Salta i links e vai al contenuto

Esiste la servitù di passaggio?

Salve a tutti. Ho da poco acquistato un terreno sul quale era già presente un cancello del vicino ma non la strada che lo collega alla via principale.
La proprietà confinante ha già un accesso diretto a questa strada ma tramite legale ha affermato di avere diritto di servitù di passaggio sul mio terreno!!!
E’ possibile? anche se hanno già un cancello che da sulla strada? Anche se il cancello che si apre sulla mia proprietà è praticamente inutilizzato?
Grazie Valeria.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

10 commenti

  1. 1
    Almost-Imperfect -

    Non ho capito bene se questo fondo è intercluso o meno; ossia se tu impedissi l’accesso al cancello sulla tua proprietà, l’altro ha ancora una via alternativa che lo porta sulla stessa strada di adesso?
    Le servitù dovrebbero essere scritte e credo che se ne possa trovare traccia in conservatoria, a volte anche al catasto, sulla visura, ma non ha carattere probatorio, quindi ti consiglio di affidarti anche tu ad un legale; per il resto se non c’è registrazione e se il tuo confinante ha un altro accesso ugualmente utile penso che tu possa intentare causa. E’ anche vero che se la cosa si protrae da molti anni sarà difficile ottenere qualche cosa velocemente. Non chiurede e via, perché poi sarebbe sicuramente lui ad andare per vie legali.
    Comunque in via amichevole potresti chiederli di fornirti la prova scritta di questa servitù, potrebbe averla acquisita con il contratto di compravendita, a volte queste cose sono vecchie di molti anni e se ne perde memoria.
    Spero di esserti stata utile

  2. 2
    ValeriaT -

    Sono entrambe affacciati sulla starda principale nella parte anteriore, ed il mio fondo circonda l’altro per gli altri tre lati.
    Il mio terreno per gli altri tre lati confinano con un appezzamento agricolo e con un fossato/ruscello.
    Il vicino ha il cancello principale che da sulla strada e quest’altro cancello che affaccia sulla mia proprietà.
    Dato che entrambe abbiamo acquistato dallo stesso proprietario sono certa che non è compreso ne nel mio atto di conpravendita ne in quello del confinante.
    Dato che il terreno lo hanno acquistato circa 8 anni fa quindi anche il cancello lo hanno installato all’incirca 6-7 anni fa.
    Grazie per i consigli, come puoi capire non sono molto ferrata su questi argomenti.
    Incrocio le dita.

  3. 3
    Anna Maria De Lucia -

    Buongiorno,vorrei esporre il mio problema,abito con mio marito e i miei figli nella proprietà dei miei suoceri da dieci anni circa ,abitiamo il piano superiore ed invece al piano terra ci abitano i miei suoceri e la loro figlia che ha 40 anni ed è ragazza madre di una bambina di 6 anni;da più di 3 anni sono impedita di far venire mio padre a casa nostra poichè mio suocero dice che non deve passare nella sua proprietà e in più da qualche mese mia cognata parcheggia in modo scorretto la sua auto nel cortile obbligandomi talvolta a fare tante manovre o addirittura ad aspettarla che lei con tuttà comodità finisca di fare le sue cose e venga a spostare la sua auto,alla mia domanda :se devo fare un pronto soccorso devo aspettare te? Lei ha risposto di si.Mi chiedo se tutto ciò sia possibile?Aspetto gentilmente una vostra risposta.GRAZIE

  4. 4
    dancan -

    @annamaria: un cric a volte risolve molte cose… vedrai che quanda sarà senza vetri dell’auto, la prossima volta impara a posteggiare meglio..

  5. 5
    dancan -

    @valeria: che ci sia un cancello, non vuol dire che esista il passaggio proprio li. prendi le carte catastali, e vedi se c’è una servitu di passaggio, e dove è. comunque, se chiedi al tuo geometra, ti sa dire le cose con precisione. il cancello, comunque non indica che ci sia una servitu di passaggio: quella la si fa tramite scrittura privata tra i due coinfinanti, e previo pagamento di un obolo.

  6. 6
    Sabrina -

    Buongiorno,
    ho ereditato con mio fratello e uno zio, la casa paterna e il terreno di pertinenza della stessa.
    Mio padre è deceduto cinque anni fa, premorto ai suoi genitori che al loro seguente decesso, hanno lasciato l’eredità ai legittimi eredi sopra citati.
    Dal 1991 io abito in una casa, di mia unica proprietà, ubicata adiacente all’immobile sopra citato, anno nel quale sono stati ultimati lavori di ristrutturazione e modifiche che oltre ad aver avuto un regolare decorso di concessione edilizia e delle conseguenti procedute legali, è stata di proprietà di mio padre dal 1978 al 2005, anno precedente alla sua morte e dal quale divenne di mia proprietà.
    Nello stesso anno dìacquisto, il 1978, fu aperta una porta sul terreno di pertinenza dell’altro edificio che apparteneva allora ai miei nonni paterni che accettarono tacitamente e bonariamente.
    Nella casa nel 1988 iniziarono lavori di ristrutturazione e insieme ai disegni presentammo nel Comune di competenza, una scrittura privata dove, mia nonna, proprietaria anzi comproprietaria con il marito, dopo aver visionato tutte le modifiche dell’immobile, dava il consenso per le stesse.
    Ora, mio zio in sede di divisione della casa paterna e del terreno, vorrebbe che io accettassi di aggiungere e firmare nella scrittura privata di divisione, una dichiarazione di accettazione che questa porta e il conseguente passaggio dal cancello che divide le due case e dal quale io sono sempre passata a piedi o con mezzi per accedere alla suddetta porta, che il diritto non è dell’edificio ma personale e che alla mia morte tutto questo automaticamente venisse meno e venisse ripristinata la finestra pre-esistente il 1978.
    I miei dubbi sono questi:
    1. questo tipo di situazioni in essere da più di 20/30 acquisiscono un diritto reale di servitù, essendo che i disegni della porta sono stati a suo tempo depositati al catasto regolarmente?
    2. la firma della precedente proprietaria è valida anche se il marito comproprietario, ma tacitamente consenziente, non ha posto la propria nel documento di accettazione delle modifiche del 1988?
    3. se la firma della proprietaria precedente (mia nonna) non fosse valida perché avrebbe dovuto esserci anche quella del marito comproprietario, visti i tempi percorsi, anche se ci sono stati i due passaggi di successione dopo la morte, prima del nonno e poi della nonna rimane in atto il diritto di passaggio o di servitù?
    Come devo comportarmi in merito per non perdere nessun eventuale diritto acquisito e senza, ovviamente ledere nessun diritto di terzi, semmai ce ne fossero all’interno della questione?
    Grazie.

  7. 7
    alessandra -

    Per cortesia, vorrei sapere quanto dura la servitù di passaggio su un terreno che sto per ereditare, detta servitù pedonale, per accedere ad un cortile potrà essere usata da me e dai miei familiari o scade con la morte dell’ultimo proprietario? Grazie.

  8. 8
    abramo -

    buonasera,vorrei sapere se possibile in caso di acquisto di un terreno dove non risulta dall’atto notarile alcuna servitu di passaggio, ma in realta esiste una scrittura privata tra il proprietario a cui io acquisto il terreno ed un confinante, se al momento in cui io divento proprietario la crittura privata effettuata in precedenza con il vecchio proprietario ha valore anche nei miei confronti oppure no..grazie mille…

  9. 9
    dancan -

    dare 30 euro al geometra e cosi avere risposte precise, pare brutto?

  10. 10
    teresa rossi -

    buonasera, vorrei sapere:
    ho acquistato un pezzo di terreno confinante con il mio, sul mio già c’era una costruzione,a lato del terreno comprtao c’e’ un’altra costruzione e fra questa ed il terreno, dalla documentazuone un fosso, un terzo ha deciso che per andare sul suo terreno molto addentrato nella campagna, di passare dal fosso ed oggi piu’ domani con il trattore sta facentro rientrare i cespugli del mio confine, posso vietargli di passare visto che dagli atti non c’e’ servitu’ di passaggio? inoltre con il trattore passa a tutte le ore solo per crearsi un passaggio, disturbando noi che avevamo creduto di abitare in quel luogo anche perchè privo di rumori molesti, moltr volte io non risco a dormire la notte, da quando ho perso un figlio di 16 anni, e prendo sonno verso l’alba, oppure riposo di pomeriio e puntualmente si sente lui che passa con il trattore. ringraziandola aspetto una sua risposta.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili