Salta i links e vai al contenuto

Certe emozioni e sensazioni sono fondamentali

Qualche settimana fa così per caso ho iniziato a frequentare un ragazzo che conosco da tempo ma con il quale non avevo mai approfondito il rapporto considerandolo un conoscente. Premetto che lui ha tre anni meno di me e considerando che io ne ho 22 penso che il calcolo sia piuttosto semplice. Io sono una persona che si definisce molto matura forse un pò troppo per la sua età e per questo finora le poche relazioni che ho avuto le ho avuto con persone più grandi di me anche di parecchi anni. Mi sono ritrovata in questa situazione un pò per gioco, un pò per caso.. molto perchè lui mi ha messo su un “altarino” facendomi sentire la donna più apprezzata sulla faccia della terra, riempiendomi di attenzioni e complimenti che ormai mancavano da tempo nella mia vita… una boccata d’aria fresca la definerei… è iniziata una relazione basata sulla dolcezza, sulle coccole, sul sentirsi e il vedersi sempre come una coppia già collaudata… con molta tranquillità, forse troppa. Gli ho detto da subito che non ero convinta un pò anche per l’età.. insomma io mi sto per laureare e lui sta affrontando la maturità… Lo descriverei così: carino , sensibile, dolce, presente, maturo , simpatico.. il compagno che tutte vorrebbero accanto eppure dentro di me sentivo che c’era qualcosa che non andava, una strana insoddisfazione, quando ieri nel giro di dieci munuti ho deciso di troncare questo rapporto spiegando i miei dubbi e le mia insicurezze (ovviamente di persona). La verità è che quando lo vedevo non sentivo le cosi dette “farfalle allo stomaco”, l’ansia nell’attesa di vederlo, la trepidazione.. cose che a quest’età e soprattutto i primi tempi dovrebbero esserci. Ogni volta che lo vedevo mi ritrovavo davanti una persona che potrei definire innamorata mentre io non riuscivo a contraccambiare pienamente le sue attenzioni. Così ieri ho chiuso e lui è stato dolce e comprensivo come sempre pur soffrendo .. sono tornata a casa e ho avuto una crisi di pianto perchè sentivo e sento tutt’ora di essermi lasciata scappare una persona come poche ce ne sono.. ma non potevo iniziare una relazione sforzandomi di far andare bene le cose solo perchè lui è un compagno quasi perfetto. Stamattina mi è mancato il messaggio del buon giorno, il “come stai?” il “ti penso sempre” , non sono convinta delle mie decisioni ma non potevo far finta che tutto andasse bene perchè credo che alla mia età , e non solo, certe emozioni e sensazioni, il battito accelerato solo per il fatto di averlo vicino, il brivido anche solo quando Lui ti fa una carezza siano fondamentali..voi cosa ne pensate? E’ possibile non innamorarsi di una persona nonostante essa incarni tutto ciò che una donna vorrebbe? E’ davvero come molti dicono questione di chimica?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Isis -

    Essere perfetti non assicura una conquista sicura, frose non c era attrazione…forse il vederlo piccolo non so…la chimica piu che in campo amoroso c’è nel campo attrattivo, ferormoni, neurotossine etc…
    Hai fatto bene ad esser sincera, non va bene iniziare una realzione in questo modo, fondamentalemnte non era quello giusto e te ne sei accorta subito…

  2. 2
    Rox -

    Ammazza se lo sono!!!
    Vero, Isis,ne abbiamo già parlato!Puoi essre perfetto/a quando vuoi, ma se nn c’è quella chimica,quell’attrazione,quel senso di appartenenza, di familiarità,di energia (ho finito!! ;))) nn ci sta niente da fare!Anzi,secondo me, quelle emozioni e sensazioni sono talmente forti e uniche che, se le hai provate, ti restano dentro per sempre.Nn scompaiono più, le senti anche a distanza di anni e tendi a ricercarle nei relazioni che instauri.Ed è onesto,quando nn le “provi”, riconoscerlo come hai fatto tu,Windrose!

  3. 3
    Isis -

    E’ vero Rox…non si dimentica più…ti rimangono dentro, anche a distanza di anni, e per quanto le ricerchi…forse perchè le dealizzi, o forse perchè in quella misura non le trovi più…non ti sembra mai di avere gli stessi stimoli…anche per questo ogni amore è a se..

  4. 4
    psYco -

    Si si,
    lamentatevi poi che trovate sempre i bastardi, che però vi piacciono tanto…
    Voi donne siete troppo strane. Pensa te che io da buono non beccavo, da stronzo becco di brutto… Basta capire come trattarvi!
    Vero Raffaele?

  5. 5
    Isis -

    Eh? e chi si lamenta…io ho un bravo ragazzo e me lo tengo stretto…si parla di emozioni non relative ai bastardi ma relative all incontro con una persona speciale… come al solito…c’è chi vuol capire solo quello che gli fa comodo…

  6. 6
    Windrose -

    Non sono d’accordo PsYco per il semplice fatto che io non sto cercando il bastardo di turno alla “prendi una donna e trattala male” ma semplicemente una persona che mi faccia battere il cuore…dei stronzetti che se la tirano, fanno un passo avanti e 100 indietro mi sono stufata…kisses

  7. 7
    Rox -

    Ciao Windrose,ti capisco perfettamente e,secondo me,fai bene ad essere onesta con te stessa.E poi le emozioni se nn ci sono, nn ci sono,nn te le puoi certo inventare!

  8. 8
    Isis -

    L onesta prima di tutto, si Rox, infatti non vedo come doveva comportarsi secondo psYco…prenderlo in giro? e dopo giu a darle addosso…

  9. 9
    psYco -

    E’ il ragionamento che non mi piace: “carino , sensibile, dolce, presente, maturo , simpatico.. il compagno che tutte vorrebbero accanto eppure dentro di me sentivo che c’era qualcosa che non andava, una strana insoddisfazione…”
    Allora? E’ che una cosa quando è già li pronta non è apprezzata:
    “…La verità è che quando lo vedevo non sentivo le cosi dette “farfalle allo stomaco”, l’ansia nell’attesa di vederlo, la trepidazione.. cose che a quest’età e soprattutto i primi tempi dovrebbero esserci. Ogni volta che lo vedevo mi ritrovavo davanti una persona che potrei definire innamorata mentre io non riuscivo a contraccambiare pienamente le sue attenzioni.”
    Il problema è che è troppo buono, così “non ti stimola”. E poi sarei io che ho capito male? Certo, sei stata sincera, ma ti garantisco che avrei preferito un altro discorso a quello che hai scritto tu. Comunque che stimoli vuoi che ti da uno che a 20 anni ti ha già messo sull’altarino? I risultati poi sono quelli che sono… Non so se mi sono spiegato, è un discorso sottile, ma che fa la differenza tra il volere una cosa e faticare per averla piuttosto che averla li praticamente regalata.
    psY

  10. 10
    Isis -

    si magari si è espressa male, PsYco, però conoscere uno che ha tutto quello ceh vorresti da un uomo e non sentire l innamoramento…non è una colpa…evidentemente non era quello giusto meglio prima che poi…non credi?

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili