Salta i links e vai al contenuto

Dopo 3 anni, è in confusione. Non sa se mi ama più!

Lettere scritte dall'autore  Zighy
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

38 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 21
    colam's -

    Marco trovo un po’ duro il tuo commento. Penso sia lampante quanto Zighy sia stata poco empatica con il suo ex.

    Lei stessa ci dice che quando e’ stata lasciata e’ stata la peggiore ora della sua vita, che ha pianto tanto i giorni successivi, ecc.

    Il suo “ciao ciao al mio ex” e’ potenzialmente’ indelicato, visto che ora sa come ci si sente. Tutto qui secondo me.

    E’ vero che se non si sta bene insieme ci si deve lasciare, e’ sano anzi. Pero’ “ciao ciao al mio ex” sa tanto di “ti butto via come una calzetta e chissene se soffri” , mentre quando capita a te scrivi della tua sofferenza.

  2. 22
    Kid -

    @ Candida

    Cosa lei abbia fatto nel suo passato a me non interessa , non è contingente a questa situazione , seppur potrebbe delineare un aspetto della persona. Quindi , per me , “vincere” su chi sarebbe il buono e chi il cattivo , in questa lettera non ha importanza.
    Invece , non son d’accordo sulla analisi del comportamento di lui da parte delle ragazze intervenute , perchè essendo uomo , la vedo anche dal punto di vista maschile . E so’ benissimo cosa succede quando si accavallano problemi personali ed una relazione , perchè uomini e donne vedono le cose da due punti di vista diametralmente opposti.
    La donna parte dal “ci amiamo , ti sto vicina e tutto si risolverà” , l’uomo dal “Ok , grazie tante ma prima , cioè adesso al primo posto , ci sono i problemi che devo risolvere!” . Quindi , questo passaggio in seconda posizione della donna , che poi in questo caso , definisce la coppia perfetta quella che praticamente si gode la vita e la relazione , quasi che si vivesse in una sorta di campana di vetro , spesso crea un sacco di insicurezze e problemi anche umorali , perchè capita che una donna si senta trascurata e si riconosca pero’ il merito di sopportare ed avere pazienza . Ora , ognuno c’ha il suo carattere e certe volte la vicinanza , non è una vicinanza morale ma diviene una vicinanza invasiva che fà anche perdere tempo , che si deve dedicare a risolvere quei problemi pratici . Quindi si crea una situazione di “scazzo” reciproco : Lei pensa che chissà cosa sta succedendo e lui sente la pressione , sia dei suoi problemi , sia del fatto che vede la ragazza stranirsi e non è escluso che davvero faccia il pieno e voglia staccare la spina . Anche perchè questo era un rapporto descritto come la coppia perfetta , quindi oserei dire quasi simbiotico .
    Non mi pare assolutamente il comportamento di chi c’abbia avuto in concomitanza un altra donna e reciti o finga . Ma solo di uno che ha bisogno di staccare un attimo e ha capito che non può gestirsi , in questo modo , anche una relazione . Perchè sà che deve togliere gran parte di quelle attenzioni ed impegno quotidiano che c’era prima e sà benissimo che problemi di insicurezza questo comporti . E ripeto , non si fida a creare una situazione di limbo e mi pare che , anche se girandoci intorno, lo dica esplicitamente . Se vogliam parlare di questo ,bene , se ,invece , vogliam parlare di quell’episodio del passato di lei , non ha proprio senso , se non per poter ipotizzare che anche per questo motivo potrebbe non fidarsi . Avendo paura di essere lasciato per un altro , come del resto lui , allo stesso modo , è subentrato nella vita di lei in quel modo . Prendendo il posto del vecchio fidanzato. E , secondo me , nell’insieme della situazione e soprattutto delle parole che lui ha detto è plausibile.
    Ma non ho proprio l’impressione che lui non ci tenga a questa ragazza e c’abbia un altra.

  3. 23
    piove70 -

    Uomini e donne perdenti, impariamo da Marco.. Lui carica le donne e le scarica a suo piacimento.. ed è un VINCENTE!!!! CIAO CIAO Marco!!

  4. 24
    Fede -

    Pero Kid, e se fosse invece la donna a chiedere spazi per risolvere i propri problemi? Cioé immagina…”Fino a quando 3 settimane fa mi dice che ha bisogno di stare un po’ da solo perché non sa più cosa vuole (e come se si sentisse soffocare e non riesce a vedere noi più al di là del suo naso-non riesce a pensare di pianificare un viaggio insieme, a pensare di andare a vivere insieme a Settembre”. Immagina che questo lo dicesse la tua ragazza, cosa penseresti? Non avresti paura? Davvero riusciresti a essere distaccato, a non vedere la tua ragazza per intere settimane, davvero riusciresti a non pensare al peggio? Davvero non vorresti che i problemi la tua ragazza le condividesse con te? Acceteresti che la tua ragazza di colpo voglia “staccare un attimo” come tu dici? Dai, non ci credo che la tua ragazza é strana, é confusa, e tu riesci a far finta di niente..

  5. 25
    Marco -

    @piove70
    Come volevasi dimostrare, non hai capito un tubo.

    Io stesso sono stato scaricato: è accaduto con una donna libera, intelligente e matura che ha fatto la sua scelta dopo aver condiviso un tratto di strada con me.

    E io ho fatto altrettanto con un paio di compagne.

    Quindi, io non prendo né scarico “a mio piacimento”… Io vivo senza fare dello pseudomoralismo da Donna Letizia.

    Quando lasci, puoi essere dolce o meno dolce. Se le circostanze lo giustificano, magari ti viene anche da dire, con rispetto e senza crudeltà ma con assertività: “Ciao, ciao! Adesso ritrovo la mia libertà.”

    Che si sia uomini o donne non fa differenza. Gli individui liberi e maturi (chiamali se vuoi vincenti) accettano il rischio, vivono le loro storie e non si distruggono di menate fintamente consolatorie e/o di attacchi all’altro genere (della serie “Femmine contro maschi” e simili). Specie se non si sa niente della storia dsu cui si sta blaterando e dell’ex di una Zighy, tanto per dire.

    Ci si lascia bene, ci si lascia male. Si abbandona e si è abbandonati. Ci si separa con dolore e magari anche con sollievo. Dipende dalle circostanze, appunto.

    Si soffre, si muore e si risorge. E si giudica, certo.
    Ma prima di giudicare occorre conoscere, piove70 “dei miei stivali”.
    Tsé.

  6. 26
    Kid -

    Fede

    Dipende . Io non sto’ parlando di chi ti sfugge con una scusa ma di chi c’ha addosso stress e problemi da risolvere e ha bisogno di respirare e di tempo per affrontare le proprie vicende personali . La vicinanza è cosa fantastica ma c’è modo e modo . Se diventa la ricerca di conferme , la necessità di attenzioni , il voler capire attraverso questo cosa stia succedendo , può dare immenso fastidio . Diventa l’utilizzare un mezzo assolutamente legittimo , e cioè lo stare vicini alla persona a cui si tiene, per perseguire un fine egoistico e cioè il voler colmare le proprie insicurezze .
    Ti faccio un esempio personale . Anni or sono , avevo una ragazza coetanea e di bell’aspetto ma follemente gelosa . Mio padre ebbe un infarto e con mio fratello in Inghilterra e mia madre che lavorava , tocco’ a me , che a quel tempo ero studente universitario , ritornarmene a casa e passare tutto il giorno con lui in ospedale .
    Dopo circa 15 giorni , lei insisteva di venire ed io le dissi che non c’era problema purchè fosse una visita breve di qualche minuto(Mio padre era tutto intubato e manco poteva muoversi) e purchè non insistesse a voler venire nella sua stanza con me . Questo perchè mio padre era fatto a modo suo e non rifiutava anche le visite della sorella , probabilmente non gli piaceva farsi vedere in quello stato.
    Potrai immaginare che a fronte di questo le si insinuo’ il tarlo che le stessi mentendo ed essendo gelosa ossessiva , magari pensò ancora una volta che io la stessi tradendo , stavolta ,con la scusa di dover assistere mio padre e chissà con quale bella infermiera.
    Bene al 20esimo giorno dopo una sua scenata per telefono , in cui mi urlò :”Tuo padre non ha nulla!” (In quanto la scema chiamò di nascosto mia madre , la quale nella sua immensa bontà e ingenuità , per rassicurarla le disse che mio padre stava bene!”Bugia bianca!” )la mandai a quel paese , sbattendole il telefono in faccia . Provai schifo fino al midollo! Per inciso , l’amavo e non l’ho mai tradita in 3 anni , malgrado le sue periodiche accuse. Ma aveva superato il limite . Non ci vedevo la buona fede di volermi stare vicino ma solo l’egoismo di voler verificare di persona la situazione, per se stessa e per fugare le sue paure . E non potendo farlo , perchè non le avrei consentito di vedere mio padre, andò totalmente in palla.
    Questo è un esempio in cui una persona gelosa sfrutta un mezzo lecito e cioè il voler dare la propria disponibilità a starti vicino per verificare egoisticamente , toccando e vedendo con mano , cosa tu stia facendo e non cosa tu stia passando . O meglio anche quello , ma verrebbe solo dopo . Quindi, dipende , se vedi la buona fede non devi temere nulla anche nella distanza ed è inutile “affogare” le persone , se qualcosa non ti torna , ma deve essere oggettivo e non sensazioni , allora il discorso è diverso . I momenti di difficoltà fanno la differenza per capire chi c’hai vicino e potresti scoprire aspetti caratteriali che non riesci a tollerare.

  7. 27
    Kid -

    Fede

    “e come se si sentisse soffocare e non riesce a vedere noi più al di là del suo naso-non riesce a pensare di pianificare un viaggio insieme, a pensare di andare a vivere insieme a Settembre”

    Sinceramente , se io fossi in mezzo ai guai e non vedessi più in là del mio naso per forza di cose e avendo spiegato la situazione di forte stress che stessi vivendo per problemi che devo risolvere e la mia ragazza , non mi concedesse una pausa organizzativa ,e mi ponesse di fronte a queste problematiche (di cui il viaggio insieme ..beh è veramente sconcertante e la scadenza di Settembre lo è ancor di più) ci rifletterei bene se continuare . Mi verrebbe da pensare che è una persona insicura in cui lo starmi vicino diventa un mezzo per portare avanti certe cose che in quel momento non ho più la testa per fare . Per me lui ha fatto questo ragionamento , infatti le chiede di non buttarsi tutto alle spalle e dall’altro lato sà che lei è bella e potrebbe perderla . Ma allo stesso tempo capendo di non poterle dare , in questo momento , quello che lei vuole , non si fida a starci insieme . Ha paura di venire lasciato e quindi si tira fuori in qualche modo e intanto rifletterà sull’accaduto. Non è escluso che non si faccia risentire dopo un break. Come la lontananza potrebbe ,invece , rafforzare la sua voglia di stare , per il momento , da solo perchè dà un momento di difficoltà ha capito che lei non è la persona giusta.
    Per quanto riguarda me , t’assicuro che saltare due o tre weekend non mi crea alcun problema , se c’è una ragione valida (Ho passato anche un mese e mezzo senza vedermi , capita è la vita! ). Tanto poi cosa cambia? I nodi vengono al pettine , perchè la lontananza o rafforza o allontana !
    Se le storie durassero solo perchè ci si vede e non perchè ci si “sente” dentro ,e si và in crisi per quello, mi sà che mancano proprio le basi minime di maturità in uno dei due o entrambi.

  8. 28
    piove70 -

    @Marco.. Bhe in molte cose ti do ragione e mi trovo d’accordo con te. Nei rapporti maturi si lascia, si viene lasciati,senza che per questo CHI LASCIA SIA UN MOSTRO da condannare!!
    Sul fatto che “non ho capito un tubo”… “piove70 dei miei stivali”.. nemmeno ti rispondo, perchè molto raramente scendo al livello dei cafoni e non disturbarti a rispondere al mio post, tanto d’ora in avanti nemmeno leggerò quello che scrivi.Saluti

  9. 29
    Marco -

    La lingua italiana non è patrimonio di tutti.
    Pregasi approfondire distinzione tra “cafone” e “uomo che usa la testa, non giudica un tanto al chilo come certe commentatrici saccenti e risponde a tono alle medesime quando non afferrano concetti elementari”.

    Però questo lo scrivo senza pretese di risposta: piove70 è superiore e non scende a certi livelli, va da sé.

    Ma fatte ‘na risata, ché la vita è breve! Uaz, uaz! 😀

  10. 30
    Fede -

    Si Kid, é corretto ció che dici, é palese fra l’altro il comportamento egoistico della tua ex, peró ancora non mi hai risposto cosa faresti tu se la tua ragazza cominciasse di punto in bianco, e senza darti una spiegazione logica, a comportarsi in modo strano, a non sorriderti, a non volerti vedere, se iniziassse a pensare solo a se stessa, e ripeterti che ha bisogno di stare sola, che non riesce a pianificare niente con te. Come fai a pensare che é stressata ed ha bisogno di risolvere i suoi problemi da sola? Dai, non scherziamo!!! Dove la trovi la forza per startene lí ad aspettare? Solo perché ti ha detto che ti ama? Dai su… Chiunque penserebbe che c’é qualcosa di sotto, altrimenti perché non condividerlo?
    Personalmente sono convinto come te che il ragazzo di lei l’abbia allontanata perché realmente non riesce a starci dietro, probabilmente ha tante cose per la testa che lo turbano, va bene, peró sinceramente capisco lei, il comportamento del ragazzo non é di quelli che ti portano a essere serena, non sempre puo bastare sentirsi dire ti amo. Aspettarsi qualcosa in piu da lui lo vedo legittimo.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili