Salta i links e vai al contenuto

Due donne…

  

E’ possibile amare 2 persone in modo diverso, ma profondamente e non saper rinunciare a nessuna delle due?
E’ possibile decidere di legarsi ad una ma non poter dimenticare l’altra neppure dopo anni…. e se non la si dimentica si può stare bene solo con quella scelta?
Io non so perchè si verificano questi legami, non so perchè c’è qualcuno che è fortunato e trova la sua metà in un unica persona e qualcun altro invece non ci riesce….
Qual’è la situazione giusta e quella sbagliata….?
L’amore è amore comunque oppure no?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti a

Due donne…

  1. 1
    Isis -

    NO non è amore comunque, è la paura di star soli, l aggrapparsi al passato perchè anche se concluso è un dato certo un punto fermo, la sfida dell amore è lasciarsi andare, lanciarsi nel baratro e scommettere inermi su come andrà augurandosi il meglio, se si tiene la mente su due persone non si ama nessuna delle due ma si ama l idea di amarle.
    Amare è rischiare il tutto per tutto senza protezione…e oggi come oggi nessuno è più disposto a richiare…troppo difficile e faticoso…forse perchè siamo un branco di insicuri poco cresciuti non so…
    questo il mio pensiero a riguardo.

  2. 2
    Spectre -

    Concordo con isis, E si potrebbe evidenziare la risposta ribaltando la fritta a chi scrive: tu ti sentiresti amata/o se il tuo lui/lei stesse con te, amando anche un’altra? è normale avere il desiderio di essere “gli unici”. Se ami, non è una rinuncia, è una cosa naturale. sentirsi unici, è sentirsi valorizzati no? è egoismo se vogliamo, ma se non ci concediamo nemmeno questa “debolezza”, allora ci imponiamo di essere varamente degli esseri superiori.

    […] Amare è rischiare il tutto per tutto senza protezione…e oggi come oggi nessuno è più disposto a richiare…troppo difficile e faticoso…forse perchè siamo un branco di insicuri poco cresciuti non so… […]
    Tristemente vero. E quando non si tratta di fatica o difficoltà, si tratta di paura o di schemi mentali. Tutto lecito se vogliamo, siamo umani in fondo, ma sono stasi che non portano a nulla, se non a persone insoddisfatte, che perfino anelano IL rapporto della vita, ma restano lì.

    A tutti noi la scelta insomma. Bella zuppa 😀 !

  3. 3
    minurta -

    Si, avete ragione Isis e Spectre…ma può anche essere che qualcuno possa amare veramente 2 persone. Il discorso è terribilmente complesso se consideriamo il fatto che il rapporto “di coppia” è l’unico che non ammette “deviazioni” verso altra gente (intendo, nessun genitore, amico, collega, fratello si sognerebbe di dirti “ama me e nessun altro al mondo!”). Si, è un bisogno di sentirsi unici, valorizzati, è anche egoismo…ma può anche essere che io possa trovare in due persone (o in 3, 4…) ciò che non trovo in una sola. Il problema nasce dal fatto di voler a tutti i costi rinchiudere il sentimento in un concetto, in uno schema, in una istituzione, retto da regolamenti, obblighi ecc.
    E’ doloroso, ma secondo me così l’amore non può che morire.
    Non parlo di fare i furbetti o i farfalloni e divertirsi a destra e a manca a scapito dei sentimenti altrui. Bisognerebbe parlar chiaro e mettere le carte in tavola fin da subito. Ma soprattutto credo che il rapporto debba essere retto, oltre che dal sentimento, anche da una gran dose d’intelligenza da entrambe le parti…

  4. 4
    Isis -

    Ma certo Minurta, il fatto che si possa amare diverse persone in diversi modi è ovviamente ok però nel contesto coppia…non è accettabile altrimenti non è coppia…. no?
    A mio parere poi il legame non si basa solo sul sentimento ma anche da obiettivi comuni, idee concrete comuni e tante altre cose che fanno da collante altrimenti finita la passione…il rapporto decade e diventa un mero legame d interesse, finito ciò che si voleva da quella persona..finisce tutto…in pratica come gli animali che si accoppiano poi cercano altri partner… bisognerebbe anche saper costruire rapporti concreti che fondino si sul sentimento ma non puntino solo a quello e alla passione… cosa alquanto difficile in questa società del consuma e sostituisci, dove le certezze non ci sono più ma gli stimoli ad altro si moltiplicano per nutrire il consumismo di massa…credi che sentimenti non ne siano influenzati al pari dei “bisogni”falsi ma indotti come basilari?
    Io credo a milincuore di si, troppa tendenxa a non crescere, troppa voglia di rimanere piccoli perchè rimanere infantili ci fa sentire privi di responsabilità di fronte ad unmondo spaventoso e poco recuperabile…

  5. 5
    Maab -

    A me sta succedendo ora…ma con la razionalità ho già rinunciato all’altra persona…solo che me ne sono infatuata, mi sono presa una cotta come quando ero più piccola e forse, non so , sono ancora troppo giovane.
    Comunque ho capito che se amo davvero il mio ragazzo devo fare questo sacrificio anche se doloroso.
    Riuscirò mai a considerare questa persona soltanto un amico??? Vorrei convertire il mio desiderio per lui in un sentimento più accetabile..ma non so come fare.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili