Salta i links e vai al contenuto

Da dove ricominciare?

E’ la prima volta che scrivo qui e probabilmente lo faccio più che altro per uno sfogo, ne ho davvero bisogno. Cercherò di non dilungarmi troppo anche se non è semplice descrivere in poche righe quello che si ha dentro.
Ho 24 anni e in pratica posso dire di non aver mai avuto una relazione con una ragazza che possa definirsi tale.
Premetto che fin da piccolo ho sempre avuto una visione dell’amore come qualcosa di perfetto, che debba durare in eterno, una reciproca fiducia, sincerità e complicità tra due persone, ma mio malgrado con il passare del tempo mi rendo conto che nella società di oggi dove vince la superficialità è una cosa molto difficile da trovare.
Diciamo che rispetto ai miei coetanei ho sempre pensato che piuttosto che vantarmi di aver avuto tante storie magari solo per sfizio fisico, preferirei averne una vera che duri per sempre.
Negli anni ne ho passate tante che non sto qui a raccontarvi più che altro per non riaprire vecchie ferite, ma l’ultima mi ha fatto perdere davvero fiducia nelle persone, nell’amore e a volte anche in me stesso. Vi spiego brevemente. Nel mio gruppo di amici entra a far parte una ragazza qualche anno più giovane di me, c’è subito simpatia, attrazione, scopriamo di avere tante cose in comune, veniamo entrambi da due belle batoste a livello sentimentale con lei usata e gettata via dallo stronzo di turno di cui era innamorata, e così chiacchierando scopriamo di volere entrambi accanto una persona seria con cui essere felici, quindi dopo un po di tempo le spiego quello che provo e cerco di capire cosa pensa lei. Mi dice che sta cercando ancora di dimenticare il suo ex e che non sa ancora di preciso cosa prova per me, quindi passa un po di tempo in cui si continua ad uscire nello stesso gruppo e in cui il rapporto tra noi si fortifica, le sto vicino nei momenti difficili, la riempio di attenzioni, di regali, e addirittura per caso arrivo a conoscere i genitori i quali mi apprezzano come persona e sarebbero felici di vederci insieme perché sicuri che dopo tante sofferenze la figlia sarebbe stata finalmente con una persona seria. Così arriva il momento in cui lei mi dice che i suoi sentimenti stanno crescendo, e che avrebbe bisogno di un bacio per capire cosa prova, fino ad allora non lo avevo fatto per non complicare le cose. Il bacio c’è, passiamo un paio di settimane sempre insieme tra coccole e baci e quando sembrava che da un momento all’altro dovessimo finire insieme lei stoppa tutto. Mi dice che mi vuole bene, che sa che sono il ragazzo perfetto per lei ma che non prova quell’amore travolgente che ti fa desiderare di stare 24h su 24 con una persona, cosa che invece le era capitata con l’ex. Passa ancora del tempo, a volte si finisce ancora a parlare di quanto accaduto, lei dice di non sapere cosa fare perchè si rende conto che nessuno l’ha mai fatta sentire speciale come ho fatto io, fin quando non arriva a dirmi che probabilmente sono arrivato troppo presto nella sua vita, che PER ORA non vuole stare con me perché ha bisogno di fare le sue “esperienze”, i suoi errori e che la storia con me risulterebbe troppo seria per lei. Vi giuro….mi è caduto il mondo addosso, anche lei che all’inizio diceva di volere le stesse cose che volevo anch’io, arriva a preferire la quantità alla qualità, preferisce stare con degli stronzi di cui poi sono convinto si innamorerà e la faranno star male, come successo con l’ex ragazzo, piuttosto che con una persona che le ha dimostrato in tutti i modi quanto ci tenesse a lei.
Ora lei dice di avere comunque bisogno di me, non vuole che il nostro rapporto di amicizia cambi, ma io mi rendo conto che continuando a frequentarla non riuscirei mai a dimenticarla veramente e a smaltire la delusione. Non so proprio che fare se abbandonare il gruppo, anche se forse rimarrei da solo o continuare per poi trovarmela sempre davanti magari insieme ad un altro.
So che nella vita esistono cose ben peggiori, però credo sia normale arrivare a non credere più nella gente e in quello che ti dice, visto che per sfortuna, o chiamatela come volete voi, non è la prima volta che mi capita una cosa simile.
Mi sono sempre rialzato, ma ora non trovo più motivazioni per far nulla, per continuare anche solo a credere che esista una persona che voglia le mie stesse cose.
Boh mi sembra di essere un marziano, ho continui sbalzi di umore, a volte penso di essere io quello sbagliato, anche se poi se ci rifletto bene posso dire di essere fiero di quello che sono, e di non trattare le donne come “trofei di caccia” da esibire. E’ solo che mi sembra di aspettare qualcosa o qualcuno che non so se arriverà mai.
Grazie per la pazienza, un saluto a tutti, in particolare a quelli che magari si sono trovati nella mia stessa situazione.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    Empatica -

    Ciao… io da ragazza ti dico, capisco la reazione che ha avuto lei… A volte noi desideriamo il grande amore, siamo convinte di cosa vogliamo, mentre invece ciò ci servirebbe solo a farci dimenticare una cosa triste… e alla fine scappiamo anche da ciò che sembra essere perfetto…
    Perchè? …sinceramente ancora non lo so spiegare bene… forse la paura di essere legate forse per sempre alla stessa persona, di dover essere serie, forse che l’attrazione mentale non basta, tante cose…
    La tua è una situazione difficile, e sì è vero, c’è di peggio, ma ogni essere umano in quanto tale sa che quando soffri molto per qualcosa, quando questo ti butta giù dal mattino alla sera, fai fatica in tutto… e allora la vita non sembra vita.
    Se ti fa stare male vederla, avere comunque un rapporto stretto con lei, beh, parlale.
    Lei ti vuole bene, no? E allora anche per solo rispetto nei tuoi confronti, dovrebbe lasciarti stare un po’.
    Anche a me è capitato di non voler lasciare andare qualcuno perchè in ogni caso volevo il suo appoggio e la sua amicizia costanti… ma non riesco a trattare qualcuno così, mi sentirei di sfruttarlo. Per cui lascio andare, anche se rischierò di perdere l’amico.
    Perchè non si meritano certo questo.
    Chiunque si senta rifiutato, merita di allontanarsi… Non si può girargli il coltello nella piaga.
    Così, tu dille quello che hai detto qui… dille di non innamorarsi di uno stronzo.
    E prenditi il tuo spazio lontano da lei.

  2. 2
    hunter24 -

    Ciao Empatica, innanzitutto ti ringrazio x il commento…fa piacere avere un punto di vista femminile.
    Diciamo che di sicuro l’intenzione di parlarle di questo discorso c’è da tempo, però mi frenano alcune cose. A parte la possibilità concreta di rimanere in pratica da solo se decidessi di non vederla più, poi per fare un esempio sono capitate piccole incomprensioni in questi mesi con lei e in quei momenti andava totalmente in crisi, faceva di tutto per vedermi e per cercare di risolvere tutto e subito perchè a detta sua stava troppo male sapendo di provocarmi dolore, appunto perchè mi ha sempre considerato una persona troppo importante per potermi perdere. Figuriamoci se cerco il distacco totale o quasi. Boh non so, sarò stupido ma magari inconsciamente spero ancora che cambi idea anche se onestamente non ho più voglia di aspettare i capricci di nessuno.
    Io sono un tipo da “patti chiari e amicizia lunga” quindi più che altro la cosa che mi delude davvero è il fatto che all’inizio mi ha comfermato che voleva accanto una persona di cui potersi fidare, e poi a distanza di nemmeno un anno mi dice che vuole relazioni senza complicazioni.
    Una cosa che mi fa pensare di ciò che hai detto è la vostra “paura di essere serie” o comunque di legarvi in maniera importante. Sembra quasi che il ragazzo che voi definite serio debba chiedervi di sposarvi il giorno dopo esservi messi insieme, o che si debba stare sempre in due senza alcun divertimento. Per quanto mi riguarda io non sono così, il divertimento può esserci benissimo anche se si è fidanzati, è solo che ribadisco di preferire una storia importante, piuttosto che tante senza significato. Forse sarà questo il mio problema. Ti ringrazio ancora per il consiglio.

  3. 3
    yesman -

    Ciao,
    Sarò molto sincero con te, visto che mi ricordi un po’ quello che ero anni fa.
    Sono stato e resto una persona sensibile, che per via delle belle batoste sentimentali non crede molto all’amore e a tutto ciò che ci gira attorno. E’ tutta una grande buffonata, non ha senso prendersela, vivere male per qualcuno. Dopo 30 anni ho capito che la cosa migliore è cercare di non vedere l’amore come l’oracolo, perchè se esiste non dura per molto. Non essere dipendente da nessuno, e fai quello che ti senti,ricorda che solo l’esperienza di porta a capire quello che realmente cerchi. CIAO

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili