Salta i links e vai al contenuto

L’Europa scopre l’Italia

Il giorno 23 marzo 2019 dalla storia sarà ricordato come il giorno della scoperta dell’Italia da parte dell’Europa. Sembrerà a molti una bufala ma invece è proprio così: Fino al 22 marzo i partners della comunità europea ogni qual volta un barcone con migranti o un gruppo di fuggitivi dalle coste africane approdava in Italia si invocava l’accoglienza ignorando l’esistenza di problemi logistici ,di ospitalità e di integrazione.
Lo rotte marittime del Mediterraneo che conducono alle terre italiche fino al 22 Marzo erano ignorate, solo in vista della attivazione della via della seta che con la Cina potrebbe iniziare ha fatto scoprire agli stati comunitari l’esistenza di possibili porti dove i containers con merci e prodotti orientali possono, senza affrontare lunghissime percorrenze, accedere ai mercati del centro Europa.
Fino al 22 marzo i porti mediterranei dovevano essere aperti mentre dal 23 dovranno essere chiusi e controllati a vista per evitare che si aprano al commercio che potrebbe insidiare quello dei fratelli europei.
Amoroso Francesco, uomo qualunque.

L'autore ha scritto 41 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Mondo - Politica

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili