Salta i links e vai al contenuto

Dopo tre anni di convivenza si sente privo dei suoi spazi

Dopo 3 anni di convivenza, lui mi dice che si sente privo dei suoi spazi, che ha bisogno di tempo e che deve stare un po’ solo per capire cosa vuol veramente; mi sono trovata a dovermi cercare una stanza nel giro di pochi giorni. Nonostante questa sua crisi io ho voluto capire le sue esigenze senza mai attaccarlo, quando provavo a chiamarlo lui era sempre nervoso e infastidito e mi diceva che se continuavo a chiamarlo lui non avrebbe potuto capire cosa voleva veramente. Poi finalmente dopo qualche settimana ci siamo nuovamente riavvicinati e spesso se non tutti i giorni lui mi chiedeva di restare a dormire con lui, fin a quando poi non cadeva di nuovo nelle sue crisi rinfacciandomi che stavamo troppo tempo insieme e cosi mi riallontana ancora per poi riavvicinarmi.
Ieri mi dice dopo due giorni che non dormivamo insieme che lui sta male che non puo’ continuare a stare insieme perche’ i suoi sentimenti sono diversi da prima e che non puo’ darmi un amore a metà perche’ non sarebbe giusto nei miei confronti e che lui passa le notti a torturarsi la vita cercando di capire quali sono veramente i suoi sentimenti e che se io contino a cercarlo lui non lo potra’ mai capire veramente… Cosa devo fare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

23 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Leilaluna -

    Non c’è mai una ragione perchè un’amore debba finire..

  2. 2
    Ari -

    Lascia immediatamente quel rammollito che non sa cosa vuole nella vita!

  3. 3
    dani -

    ciao, immagino che per te sia una situazione molto dolorosa, ti capisco…
    spesso questi uomini,hanno queste manie si soffocomamento, hanno sempre la sensazione che noi donne gli togliamo i loro spazi,che siamo possessive ed invadenti.
    però ti assicuro che non tutti gli uomini sono così, te lo dico per le esperienze che ho avuto, l’uomo sicuro tende ad non avere queste sensazione, mentre l’uomo decisamente insicuro ed instabile caratterialmente(come quello che sto frequentando io ora), ha questi alti e bassi.
    secondo me , devi evitare di cercarlo il meno possibile, ed evitare di andare a dormire da lui…creati i tuoi spazi, prova ad uscire con amiche…(in amore vince chi fugge…)non farti vedere che sei serpre li disponibile, altrimenti con capirà cosa vuole….se gli manchi…..o no.
    certi uomini sono fatti cosi,hanno bisogno di riflettere e pensare.
    poi se veramente ti ama e ci tiene a te, torna.
    altrimenti, so che è doloroso,mettici una pietra sopra per sempre..arriverai a toccare il fondo…tutto quello che vuoi..e poi alla fine ci sarà la risalita…e capirai tante cose.
    a me è capitata un mese fa la stessa cosa,anche per questi motivi..che hai avuto tu..poi è tornato…ha riflettutto, gli sono mancata…
    anche se sono solo 3 settimane,ho ancora le mie paure i miei dubbi,se ho fatto bene a ritornarci oppure no…dopo 3 settimane di pianti,svuotamenti….abbiamo ripreso,con altri criteri …
    se ti devo dire che sono felice di essere ritornata oppure no…non lo so..
    so che è vicino a me nuovamente, presente…però caratterialmente è lui..
    per me è solo una anno che lo frequneto ,per te sono 3 anni…

    il mio consiglio è: se dovessi ritornare con lui, fai bene le tue valutazuioni..e soprattutto prenditi i tuoi spazi,non ruotare la tua vita introno ad uomo!!!
    in bocca al lupo
    dani

  4. 4
    Raffaele -

    Strano, perchè di solito questi discorsi li fanno le donne, sempre da loro sento dire che hanno bisogno dei propri spazi, secondo me è furbetto, usa la stessa tattica delle donne per spiazzarti, infatti, facendo cosi’ tu sei sempre più innamorata di lui, che abbia ragione lui….?

  5. 5
    stella78 -

    Ti ringrazio Dani per i tuoi consigli, penso che per un po’ devo sparire perche’ da ieri oltre a dirmi che si e’ sentito privo dei suoi spazi mi ha anche detto che non prova piu’ quello che provava prima e che non e’ corretto da parte sua stare ancora al mio fianco senza che si chiarisca le idee; allora a questo punto sto lottando con tutte le mie forze affinche’ non lo cerchi e lui magari riesca a capire cosa vuole veramente….anche se dentro il colore mi perfora e quasi mi toglie il respiro so solo che dopo aver lottato tanto per restare al suo fianco solo il tempo mi potra’ dare un risposta……

  6. 6
    Baber -

    Come comprendo il tuo stato d’animo. Anche io sono in questa situazione. Dopo 11 anni di fidanzamento e 3 di matrimonio con una figlia di 14 mesi lui ha voluto prendersi una pausa per capire cosa prova veramente per me. Lui mi vuole bene ma non prova più passione per me. Che devo fare devo aspettare che lui chiarisca i suoi sentimenti, come mi devo comportare, le ho provate tutte……. Forse devo solo ammettere a me stessa che è finita. Ma non ci riesco… Sto male non ho più voglia di aprire gli occhi la mattina … vorrei solo avere la forza di sparire da tutto e da tutti. Era la cosa più importante della mia vita, era tutto, ora mi ha lasciata sola con una figlia che ha voluto lui. Che ne sarà di me, che farò da oggi in avanti! Voglio lui voglio la famiglia che tanto abbiamo desiderato, voglio che torni ad amarmi voglio dimenticare quest’incubo in cui siamo piombati. aiutatemi a capire

  7. 7
    Raffaele -

    Baber mi dispiace, insieme da così tanto e con un figlio, ma al giorno d’oggi c’è veramente qualcosa che non va.
    Per non parlare di un mio cliente di lavoro veramente messo peggio di te, non vorrei mai essere nei panni di certe persone, ma questa vita non si sa cosa ci riservi, spero meno disgrazie possibili. Tornando a lui: lasciato da qualche mese dalla moglie, dopo aver saputo di essere diventato cornuto direttamente dalla figlia, non gode di buona salute, e la settimana scorsa gli è anche morto il figlio di diciotto anni in un incidente stradale, la figlia fa quello che vuole e frequenta brutte compagnie, per finire lui vive da solo, la figlia rimasta vive dalla mamma cornificatrice insieme al suo nuovo compagno. Se sono al suo posto sarei già impazzito.

  8. 8
    Rosso81 -

    il mondo di oggi lascia poco spazio alla riflessione e alla crescita personale. il risultato è che si arriva totalmente impreparati a quei momenti di stress acuto e di disagio che inevitabimente prima o poi tutti subiamo per motivi diversi. purtroppo chi non sa gestire le proprie ansie, chi non conosce se stesso e non si è creato una scala di valori è incline a soffrire e a far soffrire il proprio partner. non mi sento di darvi consiglio, se fossi nella condizione di stella darei un taglio netto e mollerei il fidanzato (ma non ti sto suggerendo di farlo, è quello che farei io) nella condizione di baber proverei a farlo maturare, nel senso che evidentemente ha bisogno di supporto psicologico (mi verrebbe da insultarlo a dire il vero, ma per rispetto mi astengo). dico sul serio, probabilmente ha bisgno di un aiuto esterno per colmare gli anni di crescita personale e morale che non ha vissuto. pagagli uno psicanalista. soprattutto tieni duro.. spero che tu abbia una famiglia e degli amici che possano sorreggerti in questi momenti. non essere troppo arrendevole con lui, sii coraggiosa e decisa, se è veramente un idiota non escludere l’idea di conoscere altri uomini… (scusa, volevo evitare di scriverlo….)
    i miei più sentiti auguri ad entrambe…

  9. 9
    alessandro -

    ;.) scusate se sorrido, ma la fatidica frase: HO BISOGNO DI TEMPO PER CAPIRE, l’ho già sentita troppe volte, tanto che sembra un disco incantato; ed è quello che mi sento dire ancora oggi, dopo quasi 2 anni di sofferta convivenza. sofferta perchè tale si è mostrata
    con un persona di cui pensavo fosse realmente innamorata di me che poi si è subito mostrata
    inconsapevole del sentimento che pensava di provare per me. questo l’ho capito subito un pò per la trascorse esperienze, un pò perchè mi reputo collaudato in merito. ad un certo punto della mia vita (io un 44enne) ho pensato ma niente niente sarà colpa mia, il mio carattere
    la mia personalità, ma credetemi e scusate il mio sfogo, in tutti questi anni non mi sento colpevole in toto ( bhe nessuno è perfetto) e non è una giustifica, ma nel mio piccolo non ho fatto mai mancare nulla alle tascorse relazioni e sopratutto all’attuale. Allora, mi chiedo cos’è che non va? cos’è che porta a certe persone a cercare i loro spazi per ritrovare loro stessi?? e sintomo d’immaturità? d’insicurezza o cosa? io parto dal presupposto che se uno è innamorate realmente lo è per sempre (nel bene e nel male) e non c’è stress che tenga.
    Io nel mio piccolo conosco i miei polli, fiducioso aspetterò che rinsanisca da se il rapporto
    lasciando che bolla nel suo brodo e se non tornasse AMMEN. morto un papa se ne fa un’altro. anche perchè si sa sempre quello che si lascia e mai quello che si trova! ed io dal canto mio non potevo fare di meglio … peccato/davvero un gran peccato … c’è sempre una soluzione nella vita … eccetto una. ;ò))))

  10. 10
    Ant062 -

    Un’epdidemia! Tra quello che ha scritto Baber riguardo la passione e Alessandro “ho bisongo di tempo” io ne sono un mix.
    Son stato lasciato per telefono (dopo 7 anni) perchè lei sentiva il bisogno di stare sola e riprendersi la sua vita e, in più, sosteneva che non c’era più la passione di un tempo.
    E questo a poco più di 6 mesi dall’andare a vivere insieme.

    Non so davvero cosa dire…presa per il sedere, immaturità, paura di prendersi delle responsabilità.. Boh?

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili