Salta i links e vai al contenuto

Esiste realmente la tutela del minore?

Mi chiamo marco volevo chiedervi siete a conoscenza del mal funzionamento dei servizi sociali a Roma in particolare di quelli di tor bella monaca dottoresse di 25/30 anni assunte con contratto a termine che poi vengono incaricate di seguire e relazionare ai giudici casi delicati con i minori coinvolti.
Il mio caso è emblematico, sono separato da due anni con due bambini di 12 e 9 anni, per le botte subite dalla mamma e dal suo attuale compagno per un anno i bambini vengono affidati a me dai giudici sempre con provvedimenti provvisori, ma pur la mamma possedendo dieci appartamenti tre negozi la villa al mare oltre alla casa coniugale, io devo si tenere i bambini come stabilito con 600,00 euro di mantenimento, ma non avendo una casa devo chiedere alloggio verso i vari parenti di turno. Per questo nel settembre 2008 sono costretto mio malgrado a ricollocare i bambini dalla madre per mancanza di abitazione per i bambini a me affidati, che tornati dalla loro mamma hanno continuato a riprendere la loro razione quotidiana di botte per cui nel febbraio 2009 il giudice decide di affidarli ai servizi sociali di tor bella monaca.
Da quando sono affidati a loro hanno dovuto ricorrere per due volte alle cure ospedaliere per le percosse subite dalla mamma io ho presentato le denuncie alla procura di Roma alla procura dei minori ai servizi sociali per conoscenza e all’assessore delle politiche sociali del comune di Roma, ma ciò ancora si verifica i bambini vengono maltrattati lasciati da soli in casa non curati e trasandati.
I bambini di 12 e 9 anni non neonati hanno riferito tutto all’assistente sociale affidataria ripeto dottoressa di 25 anni di età senza esperienza in merito come la precedente mandata via per scadenza di contratto riferito alle varie psicologhe della neuro infantile della asl Roma b di Roma dove sono seguiti i bambini, ma la dottoressa affidataria mi viene ancora a dire che bisogna accertarle le percosse non è bastata una c.t.u nominata dal giudice che in 51 pagine ha riportato tutti i maltrattamenti dei bambini e registrato le conversazioni per cui venivano affidati a me e certe cose non sono di loro competenza accertarle.
Non hanno mai controllato e verificato nulla pure le persone che il giudice aveva diffidato di frequentare i bambini come il compagno dell’ex mia moglie di botto non sono più diffidate perchè nessuno controlla in merito, che farsa vergognosa.
Ora dopo che io ho risolto il problema dell’alloggio prendendo un appartamento in affitto a totale mie spese proprio per garantire un futuro sereno ai bambini, l’assistente sociale e le psicologhe collegate nella loro lobby mi minacciano di mandare i bambini in istituto o in una casa famiglia.
Cosa devo fare per evitare ancora questo schifo? Posso denunciare l’operato di questi personaggi che le famiglie invece di aiutarle finiscono per affossarle? Oltre all’umiliazione subita da me e dai bambini che non vengono mai creduti da tali personaggi pur essendo stato riscontrato dal personale medico ospedaliero i lividi per le bastonate ricevute da parte della loro madre, oltre alla leggerezze e superficialità di come operano i servizi sociali a Roma.
Mi chiedo ma la tanta pubblicizzata tutela del minore dov’è realmente? Il tribunale dei minori di Roma si è lavato le mani lasciando la responsabilità al giudice della separazione giudiziale, che a sua volta l’ha scaricata sui servizi sociali, che a sua volta l’ha scaricata alle psicologhe, che a sua volta l’hanno scaricata ai bambini stessi abbandonati a se stessi e non tutelati da chi di dovere.
Ho provato a contattare i vari giornali tv e altri canali senza esito perchè queste cose non fanno scoop, spero che almeno da voi si abbia il coraggio di pubblicarla questa mia denuncia quantomeno per il bene dei minori coinvolti e credetemi non sono il solo caso in questa situazione nei riguardi dei servizi sociali e del sistema lobbystico.
Vi ringrazio.
marco g.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Famiglia

12 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    elena -

    marco,
    c’è un blog su questo sito proprio sull’argomento: affidamento dei minori ai servizi sociali, siamo moltissime persone vieni lì.
    ciao

  2. 2
    girardi marco -

    Pensate per aver pubblicato questa mia lettera sono stato denunciato alla procura di roma per diffamazione a mezzo internet dal presidente dell’ordine dei servizi sociali di roma sig. maria laura capitta, incredibile e i servizi sociali affidatari dei miei figli da me per due volte denunciati a maggio 2009 e ottobre 2009 per gravi reati chi li punisce se la procura mi viene a chiedere vergognosamente l’archiviazione a se sono affidati a loro i minori e non li tutelano a dovere chi paga il padre che le denuncia queste cose con maltrattamenti e referti medici allegati alle denucnie qui siamo al paradosso della e legge italiana,il giudice da me contattato per la denuncia del presidente dell’ordiene dei servizi sociali di roma sig capitta maria laura che invece di accertarsi come stanno realmente le cose sui servizi sociali nella lettera mensionati, si sente offesa a nome dei servizi sociali per quanto da me qui esposto e mi denuncia alla procura di roma di quanto realmente accaduto, mi augura che la sig. capitta si prenda anche la responsabilità dell’operato dei servizi sociali mensionati e più volte da me denunciati. Sembra di assistere al cane che si mozzica la coda, e come succede in italia nessuno paga in un’amministrazione pubblica se sbagliano sul loro operato. Con grande amarezza e delusione Marco Girardi.

  3. 3
    IRENE -

    mi chiamo irene, sono arrabbiattissima, per la societa’ in cui viviamo, non mi sembra giusto che in un comune sono sordi e muti, e ciechi. Ci sono minori che non frequentano la scuola dell’ obbligo, che non vivono nel sociale e non denunciono questo fatto. Ma cosa si puo’ fare ? io sono la compagna del padre di uno di questi bimbi, il paese e’ piccolo e la gente parla ma fatti niente,il servizio sociale in questo comune non fa niente ,perche’ sono in capaci, ma il sindaco dovrebbe denunciare ? i bambini e minori chi li tutela se ci sono madri in responsabili. Perche’ non avviene queste cose, perche’ si tace ,ma chi paga sono sempre bimbi. GRAZIE aspetto una sua risposta pe fare io dei passi, aiutare chi ne ha bisogno .

  4. 4
    pietro -

    nonostante avessi pregato l’ assistente sociale che mi ha seguito alla sua maniera in tutti i modi che temevo aggressioni da parte del padre della mia ex compagna faccio in tempo a vedere mio figlio due misere volte prima di essere ferocemente aggredito fisicamente e verbalmente dal padre della mia ex che mi ha costretto a ricorrere agli accertamenti del pronto soccorso…. non indovinerebbe nessuno dove sono stato aggredito…. si…. proprio la… dentro lo studio dell’ assistente sociale che aveva organizzato l’ incontro con la mia ex…
    il padre della mia ex apre la porta e mi aggredisce… sono senza parole…. voi direte…. l’ assistente sociale ha sporto denuncia… no… quasi mi ha condannato per aver querelato l’ aggressore…. scioccante…. non ho parole…

    è vergognoso quello che succede in italia … veramente vergognoso…. siamo un paese del terzo mondo…. sono senza parole … potrei riempire un libbro delle cose che avrei da dire e urlare…. ma ormai forse non ne ho neanche piu la forza… spero che un giorno il legislatore metta mano su questo argomente e che una volta e per tutte chiarisca quali sono le responsabilità oggettive di assiste sociali incapaci che screditano per partito preso tanti papà o tante mamme…. scandaloso non ho parole … un imbocca al lupo a tutti i papa che come me non vedono regolarmente i loro piccoli io ormai non vedo più il mio piccolo da poco più di un anno ….
    p.s. girardi marco…. sei un grande… sei uno mie idoli auguri auguri auguri
    penso che sia civile raccontare queste cose e non bisogna aver paura…. non vinceremo niente ma un giorno ci saranno in giro papà meno sfortunati di noi che senza motivo per partito preso si trovano paradossalmente contro anche chi di fatto dovrebbe aiutarli….
    un abbraccio a tutti….

  5. 5
    Erika -

    Caro Marco, ho letto ora la tua mail di denuncia. Non conosco personalmente il tuo caso ma, per mia grandissima sfortuna, conosco la “tutela minori” di Brescia che, anzichè tutelare i bambini, tutela i genitori disgraziati e delinquenti che maltrattano, fisicamente o psicologicamente, i figli.
    Mi unisco a te nel denunciare la vergognosa ed immorale condotta dei Servizi Sociali, che fanno violenza sui minori coperti dalla Legge.
    Erika

  6. 6
    Saida Mgharfaoui -

    chiedo la giustizia per una mamma che ha subito violenza dal ex marito per 20 anni, mio ex mi ha dato la punizione togliendomi la minore quando ho presentato la separazione, da 5 anni che nn vedo mia figlia è giusto ? dove la giustizia ………? sono disperata, sto male, non ho voglia di vivere solo questi cose che posso dire grazie

  7. 7
    Raffaella -

    Ciao Marco ho letto la tua storia, ti segnalo l’associazione padri separati(APS), sul sito internet trovi tutte le indicazioni per contatti.

  8. 8
    ali -

    non esiste purtroppo nessuna tutela, carissimi tutti. …..e NESSUNO sembra poter far niente .Siamo alla mercè di persone ,come dice Marco ,impreparate ,ma anche di STRUTTURE che non so proprio come funzionino .eppure cj sono in queste ; FIOR DI ASSESSORI ,RESPONSADILI,DIRIGENTI,ECC ECC PAGATI BENE ,PER far funzionare questi servizi ;è da LORO CHE BISOGNA ANDARE ,sono loro i responsabili . Ma nessuno li cita .

  9. 9
    Gianmarco -

    Salve Ragazzi, Mamme e Papà sfortunati perché incappati nella rete… si, quella della Morte, quella dei “Servizi Sociali”. Sono anch’io un Papà sfortunato e amareggiato nonché profondamente deluso e ferito dal comportamento dei personaggi della Categoria in questione. sono quasi cinque (5) anni che non sto più con i bambini e l’ultima volta che li ho visti di sfuggita è stato più di un anno fa. Non so perché stasera ho preso il coraggio di scrivere… era tanto che non lo facevo, forse perché le storie lette mi hanno dato forza per raccontare brevemente la mia Storia.
    Mi sono separato dalla mia compagnia nel 2007. Dopo circa un anno (Settembre 2008) mi vedevo costretto a muoverle ricorso presso il Tribunale dei Minorenni di Roma per l’affidamento condiviso, perché si opponeva a qualsiasi visita che non fosse sempre e , solo quella, di stare inchiodati dentro casa sua. Dalla prima udienza, tenutasi nel Settembre del 2007 il Pubblico Ministero chiede Relazioni dai Servizi Sociali di Roma e da quelli della Città dove risiedono i miei Genitori.
    La Relazione sui Nonni Paterni arriva dopo circa due mesi, nel Gennaio 2009. Quella richiesta ai Servizi Sociali di Tor Bella Monaca non arriva se non dopo 5 istanze da parte del sottoscritto al Tribunale dei Minorenni, 6 richieste d’urgenza da parte di quest’ultimo ai Servizi Sociali, due Lettere del mio Legale all’assistente sociale incaricato e, infine, una bella Denuncia alla Procura della Repubblica verso l’appena citato Gran Signore per il Reato di Omissione d’Atti d’Ufficio. Era il Settembre del 2010!!! Due Anni per scrivere una relazione che… se potessi inserirla farebbe rabbrividire anche una Tartaruga! Il Gran Signore ( perché a differenza di quelli che ho letto nei quali vi siete imbattuti voi, il mio è adulto…) dopo la denuncia, ha atteso anche tre mesi prima di inviare la relazione così tanto attesa dal Tribunale per poter prendere una decisione. Nel Dicembre 2010 finalmente arriva (sudata…perchè é venuta piedi!) la relazione del Gran Signore che in poche righe ( meno di un A4) scrive: Ho incontrato il Sig. Gianmarco il quale mi ha detto… ho incontrato la Sig.L. la quale mi ha riferito…. ho visto i bambini… si “reputa necessario per il bene dei minori che i genitori vengano indirizzati ad un centro di mediazione familiare. Ragazzi, era Dicembre 2010 cadeva la mia seconda udienza presso il Tribuale dei Minorenni… in Aprile arriva il così tanto atteso “decreto” che, mentre non viene reso esecutivo e notificato, ruba altri 3 mesi. passa tutto il 2011. Non vedo e non riesco a sentire i Bambini. A Febbraio di quest’anno ho fatto la prima udienza Penale dove mi sono costituito Parte Civile per chiedere il risarcimento del Danno che il Gran Signore mi ha Cagionato. Per il Suo Reato spero che ci pensi il Tribunale della Corte D’Appello di Roma. Spero di vederlo condannato. La sua negligenza, la sua lentezza hanno fatto si che io non vedessi i miei bambini per due anni e mezzo. G.

  10. 10
    marco girardi -

    Gianmarco puoi inviarmi una e-mail a girar@tiscali.it con il tuo numero, mi serve contattarti grazie marco

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili