della professione forense non perché non mi piacesse ma perché avevo intuito che una libera professione tanto libera non era da un punto di vista personale e familiare.e non volevo vivere per lavorare, ma lavorare per vivere ed ironia della sorte ha voluto che in tutti i concorsi pubblici che feci compresi quelli nella scuola risultai idonea ma mai chiamata mentre superai al primo colpo e contro ogni aspettativa quello dell’abilitazione e di lì si innestò il meccanismo.. Mio marito fu più fortunato di me, non superò quello dell’abilitazione ma uno pubblico.. quanto alla giovane Mariù spero di non averla terrorizzata..ed è giusto che conservi i suoi sogni e le sue aspirazioni e troverà da se la sua strada se è quello che senti dentro, cara Mariù non stai ad ascoltare nessuno fallo e basta

  4. 14
    Mariù -

    mmm diciamo che avete contribuito a “terrorizzarmi”..ma era quello di cui avevo bisogno, la verità. A quanto pare ho fatto bene ad informarmi perchè questa facoltà (e rispettivo lavoro) la sapevo difficile, ma non cosi tanto problematica.
    @kid
    scusa se non ti ho risposto prima. Comunque io sarei interessata solo al lavoro di avvocato, proprio perchè ho passione per quello..be credo di averla 🙂 magistrato e notaio invece non m ispirano affatto. I soldi sono l’ultima cosa a cui penso..mi accontenterei di uno stipendio normale, basta che mi consenta di crearmi una famiglia..

  5. 15
    Kid -

    @ Marilu’

    Guarda il problema di fondo non è fare un lavoro o il lavoro che piace,ma farlo in Italia. E’ questo che fà veramente paura .
    Tu sei giovane e magari le cose in futuro cambieranno . Io ti dico che malgrado non mi vada assolutamente male sono arcistufo di lavorare da Gennaio a Settembre per pagare sto sistema malato , con tutti i rischi a carico mio e tutti gli intoppi e perdite di tempo che lo stesso quotidianamente presenta .
    Se le cose non prendono una piega decente nei prossimi 3/4 anni in questo Paese che da fuori magari pare chissà cosa ma da dentro neanche il 3 mondo, penso di andarmene.
    Il fatto di svegliarsi o di andare a dormire con la testa libera , perchè oggi sai già che ti aspetterà una giornata piena di casini non dovuti a tua colpa non ha prezzo , anche se dovessi fare tutt’altro lavoro.

  6. 16
    Mariù -

    Si anche io ho pensato a questa cosa… Pensavo anche di spostarmi o a nord (almeno é meno peggio del sud) oppure in qualche altro paese.. Farò qualche sacrificio,ma almeno troverò lavoro.
    Solo che è sempre un casino,da ogni parte del mondo,questo è il problema..

  7. 17
    alessia -

    ciao! ho trovato questa domanda perché come te, sto documentandomi sulla facoltà di giurisprudenza. Sono in 4° liceo scientifico e da molti mesi sto considerando di fare legge All’università… tutti mi dicono che è forse la più tosta delle facoltà, io poi non avendo nessun avvocato in famiglia parto svantaggiata rispetto a tanti figli di papà sbruffoni che la sceglieranno …ma non importa! ovvero io per adesso ci credo di volerlo fare e ho ancora più di un anno per pensarci! poi con la crisi che sta avendo l’italia la vedo difficile trovare lavoro in seguito. questo non mi scoraggia oltremodo perché per laurearsi, così come in ogni cosa nella vita, ci vuole passione! ti deve piacere una cosa per portarla avanti…
    ciao e auguri 🙂

  8. 18
    Mariù -

    Grazie mille Alessia! Mi fa piacere leggere ciò che scrivi,perché sono le stesse cose che provo io. Anche io non faccio parte di una famiglia di avvocati (sarei la prima) e ho paura della crisi ecc ecc..ma son sicura che con la passione si possa fare molto! son sicura che se uno ama ciò che ha studiato e riesce ad emergere per questo prima o poi verrà ricompensato 🙂 io faccio ancora il terzo,ho ancora più tempo per pensarci, ma grazie anche a te per il tuo contributo!
    E auguri anche a te

  9. 19
    Giovanni -

    @Mariù Io studio giurisprudenza all’Università di Salerno, precisamente sono al secondo anno. Ho letto dei tuoi dubbi e delle tue perplessità che, ahimè, oggi è folle chi non li ha. Io ho sempre pensato che la vita vada vissuta credendo sempre nei propri sogni, è l’unico modo per avere qualche speranza di realizzarli. Per questo non ho mai dato retta alle dicerie, alle “voci di corridoio”, non perché non creda a coloro da cui provengono o perché pecchi di presunzione, ma perché sono fermamente convinto che nessun ammonimento posso sostituire le esperienze personali che ognuno di noi ha diritto a fare. Il mio sogno è la professione notarile: certo, un’ambizione davvero grossa, impegnativa, faticosa, che comporta uno studio tale da avere una conoscenza del diritto del lavoro, civile, commerciale, notarile, societario, fallimentare più approfondita e ferrata di quella dei prof universitari, tutto a un’età ragionevole…e per concludere, un concorso, per usare un eufemismo, proibitivo. Tuttavia io ci credo, ho le idee chiare, e sono pronto a dedicarvi tutto il tempo e le energie necessari. Dunque se tu ti vedi, in futuro, a fare l’avvocato, non dar retta a nessuno e metti tutta te stessa in gioco per prenderti questa soddisfazione. Labor omnia vincit. In bocca al lupo, collega!

  10. 20
    Mariù -

    @Giovanni
    Grazie mille per il tuo contributo!! Sei stato molto gentile e sincero e apprezzo che al giorno d’oggi ci siano ancora giovani cosi speranzosi, questo paese ne ha bisogno.. ci penserò per ancora un annetto e poi prenderò la mia decisione. Una cosa è sicura: metterò in gioco tutta me stessa!!
    Grazie

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili