Salta i links e vai al contenuto

Un disperato bisogno d’amore

Lettere scritte dall'autore  animatriste80
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

30 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 11
    mario -

    ciao dolcissima animatriste80,mi piacerebbe molto poterti conoscere..ti invio la mia email

    marietto1970@msn.com

    ciao mario.

  2. 12
    animatriste80 -

    cara Rossana, un figlio e’ l’essenza.. E’ un pezzo fisico e spirituale di una madre. E’ impensabile che non veda o senta il malessere di sua madre (purtroppo), quindi non puoi fartene una colpa. E’ colpa semmai della vita.. Che per alcuni… Non si capisce per quale strano motivo presenta percorsi più tortuosi e impervi di altri..
    proprio in questi giorni ho parlato a mio figlio della mia separazione con il suo papà
    .. E ho toccato con mano il suo dolore..mi sento doppiamente male ora.. Ma supereremo anche questa. Non dovrebbe mai capitare a delle creature cosi.. Di pagare gli errori di altri.. Mah ahimè.. La vita poi e’ quasi sempre cosi..

    @Mario non perderla neppure tu la speranza! Le anime sono destinate ad incontrarsi prima o poi…
    Io sono tanto tanto scottata.. Credevo davvero di averne trovata una. Purtroppo nulla di più doloroso. Quando desideri talmente tanto una cosa… Resti forse accecato da questo desiderio e non riesci più a vedere la realtà. comunque ti scriverò in privato..

  3. 13
    rossana -

    Cara Animatriste,
    spero tu non abbia avviato la separazione nell’ottica di essere libera di vivere un nuovo amore con quest’uomo che consideri speciale.

    quanto al figlio, è ovvio che percepisca i tuoi stati d’animo. il mio suggerimento è di fare il possibile per non dargliene una visione completa quando è presente.

    in sintesi: piangi di nascosto ed abbi cura di non farti vedere con gli occhi rossi. cerca di dargli gli svaghi e le uscite proprie della sua età e di non legarlo a un carro di tristezza.

    tieni poi presente che la vita è difficile e dura più o meno per tutti: dipende soltanto dall’ambito in cui si presenta con maggior asprezza. anche nelle famiglie in cui tutto pare perfetto c’è quasi sempre una qualche pena segreta.

    si arriva al paradosso che, quando questa è assente, si tende a crearla. sei giovanissima. hai tutto il tempo di ricostruirti un futuro, anche se magari non proprio come l’hai sognato da bambina.

  4. 14
    animatriste80 -

    Cara Rossana, no la separazione e’ la conclusione inevitabile di un matrimonio in cui mancava la cosa essenziale.. L ‘ amore. Con gli anni aumentava l indifferenza, l egoismo (suo).. E dopo svariati tentativi di incollare i cocci, e’ arrivato il mio disamore per lui. E’ difficile soprattutto in questo momento cercare di descriverti le motivazioni. Colpo, dopo colpo, dopo colpo… Sono morta. Ors non so quale strada mi attendera’. Cercherò senz altro di sorridere sempre per mio figlio.
    Voi mi dite che sono giovanissima… Boh io mi sento sulle spalle un tale peso che mi sento proprio senza futuro.
    Un caro saluto

  5. 15
    jho -

    Che tristezza e che storie tristi, colpe, cuori vuoti, cuori infranti, lacrime. Ma è proprio questo l’amore? Lo so si sta male quando l’amore finisce, ma bisogna agrapparsi alla vita e reagire. Facile parlare o in questo caso scrivere vero? Ma purtroppo è così, niente si può cambiare, bisogna solamente reagire e buttare le cose brutte nel passato, sperare o meglio cercare di fare una vita migliore, commiserarsi dandosi delle colpe non serve a niente, “REAGIRE” la parola giusta. Tanti Auguri a tutti e due per una vita migliore.

  6. 16
    Fabrizio -

    Cara Animatriste, mi piacerebbe tanto conoscere i motivi per cui ti sei separata da tuo marito. Sei davvero sicura che non ti amasse ?
    Te lo chiedo perchè spesso, molto spesso, le donne di oggi hanno una concezione dell’Amore molto particolare. Non reale direi.
    Forse non è il tuo caso. Per questo te lo chiedo.
    Buona serata.

  7. 17
    animatriste80 -

    @jho. Grazie! Reagire 🙂 lo terro’ presente!

    @fabrizio. Non sono qui per convincere nessuno ma credimi.. Io l ‘amore in mio marito proprio non l ho piu visto. Ok il modo di amare e’ soggettivo e mutevole ma.. Se una persona arriva a sentirsi inutile agli occhi di un marito, non riceve mai un bacio, una carezza, un’attenzione.. nasce un figlio e viene lasciata sola.
    prova e riprova a parlarci.. Ma non cambia nulla. (il tutto e’ il riassunto di 8 anni di matrimonio) alla fine gli dice di non amarlo piu… E lui prosegue a fare l indifferente senza far nulla per recuperare.. Mi spieghi che amore e’ il suo?

  8. 18
    Dakino -

    Ma quale reagire…
    L’amore nn è un interruttore…La mancanza dell’altra parte si fa sentire nei modi e nei tempi piu disparati…anche a distanza di mesi…
    Quando si pensa di essersi liberati c’è sempre una scintilla che riaccende il fuoco dell’angoscia ed ecco nottati insonni..attacchi di collera…poi disperazione e sempre la stessa domanda perchè?Perchè a me?perche?…
    E’ un percorso lungo e doloroso…nn è una passeggiata…nn un film…nn un bel libro a lieto fine…
    Restiamo sempre con un dispiacere nel cuore…una ferita che lascia una cicatrice…
    Animatriste…Non pensare neanche per un istante che tutto svanirà come nebbia al sole…ci vorrà tempo…tanto tempo…e rivederlo…risentirlo…anche solo pensare ai bei momenti con lui nn farà altro che riportarti indietro…
    Stai serena…Non si muore d’amore ma la sofferenza è come morire…morire dentro…ogni giorno un pochino e quando sarà il momento rinascerai come la fenice…dalle ceneri…Ma ci vuole tempo…tempo…tempo…
    Ti sembrerà banale ma questo ci vuole…tempo!

  9. 19
    Fabrizio -

    Ciao Animafragile
    Dalla tua risposta distinguo due punti fondamentali:
    Il primo:
    “…se una persona arriva a sentirsi inutile agli occhi di un marito, non riceve mai un bacio, una carezza, un’attenzione…”
    In questo caso mi sembrano le classcihe “fisse” femminili: le famose “attenzioni” che in realtà possono non voler dire nulla. E in questo caso ti direi che probabilmente hai sbagliato tu.

    Poi leggo il secondo punto:
    “….prova e riprova a parlarci.. Ma non cambia nulla. (il tutto e’ il riassunto di 8 anni di matrimonio) alla fine gli dice di non amarlo piu… E lui prosegue a fare l indifferente senza far nulla per recuperare.. Mi spieghi che amore e’ il suo ?…”
    In questo caso hai ragione tu. Hai provato a parlarci ma lui niente.
    E alle fine gli dici di non amarlo più. E lui non fa niente per recuperare.
    In questo caso posso dirti che se le cose stanno così, lui non ti ha mai amato davvero.

    Hai ragione tu. Ci hai provato, sei stata chiara. Lui anche. Non ti ama. Non ti ha mai amato.

  10. 20
    rossana -

    a mio avviso, sia Jho che Dakino hanno spunti di ragione: tutto dipende dal temperamento della persona coinvolta nell’involontario naufragio e, soprattutto, dalle sue aspettative in amore, che spesso sono eccessivamente romantiche.

    tornando ad Animatriste:
    appena ti riesce, lasciati alle spalle i 17 anni di vita che hai investito nella relazione con il marito da cui ti stai separando. un rapporto iniziato a 17 anni può non reggere nel tempo, così come non reggono molti altri. scegliere è sempre molto difficile, anche perchè spesso lo si fa accecati, appunto, da bisogni.

    uno dei più forti e persistenti è, consciamente o inconsciamente, il timore di restare soli ad affrontare le difficoltà e le asprezze della vita, che l’amore e un’unione di coppia veramente feconda potrebbero attutire. è un qualcosa di ancestrale e di tremendamente condizionante (nella preistoria, se si era soli, difficilmente si poteva sopravvivere).

    si nasce e si muore soli ma si vorrebbe trascorrere TUTTI i propri giorni accanto a qualcuno che ci ama: più che comprensibile. peccato che non sia facilmente realizzabile, per lo meno nei modi e nei tempi che ci potrebbero soddisfare appieno!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili