Salta i links e vai al contenuto

Nonostante gli ecoincentivi, mercato dell’auto negativo

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti,
leggendo oggi i più importanti quotidiani, si può apprendere la notizia che purtroppo non volevamo apprendere, e cioè che nonostante gli ecoincentivi del governo, il mercato dell’auto è tutto in negativo, e che ancora una volta ha chiuso un altro trimestre in segno meno.
Bravi bravi bravi…..
Ma come si fa a non capire che bisogna aiutare le famiglie, come si fa a non capire che bisogna far abbassare i prezzi…. a questo punto penso che non vogliono farlo!!! Non mi so dare un’altra spiegazione.
Allora, se continuano ad aumentare cosi tanto i prezzi, ma come si fa a pensare a cambiare l’auto, ma se ormai è un problema serio mantenere già quella che si possiede, con tutte le tariffe che aumento spropositatamente.
Più aumentano, e sempre meno si venderà…
Le assicurazioni stanno aumentando il bollo aumenta l’autostrada aumenta il gasolio aumenta, aumenta tutto… senza un motivo serio, ma vi rendete conto????
In germania gli ecoincentivi stanno funzionando, perché??? Perché una panda costa 4500 euro… non come qui, che ti tolgono 1500 euro senza sconto e poco prima hanno aumentato il listino….
Se comandassi io, farei diminuire i prezzi subitissimo, e metterei dei margini sui guadagni… massimo al 25% su tutto, in tutti i settori, con i listini controllati.

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità

1 commento

  1. 1
    Bingo -

    Sulla Storia degli ecoincentivi gira il fatto che dietro ad un auto giri moltissimo lavoro per tutti non solo per case automobilistiche ma anche sui terzisti al loro servizio e quindi si crede di poter creare lavoro in questo modo. Ci può anche stare ma gli altri settori ? Anche dietro l’edilizia gira molto lavoro ma chi si compra una casa adesso ? I soliti che non hanno problemi di lavoro o precariato quindi una nicchia ristretta . Oltre a questo è diversi giorni che sento dire dalla Marcegaglia attuale presidente di confindustria che bisognerebbe alzare l’età pensionabile ???!!! Ma siamo matti ? Ancora ? Ma di questo passo andremo in pensione già morti così lo stato risparmierà un bel pò di soldi. Possibile che non si capisca che se nessuno va in pensione nessun o fara spazio per le nuove leve nel mondo del lavoro ? C’è già poco lavoro e quel poco lo si lascia a persone che magari ne hanno anche piene le balle di lavorare dopo 40 anni e più non credete ? Altra cosa che non si capisce è che stiamo diventando un paese di persone anziane , non nascono figli perchè al giorno d’oggi chi mette al mondo un figlio se non arriva alla fine del mese ? A completare il bel quadro ci si mette la Fiat con il suo amministratore che viene disegnato come un genio ed un pioniere perchè è ad un passo per acquistare la Opel , ma non bisogna dimenticare che questi signori che per decenni hanno avuto soldi a fondo perso dallo stato ora acquistano la Opel ma chiudono 5 stabilimenti in Italia lasciando in mezzo ad una strada centinaia se non migliaia di persone , che cosa ha che fare questo con l’imprendotoria italiana ? Qualcuno me lo sa spiegare ? Forse perchè non riescono più ad avere i soldi dallo stato li vanno cercare all’estero ? L’imprenditore così sono capace di farlo anche io . Buona giornata a tutti.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili