Salta i links e vai al contenuto

Dove stiamo andando

  

Tutto questo correre, questa frenesia di andare non si sa dove, non accorgersi mai che viviamo in un mondo dove esiste solo io, non più amici, non più voglie di essere veri ma dei fantocci che si fanno incantare dalle cose materiali, il bel telefonino, la bella mcchina i bei vestiti… apparire per quello che non siamo, e non ci accorgiamo della sofferenza che c’è intorno a noi, tendere una mano, una dolce parola macché, siamo ormai al famoso che me ne fotte a me.
Anche io ne facevo parte. ma dopo i miei disatri viva dio mi sono accorto e ora son qua a scrivere. Mi sono isolato, ho perso amicizie, il lavoro va male, ho perso l’amore, non mi riconosco piu, ma voglio venirne fuori e a tutti voi che pensate di farla finita, uscite dalla vostra testa e magari anche con il vostro aiuto si può rendere il mondo migliore, non grandi ma piccole cose anche insignificanti,ma che possano regalare un sorriso a chi ne a bisogno… paolo.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Me Stesso

16 commenti a

Dove stiamo andando

Pagine: 1 2

  1. 1
    agata R -

    Grande PAOLO, semplicemente grande….. anche le persone semplici, come io credo di essere, oggi hanno perso di vista ciò che davvero può riempire…che realtà triste, la società di oggni è troppo ricca di sirene che riescono ad imbambolare anche chi crede e ha creduto sempre in certi valori.. io credo di esserne un esempio…. spero che con qs riflessione si possa fare un passo indietro….
    Un abbraccio

  2. 2
    b80 -

    hai ragione paolo. si corre, si corre, senza sapere dove, ignorando tutto e tutti e non si ha tempo da dedicare, tempo per ascoltare, tempo per fermarsi.
    ma dov’è che si deve arrivare, poi? perché la felicità sembra essere sempre un passo più in là? abolendo tutto cosa resta alla fine?
    ho sempre pensato che la felicità sia nelle piccole cose…
    solo che, a quanto pare, troppo pochi se ne accorgono e ci si sente spesso soli con il peso ed insieme la gioia di questa consapevolezza.
    …tanto progresso per rimanere “servi della gleba”, schiavi di noi stessi, dello stress imperante e di tante illusioni…
    menomale che c’è ancora chi come te lancia il suo grido. mi unisco al tuo.

  3. 3
    guerriero -

    più che correre si cade, sempre più in fondo, vedo un brutto futuro

  4. 4
    paolo -

    agata R e b80 finalmente persone come me che si rendono conto di come siamo ridotti ,ma che si puo fare .i nostri figli muoiono sulle strade con la droga si ruba si uccide la legge e latente e viere diventa piu difficile ,ma e cosi difficile amare aiutarsi non posso crederlo a ogni modo grazie di esistere

  5. 5
    agata -

    “E’ un tempo di ordinaria follia” come canta il mio cantante preferito…E’ proprio vero…la società di oggi è un vero e proprio disastro..L’umanità oggi è giù ma nessuno fa niente per tirarla su!…Le persone con certi ideali,certi valori sono costretti a starne fuori magari considerati pure “diversi” e spesso si ritrovano da soli..ma sinceramente “Meglio soli che male accompagnati”!!!
    Si son perse e si perdono di vista tante cose,compresi i sentimenti,quelli veri..questo è il peggior rammarico…Andiamo avanti pensando ai nostri obiettivi futuri senza farci influenzare da questa società materialista,individualista,egoista…

  6. 6
    Spectre -

    io sto smettendo di chiedermelo. ne prendo atto tutte le volte che posso e lavoro per me. in giro c’è gente che non si sottomette, il difficile è trovarla.

  7. 7
    Isis -

    Forse un ritorno alla sobrietà e al contenimento di tanti fattori sarebbe il caso….
    Il troppo storpia ma nessuno vuol vederlo perchè l individualismo ancora avanza nonostante tanta gente come noi sia più propensa alla generosità, all empatia….
    Sono d accordo con te Paolo, piccoli passi per ricominciare bene…speriamo che ci seguano in tanti…

  8. 8
    gambit99 -

    Sabato sono andato in discoteca…o fatto un po’ meno l’asino del solito…ero con un amica,senza interesse,amica e basta,andavo solo per ballare.
    Alla fine della serata mi accorgo che numerose mosche volano intorno a due fiori,strano che non volino intorno alla merda…guardo meglio e vedo che i due fiori,bellissimi, sono ubriache. mi avvicino sempre di piu’ per capire cosa dicono,una si siede mezza addormentata, l’amica si separa…riconosco che nessuna delle due ritornera’ a casa senza sorpresa…aspettavo la mia amica per andarmene,mi siedo vicino a quella addormentata e le chiedo dove abita e che la posso portare a casa io…lei dice va bene e di prendere la sua amica…le chiedo come si chiamano, arriva la mia amica,le dico di rimanere con quella addormentata…trovo l’altra, allontano i mosconi dall’altro fiore che nel frattempo la volevano avere,la prendo per mano e le dico che porto lei e la sua amica a casa. la mia amica quando mi vede arrivare con la seconda scoppia a ridere a mi fa:”due?”,ed io:”no,le portiamo a casa”!prendo le giacche delle due,le vesto ed usciamo dalla disco.quella addormentata quando siamo fuori col poco cervello che le e’ rimasto mi chiede chi ero e che tornavano col Taxi(!?!)e se ne vanno…io dico alla mia amica che vadano a quel paese.torniamo alla macchina,saliamo e lei mi dice di girare a destra per tornare a casa ed io le dico giriamo a sinistra e prendiamo le tipe!facciamo il giro e niente,la mia amica mi dice non siamo responsabili di loro,io dico lo so ma facciamo un altro giro. passiamo un tassi fermo e riconosco dentro le due,torno in retromarcia faccio scendere le due tipe(che non riuscivano a spiegare come tornare a casa,erano tedesche ed eravamo in Svizzera) e me le porto via. Non sanno la strada ed io seguendo le stelle trovo la loro casa…mi ringraziano quasi in ginocchio e se ne vanno. la mia amica mi fa “io non mi sarei sbattuta cosi’ tanto,l’anno scelto loro di conciarsi cosi'”.io le rispondo:”dio non esiste ed in questo momento sono l’unico che puo’ decidere qualcosa di diverso da quello che e’ ovvio che succedera’”, la mia amica sorride e mi fa:”sei dio?”, io le rispondo:”chissa’…”,il suo sorriso sparisce quasi subito.
    Non importa cosa pensa la gente, contro quali mulini bisogna lottare…un giusto vale 1000 idioti,ed un giusto e’ un figo in ogni momento o situazione, quindi siate giusti ed andate per la vostra strada. un giusto potra’ fare sempre tutto perche’ avra’ dalla sua parte il diritto ed un grande cuore. Vi diro’,tutta la notte ci ho pensato se non avessi dovuto fare altro…poi penso al male che mi hanno fatto molte persone,la mia ex e lo zuccherino…avete provato a distrugermi con tutte le vostre forze,ma io sono piu’ forte perche’ posso spazzarvi via con un dito e trovo la forza per non farlo.Un giusto, non un debole, nella ricerca di un suo paar non abbassera’ mai gli occhi e affrontera’ a testa alta questo brutto mondo ed alla fine vincera’.Bisogna solo guardare bene…

  9. 9
    Christopher -

    gambit99: ti ammiro molto però non interferire più di tanto con la vita altrui. E’ vero che quelle ragazze, magari, avrebbero rischiato, ma se fosse successo il fattaccio….beh….l’avrebbero imparato sulla loro pelle (se fossero tornate a casa poco sane, ma salve).

    Questo per dirti che la gente ha bisogno di scontrarsi con la realtà per capire davvero.
    Molti sono così stupidi che anche le ovvietà le devono vivere per capirne il significato.

    ciao 🙂

  10. 10
    guerriero -

    BRAVO

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili